PESSANO
LA COOPERATIVA “IL SORRISO” E’ DA OSCAR AL FESTIVAL DEL CINEMA NUOVO

Se il senso più profondo dell’incredibile Festival Internazionale del Cinema Nuovo, 
non è certo quello di trovare un vincitore che trionfi sopra tutti,  è pur vero che mettersi in gioco in una sana e proficua competizione artistica, è uno stimolo e un’emozione.

No Banner to display

Così, quando i ragazzi disabili della Cooperativa Sociale “Il Sorriso” di Pessano, si son visti consegnare il primo premio per il loro film “Con un naso rosso“, la gioia è stata incontenibile e immensa. Non da meno è stata la felicità dei secondi e dei terzi classificati, rispettivamente i ragazzi della Cooperativa “Il Castello” di Trezzo, e quelli di “Anffas Onlus” di Faenza.

Con questo verdetto espresso dalla giuria presieduta dal regista Pupi Avati (presidente onorario) e Giampaolo Letta, che hanno premiato la componente davvero poetica del corto di Pessano, si è conclusa la 9° edizione del Festival Del Cinema Nuovo, concorso internazionale di cinema, rivolto a ragazzi disabili di comunità, centri residenziali e associazioni di aggregazione e volontariato.

Del festival vi abbiamo già detto molto in un precedente articolo (leggi qui),
questa volta abbiamo incontrato Anna Troiano, operatrice della Cooperativa “Il Sorriso” e autrice del soggetto del cortometraggio insieme ad Alberto Tedesco, che ci ha raccontato questa grande emozione e tutto il lavoro che sta dietro al corto vincente.

“La storia è nata dall ‘esperienza del gruppo dei Volontabili Clown  e narra di un uomo che è sempre stato alla ricerca di un qualcosa che sentiva mancare nella sua vita, una vita che dopo l’incontro con un gruppo di clown volontari, cambierà del tutto. L’uomo indosserà un naso rosso, e la sua vita acquisterà colore !”

Ma una storia non è sufficiente per vincere un premio prestigioso. Ci vogliono anche gli attori, la passione e un equipe pronta a darsi da fare per il risultato finale. E infatti, dietro al corto vincitore, ci sono tantissime figure importanti, e grandi emozioni.
Quest’ anno hanno partecipato 28 ragazzi su 30! -ha raccontato Anna Troiano con entusiasmo- L’esperienza del cortometraggio è vissuta dai nostri ragazzi come un evento sempre molto piacevole. Ormai è da tanto che ogni due anni si preparano per questo appuntamento fisso, ogni volta con una consapevolezza sempre maggiore che permette loro di avere maggior serenità nell’ affrontare le riprese, e maggior partecipazione nella preparazione dell’intero progetto“.

Quindi quel “protagonismo dei nostri ragazzi” che il Dottor Romeo Della Bella, psicoterapeuta ideatore e direttore artistico dell’evento, invoca molto spesso, è stato proprio uno degli ingredienti segreti della ricetta vincente de “Il Sorriso“. Questo, amalgamato all’esperienza di Anna e Alberto, ha prodotto un piccolo capolavoro di cinema.

“Sì, io e Alberto abbiamo diretto e coordinato il tutto, ma nulla sarebbe stato possibile senza il supporto e il lavoro di squadra nonché di fiducia dimostrata, dell’intera equipe di educatori e di volontari del Sorriso! -ha ricordato la Troiano- Gli operatori del montaggio e fotografia Stefano Perego e Maria Bryzhko, sono stati bravissimi, e senza la loro competenza, professionalità ma soprattutto apertura verso il sociale, il risultato sarebbe stato ben diverso!” Un altro nome importante è intervenuto a sostegno della Cooperativa di Pessano, Marco Pagani. Il doppiatore e attore italiano, ha infatti messo a disposizione dei ragazzi, la sua voce narrante e la sua competenza.

Dunque i ragazzi si coccolano il loro premio, ma il successo è ben saldo al di là della vittoria, e sta tutto nell’esperienza in sé e nel suo valore sociale. “La Coop Il sorriso partecipa da sempre al Festival del Cinema Nuovo -ha raccontato Anna, che si è specializzata in educazione teatrale- e negli anni abbiamo potuto vivere l’evoluzione di un progetto a mio avviso culturalmente e artisticamente ambizioso, oltre che socialmente interessante e comunicativo! L’ uso di una cinepresa che filtra e amplia i colori umani attraverso la narrazione verbale e visiva, diventa a maggior ragione per i disabili un mezzo comunicativo di impatto immediato. Io credo moltissimo nella forza senza barriere che l’arte porta nella comunicazione sociale

Proprio in nome di questa importanza riservata per l’arte, a dicembre al teatro Delfino di Milano, i ragazzi del Sorriso di Pessano replicheranno uno spettacolo teatrale nato da un precedente loro cortometraggio: “sulla punta dei piedi“. Ma il percorso artistico prosegue con il gruppo de “i cantori del Sorriso“, con gli speaker radiofonici che hanno uno spazio mensile a Radio Cernusco Stereo, e con i Volontabili Clown !

A breve vi daremo ulteriori informazioni sul canale You Tube dove poter gustare questo piccolo corto da Oscar del Cinema Nuovo !