BRUGHERIO
PARCO: TUTTE LE NOVITA’ DEL PROGETTO “I LOVE INCREA”.

Al hashtag #salvalagriglia, risponde l’ hashtag #iloveincrea2014.

No Banner to display

IL PROGETTO SPERIMENTALE  “I LOVE INCREA”
L’amministrazione comunale brugherese lo ha fatto partire con il 2014, e per tre anni vedrà lo stanziarsi di ben 550.000 euro per la valorizzazione del Parco: “250 per il corrente 2014 e i restanti divisi tra il 2015 e il 2016 con 150.000 euro l’anno” ha spiegato l’Assessore alla Gestione del Territorio Mauro Bertoni. Questi sono i corposi investimenti con i quali la Giunta Troiano si impegna davanti ai suoi cittadini per “riappropriarsi del Parco“, come detto dallo stesso Primo Cittadino, per salvaguardare la risorsa ambientale che rappresenta, introducendo migliorie all’accesso e alla viabilità per una fruizione più sicura, puntando sulla riqualificazione e la sostenibilità ambientale.

Questa conferenza segna un punto di svolta -ha detto il Sindaco Marco Troianoqui non si tratta di fare o no le grigliate, qui si tratta di riappropriarsi di un parco, renderlo vivibile e sostenibile dal punto di vista ambientale e comunitario. L’ordinanza è una misura propositiva, i parchi limitrofi, compreso il grande Parco di Monza, vietano le grigliate nel verde per preservare il loro patrimonio,  un motivo esiste ed è lo stesso che ha mosso la nostra scelta”.

Il divieto di grigliate, sebbene fulcro dell’interesse pubblico nell’immediato, non può quindi che essere considerato solo una delle tante voci all’interno di un progetto molto più ampio e ambizioso: “Puntiamo in alto con questo progetto e sappiamo di giocarci parte dei consensi se sbagliamo -ha dichiarato il Sindaco Marco TroianoMa possiamo garantire di aver studiato ogni possibilità, di aver lavorato con ogni cura e ogni mezzo, e siamo consapevoli che chiedendo molto, molto ci verrà chiesto, ci stiamo mettendo la faccia davanti ai nostri cittadini, ma con l’aiuto di tutti è una scommessa che possiamo vincere per il paese.”

E la scommessa è spiegata dalle parole dell’Assessore allo Sviluppo del Territorio Marco Magni, che ha illustrato le tre direzioni in cui si muoverà il primo passo del progetto “I Love Increa”:

 

DAL 5 APRILE GRIGLIATE NO, MA PICNIC A VOLONTA’
L’ordinanza vieta l’accensione di fuochi, anche quelli per le grigliate quindi, all’interno del parco Increa e di tutti i parchi e zone verdi del paese. L’Assessore Magni spiega così questa scelta: “Le spese affrontate dal Comune, e quindi a carico dei cittadini, per sanare e sostituire le strutture barbecue danneggiate, o per i servizi di pulizia del parco dopo i week end, sono esorbitanti. Inoltre controllare migliaia di persone che grigliano in qualsiasi punto del parco accendendo fuochi, è diventata ormai un’impresa impossibile ai fini della sicurezza“.
Le grandi mangiate al parco in compagnia non sono comunque messe a rischio, anzi, nuove ed attrezzate aree dedicate al picnic, che è consentito, verranno presto realizzate. Le pedane destinate alle griglie sono state riutilizzate per l’installazione di WC chimici, completamente assenti sino ad ora, e i cartelli di divieto sono stati installati in ben 9 lingue.

PARCHEGGI A PAGAMENTO PER I NON RESIDENTI
L’altra novità è l’affidamento alla cooperativa sociale “Il Ponte” Onlus, della gestione dei parcheggi. I residenti in città, potranno parcheggiare sempre gratuitamente, utilizzando la tessera che verrà consegnata prossimamente ad ogni famiglia. I visitatori esterni invece, se in auto o in moto, dovranno pagare il prezzo del parcheggio: 5 euro per le autovetture e 3 per le moto, ma solo nei week end e festivi. “Il parcheggio selvaggio è sempre stato uno dei problemi connessi al Parco -ha sottolineato Magni Puntiamo ad un’affluenza più regolata, e a rieducare la gente al rispetto degli spazi e dell’ambiente. Purtroppo se si contribuisce ad un servizio pagando, se ne considera maggiormente il valore e si spera non si deturpi ciò che si costruisce anche con i propri denari”. Gratuito per tutti sempre, l’accesso a piedi o in bici.

NAVETTA E BIKE SHARING PER RAGGIUNGERE IL PARCO
Oltre ai due parcheggi interni al parco, un terzo parcheggio verrà creato alla scuola Parini, dove sarà predisposta una navetta da 8 posti nei giorni di maggior affluenza, e dove sarà presente un servizio di bike sharing, con inizialmente 16 biciclette dotate di seggiolini per bambini, al costo forfettario di 2 euro. Da lì, partirà una pista ciclopedonale segnalata di 1600 metri, da Via XXV Aprile al parco, passando per Via Quarto, Via Lamarmora, Via Scesa e Via Increa.

MA CHI GESTIRA’ E REGOLAMENTERA’ IL PARCO ?
Il lavoro di controllo sarà affidato alla Protezione Civile, che ha in gestione il parco sin dal 1993, coadiuvata dall’ Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo. Gli agenti della Polizia Locale saranno di pattuglia nel parco per tutti i week end e i giorni festivi lungo la durata della fase sperimentale, da qui al 31 ottobre. I Carabinieri saranno presenti a spot durante le ore di pattuglia per le strade cittadine, e sia la Croce Bianca che la Croce Rossa, hanno dato disponibilità nel caso di dimostrazioni.

Alcune foto delle conseguenze lasciate dall'afflusso non regolato  di migliaia di persone, soprattutto durante il week end
Alcune foto delle conseguenze lasciate dall’afflusso non regolato di migliaia di persone, soprattutto durante il week end

 

Dunque un impegno preciso fatto di scelte che potrebbero sembrare impopolari, come il divieto di grigliate o il parcheggio a pagamento, ma il Sindaco è certo che “Le persone saranno d’accordo nel preservare una risorsa che da tempo rischiava di essere compromessa per comportamenti e usi inopportuni del parco”.

 

E VOI COSA NE PENSATE ?
Lasciate un commento sotto l’articolo e dite la vostra !