A Gessate il primo murale del Gruppo Artisti Gessatesi “IL GELSO”

Un messaggio di speranza in un futuro migliore

Il Gruppo Artisti Gessatesi “IL GELSO”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, ha dato vita all’iniziativa “ARREDO URBANO” con l’obiettivo di abbellire angoli e scorci del territorio.  Il primo murale è stato realizzato e ultimato, sotto la guida dell’artista Enzo Leoni, e con i suoi variegati colori riempie un tratto di via Libertà.

Il Gelso: «E’ un messaggio di speranza»

Un murale è un dipinto realizzato su una parete, un soffitto o un’altra larga superficie permanente in muratura. Il termine indica anche il genere di pittura, ed è divenuto celebre per il movimento artistico messicano noto come “muralismo”.

«L’Italia è una nazione fortunata dal punto di vista artistico perché sul nostro territorio insistono numerose Città d’Arte, retaggio del nostro passato medievale e rinascimentale– ha dichiarato Daniele Rubini presidente del Gruppo Artisti Gessatesi “IL GELSO” –. In epoca moderna un notevole numero di cittadine, paesi e borghi hanno realizzato abbellimenti artistici sui muri delle vecchie case, creando visioni artistiche piacevoli e anche di notevole spessore».

 

«Il Gruppo Artisti Gessatesi ha pensato di abbellire con gigantografie e murales alcune zone del paese-ha spiegato Daniele Rubini- Così è nata l’idea che abbiamo denominato “ARREDO URBANO”. Lo scopo è quello di rendere meno “grigie” alcune delle strade cittadine, senza grandi ambizioni, ma con grande passione».

Il murale è stato ideato e progettato dal socio artista Enzo Leoni insieme ad altri soci e alla sua realizzazione hanno impiegato diverse settimane di lavoro nella condivisione di un’opera collettiva per la comunità.

«Il murale, realizzato a pennello con colori acrilici, rappresenta alcuni ragazzi che “strappano” le immagini del presente grigio, inquinato e pericoloso, aprendo una prospettiva di serenità e pulizia di un mondo ideale. È un messaggio di speranza-ha concluso Daniele Rubini- Oltre alle quattro gigantografie installate sulla Casa comunale, nel piazzale della Chiesa e in via Badia abbiamo in cantiere la realizzazione di altre opere che i affiancano ad altre progettualità ed iniziative che curiamo nell’ambito del nostro territorio quali, solo per citarne alcune, un grande quadro nel corridoio dell’Anagrafe o l’esposizione nell’atrio del Municipio di “un’Artista in Comune».

 

Augusta Brambilla