COLOGNO – Un’acqua così buona da meritarsi una casa

A Cologno Monzese arriva la Casa dell’Acqua, impianto per la distribuzione di acqua di rete naturale e frizzante, realizzato da CAP Holding in collaborazione con il Comune. Sabato 19 giugno, alle ore 11, presso il parco di viale Marche, si svolgerà la festa di inaugurazione, a cui prenderanno parte il sindaco Mario Soldano e il presidente di CAP Holding Alessandro Ramazzotti.Ai residenti presenti sarà data una bottiglia di vetro che riporta l’etichetta dell’Acqua di Cologno Monzese con i risultati delle ultime analisi effettuate sull’acquedotto cittadino e il confronto con i parametri di legge: un omaggio di CAP Holding e del Comune per ricordare ai cittadini che “bere acqua di rete, del proprio rubinetto di casa o della Casa dell’Acqua, è una scelta sicura, economica e amica dell’ambiente”!

No Banner to display

La Casa dell’Acqua costituisce un’occasione concreta per rammentare a tutti che l’ambiente va salvaguardato – ha commentato il sindaco Soldano – La nuova struttura, realizzata da CAP Holding nella nostra città, testimonia attenzione e sensibilità per i problemi ecologici. Abbiamo lavorato per far realizzare questa moderna fonte e il nostro messaggio vuole essere: risparmiamoci il costo diretto dell’acqua imbottigliata, perché l’acqua del rubinetto è tanto buona da meritarsi una casa. Basta allo scempio delle bottiglie di plastica, alle montagne di rifiuti, al traffico pesante che porta l’acqua a passeggio con costi astronomici”.

Oggi le Case dell’Acqua erogano in media 3000 litri al giorno per ogni struttura, che equivalgono a un risparmio quotidiano di circa 2000 bottiglie di plastica da un litro e mezzo – ha aggiunto il presidente di Cap Holding – Sono diventate inoltre punti di aggregazione e socializzazione e luoghi privilegiati di comunicazione fra istituzioni e cittadini. Un grande successo e un’occasione per promuovere l’acqua del rubinetto, che è ottima da bere e rispetta l’ambiente, perché riduce la produzione, lo smaltimento e il trasporto di ingenti quantità di plastica”.