VIMODRONE
MASSIMO CONTRIBUTO REGIONALE PER I GIOVANI E L’AVVIO DI UNA START UP IN AGRICOLTURA BIOLOGICA

Le opportunità per i giovani vimodronesi non vanno in vacanza.
Nei giorni scorsi infatti, l’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Antonio Brescianini, ha reso noto che il progetto “Giovani e Lavoro”, presentato da “Spazio giovani martesana” con capofila Cassina De’ Pecchi e riguardante i comuni afferenti ai Distretti sociali 3 e 4, tra i quali Vimodrone, ha ricevuto il massimo finanziamento ammissibile da Regione Lombardia.

In una nota diramata dal Comune, si sottolinea come “Sul territorio di Vimodrone, saranno messi a disposizione tre ettari di territorio per agricoltura (nda: l’area verde dietro la stazione dei carabinieri, tra la Padana Superiore e il Villaggio S. Isidoro), in sinergia con l’assessorato alle politiche ambientali, che prevede una start up per la produzione di agricoltura biologica. In questo modo si darà la possibilità ad alcuni giovani di accedere ad una opportunità di lavoro.”

Positivo anche il commento dello stesso Brescianini che sottolinea l’ottimo lavoro svolto in cooperazione con Cassina, grazie anche al lavoro dell’assessore cassinese alla partita Tommaso Chiarella e del coordinatore delle Politiche Giovanili Nico Acampora. “Il successo dimostra che la professionalità – ha dichiarato Brescianini – può portare a questi risultati. Un insieme di azioni che non risolveranno la questione della crescente disoccupazione giovanile, ma ci auguriamo che possano essere da stimolo, da volano per l’avvio di un percorso virtuoso che veda al centro i ragazzi e le ragazze, le loro competenze, le loro capacità e perché no…i loro sogni. Questo è il primo risultato della sinergia che si è venuta a creare tra il comune di Vimodrone e Cassina de’ Pecchi”.

MATTEO OCCHIPINTI