MELZO – “On the road”, 15 giovanissimi sulla strada con la Polizia locale

Foto da www.ragazziontheroad.it

Sulla strada, come dei veri agenti, per toccare con mano i pericoli di cui potrebbero essere protagonisti e per conoscere da vicino il lavoro di prevenzione svolto delle forze dell’ordine.

C’è anche il comando di polizia locale di Melzo tra i partecipanti a “On the road”, il progetto educativo che fino al 24 luglio coinvolgerà 15 ragazzi e ragazze delle scuole superiori delle provincie di Bergamo e Milano, tra cui anche due studenti provenienti dalla Francia.

I giovani protagonisti avranno la possibilità di osservare, anche affiancandoli, gli agenti di Polizia locale nell’attività di vigilanza stradale, in modo da rendersi conto dei reali pericoli ai quali sono esposti quotidianamente gli utenti della strada e da comprendere appieno l’importante attività svolta dai tutori dell’ordine.

L’iniziativa, giunta alla terza edizione e nata da un’idea dell’agente Giuseppe Fuschino e da un format del giornalista Alessandro Invernici, vuole infondere nei giovani la cultura della sicurezza stradale e del rispetto della legalità.

Melzo è l’unico tra i Comuni della Martesana a partecipare all’iniziativa, per volontà del comandante della Polizia locale Giansandro Caldara, che arriva proprio dalla bergamasca e ha quindi deciso di “importare” in Martesana il progetto. Così le porte del comando di piazza Vittorio Emanuele si apriranno per tre ragazzi, mentre l’anno scorso solo un giovane ha potuto partecipare.

I giovani, tra i 16 e i 20 anni, affiancheranno gli agenti in tutte le attività, diurne e serali, indossando pettorina e cappellino come dei veri vigili. Il tutto verrà documentato dagli stessi protagonisti attraverso video e interviste che saranno poi trasmesse sulla web tv del sito www.ragazziontheroad.it.

Foto da www.ragazziontheroad.it

Inoltre quest’anno il progetto  si amplia coinvolgendo gli studenti universitari, impegnati nelle vesti di “Reporter on the road”. Cinque giovani neolaureati e laureandi dell’Università degli Studi di Bergamo scriveranno, sotto l’attenta supervisione del Comitato organizzatore, articoli di stampa per documentare l’attività svolta “On the Road”.

Visitando la Web Tv, inoltre, gli internauti potranno votare l’ “Agente Ideale 2011” e il miglior “Reporter On the Road”. Al termine dell’iniziativa tutti i protagonisti riceveranno crediti formativi scolastici e una borsa di studio per l’impegno profuso nel corso delle cinque settimane.

Eleonora D’Errico