GESSATE
VARIANTE SS11: APRE IL CANTIERE SENZA AVVISI E SICUREZZA. I CITTADINI INSORGONO. “SONO STUFO” COMMENTA SANCINI

Giornata di tensione a Gessate per il primo giorno di cantiere della nuova variante alla SS11 che collega la rotonda del Centro Commerciale “La Corte Lombarda” con via Manzoni.

Nella mattinata di ieri 21 settembre infatti, i mezzi della ditta incaricata dalla Tangenziale Esterna S.p.a. per svolgere i lavori, hanno iniziato ad occupare il prato antistante la Cascina Gnocco, procedendo con i primi spostamenti di terra. Peccato però che il cantiere non fosse stato segnalato in alcun modo e la zona di lavoro non fosse stata nemmeno recintata, creando parecchi disagi e pericolo per gli abitanti della cascina.

In pochi minuti alcuni abitanti della zona sono riusciti a bloccare la gru e hanno subito chiamato la Polizia Locale che è intervenuta sul posto, insieme al Sindaco Giulio Sancini e al Presidente del Comitato Civico Sergio Cerri. Dopo momenti di tensione, con la gru che cercava di riprendere i lavori nonostante la presenza di ormai molte persone estranee al cantiere, si è riusciti perlomeno ad ottenere che la zona venisse recintata e che venissero apposti i cartelli necessari.

“Sono veramente stufo di questa situazioneha dichiarato Sancini– nessuno si è degnato di avvisarci del fatto che oggi sarebbero iniziati i lavori, il cantiere è stato aperto senza essere prima messo in sicurezza e ad oggi non abbiamo nemmeno il progetto definitivo di come risulterà la viabilità a fine lavori. Tralasciando l’inutilità ormai ovvia di un’opera di questo tipo, come da me da sempre dichiarato, pretendo ed esigo che almeno la sicurezza dei miei concittadini non venga minata. Sembra quasi che qualcuno si diverta ad accanirsi contro Gessate pensando di fare un torto al sindaco rompiscatole; negli altri comuni i lavori richiesti dalle amministrazioni sono stati eseguiti, solo qui fanno quello che vogliono, non ci sto!”.

I lavori sono poi proseguiti  in tarda mattinata anche se tra i cittadini rimane molta perplessità: la nuova variante infatti avrebbe lo scopo di alleggerire la mole di traffico, a dir la verità ormai molto diminuita dopo l’apertura della nuova Cassanese, di quel tratto di statale che attraversa Villa Fornaci fino al semaforo dell’Esselunga spostando però il problema qualche metro più in là e intasando l’incrocio con la stazione della metropolitana.

La storia di questa variante ormai sfiora il ridicoloha commentato sarcastico Sergio Cerri Quest’opera doveva essere realizzata nel 2006, quando forse aveva un senso, al costo di 4.3 milioni di euro. Oggi, dopo che negli anni i progetti sono cambiati e ricambiati, la stessa strada ha un costo previsto di 10,6 milioni di euro: una cifra folle per 1200 metri di strada a raso. Anche il fatto di iniziare i lavori senza nemmeno mettere in sicurezza l’area è solo l’ennesima presa in giro. Vorrei quindi invitare tutti i cittadini Mercoledi 23 settembre alle ore 21.00 nella sala consiliare del Comune per discutere di tutto ciò e prendere una decisione unanime.”

MATTEO OCCHIPINTI

25e33373ac933c38bca61f35392eb832
La recinzione e i cartelli di avviso posti sul luogo dopo le lamentele dei cittadini, e l’intervento della Polizia Locale e del Sindaco