SEGRATE
LETTERATURA E GUERRA, PER COLTIVARE LA MEMORIA STORICA ATTRAVERSO LA CULTURA

Con il 2 giugno passato da poco, e il 25 aprile distante poco più di un mese,
l’importanza della memoria storica e della guerra, nel nostro paese viene posta al centro di molte riflessioni culturali.

Proprio sulla scorta di questi ricordi e della cultura, domani venerdì 6 giugno, la Biblioteca di Segrate, in collaborazione con l’Associazione D come Donna, presenta: “1914-2014: Trincee di inchiostro, La Grande Guerra nella letteratura italiana“, evento tenuto dal Prof. Mauro Novelli. L’incontro letterario è arrivato alla dodicesima edizione, oramai un tradizionale appuntamento segratese con la letteratura italiana, e questa volta si svolgerà alle 18.30 nella Sala Conferenze del Centro Verdi, in Via XXV Aprile.

Quest’anno il Prof. Mauro Novelli, docente di Letteratura Italiana Contemporanea presso l’Università Statale di Milano e autore di monografie e studi di ambito otto-novecentesco, presenterà con dovizia di particolari la “La Grande Guerra nella letteratura italiana”.

Dalle poesie di Giuseppe Ungaretti alle umili lettere dei fanti, passando attraverso racconti e memoriali come “Un anno sull’Altipiano“, di Emilio Lussu, per non dimenticare il fango delle trincee. Giusto un secolo fa l’Europa scese in un abisso di sangue e orrore. Fu allora che la migliore letteratura italiana abbandonò inni ed esortazioni, per giungere a una visione della guerra permeata dalla dolorosa consapevolezza della tragedia.

L’incontro sarà arricchito dalle letture della regista e attrice Noemi Bigarella.

Segnatevi sul promemoria l’evento, e che la cultura sia con voi.

GABRIELE ROSSI