CARUGATE ESCLUSIVA
IL SEGRETARIO DEL PD GRIGNANI ANNUNCIA LA CANDIDATURA DI GRIMOLDI PER IL 2016

Manca più di un anno all’appuntamento dei cittadini carugatesi con le urne, ma il Partito Democratico già apre le danze della campagna elettorale.

Ne abbiamo parlato in esclusiva con il segretario cittadino del PD, Alessandro Grignani.

Perché dare il via alla campagna elettorale con così largo anticipo?
In realtà la campagna elettorale è già iniziata da molto, sia alla nostra sinistra che alla nostra destra. Ci sono alcune tematiche che certe forze politiche stanno già cavalcando da tempo per cercare consenso.

Inoltre è nostra intenzione creare coesione all’interno di una squadra competente, che abbia compiuto la necessaria formazione, per questo il nostro ragionamento parte già da ora. Vogliamo aprire un dialogo con i cittadini in modo da avere il tempo di recepire le necessità e far confluire le riflessioni in un programma che sappia rispondere concretamente alle esigenze che Carugate avrà in futuro.

Qual è dunque il nome del candidato sindaco a cui sta pensando il PD per le prossime elezioni?
All’interno del circolo stiamo iniziando a ragionare sull’ idea che abbiamo di città per i prossimi anni partendo dai temi più importanti, e al tempo stesso stiamo pensando quale squadra possa portare in amministrazione i nostri progetti. Così durante l’ultima Assemblea abbiamo annunciato ai nostri iscritti che stiamo lavorando per la candidatura di Paolo Grimoldi, che verrà resa ufficiale prossimamente se non dovessero comparire altre velleità di candidature che verranno analizzate dal Coordinamento del PD di Carugate. 

Quale sarà la squadra che affiancherà il candidato sindaco?
Da un anno e mezzo a questa parte il circolo è in continuo rinnovamento, si sono aggiunti visi nuovi, in particolare di giovani under 30. Al tempo stesso però siamo soddisfatti del lavoro che l’amministrazione sta facendo e per questo vogliamo lavorare anche su una linea di continuità. Continuità non è una brutta parola, è sinonimo di garanzia.

Inoltre non crediamo nell’ uomo solo al comando, stiamo lavorando per preparare il team che potrebbe amministrare in caso di vittoria. Ci presenteremo come una forza solida e unita, fatta di innovazione e idee fresche supportate da una buona dose di esperienza. Altro nostro obiettivo sarebbe anche quello di riuscire a portare delle donne in consiglio comunale.

Avete intenzione di aprirvi ad alleanze con altre forze politiche?
Come ho detto si vedranno tante facce nuove, ma la squadra è ancora in via di formazione. Non sappiamo ancora se andremo da soli, in una lista civica o in coalizione, le cose potrebbero ancora cambiare nei prossimi mesi. Però vogliamo presentare un gruppo unito, che non si spacchi dopo poco tempo. Le alleanze vanno create sì su una condivisione di programma ma anche sulla base di una fiducia reciproca, che in caso di vittoria possa permettere di avere una maggioranza solida per tutti gli anni della legislatura.