Giornata Mondiale del Tai Chi: Vimercate capitale per un giorno

Sabato 27 Aprile l'appuntamento per chi vuole scoprire, provare e praticare l'antica disciplina cinese, all'insegna dell'armonia, del movimento lento e del benessere

Un onda, un respiro che dall’estremo oriente coinvolgerà milioni di persone, e che lungo il suo percorso si fermerà anche tra Milano e la Brianza, più precisamente a Vimercate, in Piazza del Linificio, angolo via Milano, dove Sabato 27 Aprile dalle 10.00 alle 12.00, curiosi, appassionati e praticanti avranno l’opportunità di provare il Tai Chi, arte marziale che affonda le sue radici nell’antica Cina, all’insegna dei movimenti lenti, dell’armonia, della respirazione e del benessere psicofisico.

L’EVENTO 

Le 10 del mattino, l’orario scelto da oltre 60 Nazioni in cui far partire l’evento che dal 1999 ad oggi ha visto milioni di partecipanti in tutto il mondo. Dalla Nuova Zelanda, passando per Oceania, Asia, Europa, Nord America e Sud America per poi terminare con gli ultimi eventi nei fusi orari della Hawaii il giorno dopo. Un unico grande respiro, con lo scopo di far conoscere al mondo gli innumerevoli benefici che questa disciplina è in grado di offrire per migliorare gli aspetti della propria vita. «Siamo molto orgogliosi di far parte di questo grande abbraccio mondiale – ha detto Roberto Fiume, insegnante e Presidente dell’Associazione Le Radici e Le Aliad una disciplina che promuove l’armonia, il benessere, la socialità e perché no il sorriso, cose di cui, a mio parere, c’e molto bisogno in questo momento».

PERCHÈ IL TAI CHI

I benefici sul corpo e sulla mente di questa disciplina, nata come arte marziale e che si è poi diffusa come ginnastica e tecnica di medicina preventiva, sono davvero moltissimi. I movimenti lenti morbidi e circolari che mimano una danza ma che in realtà simboleggiano una lotta con un opponente immaginario, acquietano la mente, rilassano il corpo e lo guidano in maniera più armoniosa e consapevole, stimolandone  allo stesso tempo il libero fluire dell’energia vitale, l’armonia e l’equilibrio tra corpo, mente e spirito. Benefici questi, che non tarderanno a migliorare la propria postura, il  sistema nervoso la circolazione, tonificando la muscolatura e andando ad agire sulla gestione dello stress, con una sensazione di benessere diffuso, un vero toccasana nella vita frenetica della metropoli di tutti i giorni e motivo sostanziale della sua rapida diffusione tra tutte le fasce di età e di estrazione socioculturale della popolazione.

L’ASSOCIAZIONE: LE RADICI E LE ALI

Ad organizzare l’originale appuntamento, una realtà che dal 2007, si occupa sul territorio della provincia di Milano e di Monza e Brianza, di promuovere l’antica Pratica Cinese del Tai Chi in tutti i suoi aspetti (meditativo, salutare, marziale), ma anche diverse pratiche meditative e di guarigione ed altre arti marziali interne, e che sul territorio della Martesana ha all’attivo anche un corso di Tai Chi presso la Filanda di Cernusco.

Un punto di riferimento ormai consolidato per gli amanti delle discipline orientali, ma anche occidentali, (QUI tutti i corsi dell’associazione), purché finalizzate a trovare un nuovo rapporto con il proprio corpo, o meglio, con il proprio “esistere”.

GLI INSEGNANTI 

Ricerca, passione, disciplina e tanta dedizione, attraverso lezioni che sono un momento di apprendimento continuo, e che pongono l’istruttore semplicemente poco più avanti su una strada che si percorre tutti insieme. Sono questi gli ingredienti segreti degli insegnanti dell’Associazione Le Radici e Le Ali, tutti iscritti e diplomati presso la scuola del Centro Ricerche Tai Chi, l’associazione fondata a Venezia dal M° Franco Mescola con l’obiettivo di studiare e approfondire il Tai Chi come proposto dal  M° Chang Dsu Yao. Un approccio che si contraddistingue con la consapevolezza che un’arte così profonda non possa essere esperita nella sua totalità senza una adeguata apertura mentale.

Per conoscere associazione e insegnanti, per provare, conoscere o solo per trascorrere qualche ora all’insegna dell’armonia di corpo, spirito e mente non rimane che segnarsi l’appuntamento e fare un salto a Vimercate contribuendo ad entrare così in un pezzo di storia mondiale ddi questa antica pratica.