VIMODRONE
TRA MUSICA ED EMOZIONI, PRESENTATO VENERDI’ IL PRIMO CINEFORUM CITTADINO

Le colonne sonore più emozionanti, suonate dal vivo da quattro bravissimi musicisti. Il film di ChaplinIl Monello“, proiettato con sottofondo musicale eseguito dal vivo sul posto. Un video per celebrare i 120 anni del cinema (a fondo articolo) e l’inizio di una nuova avventura per vimodrone: il cineforum.

Sono stati questi i tre momenti più emozionanti della serata di presentazione del primo cineforum cittadino, tenutasi lo sorso venerdì 18 settembre in un auditorium San Remigio incuriosito e alla fine entusiasta sia per le emozioni trasmesse dai bravissimi Bakura, quartetto musicale esibitosi con il maestro Giorgio Molteni, sia per la nuova avventura culturale targata Biblioteca Civica e Parrocchia, che partirà ufficialmente nei prossimi giorni per le prime proiezioni.

Il motore trainante del cineforum cittadino, è fatto da appassionati e volontari, assessori e membri della Commissione Cultura della Parrocchia di San Remigio, che da tempo meditavano di proporre ai cittadini un percorso cinematografico alternativo e curioso, ma soprattutto gratuito. Eccoli dunque pronti, Chiara Acquani, Donato Boccia, Andrea Citterio, Fabio Formaggini, Massimo Levati, Fabrizio Magagnoli, Alfonso Maiorino, Marcello Moriondo, Ignazio Rosato, Piero Sanvito e Osvaldo Zanaboni.

Il Comune non ha dovuto dotarsi di grandi impianti, e nemmeno ha dovuto affrontare investimenti da capogiro per rendere possibile il progetto, che ricordiamo, non avrà un fine commerciale e ogni proiezione, come detto, sarà ad ingresso libero sia nell’auditorium San Remigio che nella Sala Luigi Barolo dell’ Oratorio Paolo VI, i due spazi che saranno adibiti ad ospitare il cineforum.

Entrando nel merito della programmazione, il percorso cinematografico si articola in due filoni, uno dedicato ad adulti e giovani, con spettacoli settimanali il venerdì sera alle 21.00, e uno dedicato a famiglie e bambini, e per questo pensato a cadenza mensile la domenica pomeriggio alle 16.00.

L’accalorato invito che facciamo -hanno scritto i volontari del cineforum- è di non lasciarci soli, di partecipare numerosi e di aiutarci a diffondere l’iniziativa, per portare la cultura del cinema nel nostro paese, e per arrestare, come diceva Godart, il tanto oblio che ci circonda”.

Per informazioni sulle proiezioni e per qualsiasi domanda, è possibile scrivere a cineforumvimodrone@gmail.com e seguire la pagina Facebook.