Vimodrone: è venuto a mancare il partigiano Angelo Bonetti

Nel 2016 aveva ricevuto la Medaglia per la Liberazione. il sindaco Veneroni: «I suoi valori e la sua passione civile però ci accompagneranno sempre»

Vimodrone perde un pezzo fondamentale di memoria. E’ venuto a mancare Angelo Bonetti, partigiano residente in città dal 1948 che durante la seconda guerra mondiale ha scelto in modo chiaro e netto da che parte stare. Scampato all’arruolamento nella X Mas, Bonetti ha infatti combattuto sulle montagne e nelle valli bergamasche, unendosi alla brigata partigiana Issel.

«La scomparsa di Angelo Bonetti rende Vimodrone più povera – ha dichiarato il sindaco di Vimodrone Dario VeneroniI suoi valori e la sua passione civile però ci accompagneranno sempre ricordandoci ogni giorno quanto sia bella, importante e mai scontata la libertà».

Un impegno riconosciuto negli anni, con il culmine nel 2016, quando il Ministro della Difesa Roberta Pinotti li ha conferito la Medaglia per la Liberazione, «in ricordo del suo impegno, durante la Seconda Guerra Mondiale, per l’affermazione dei principi di libertà ed indipendenza sui quali si fonda la nostra Repubblica».

Il ricordo della Liberazione

In occasione del 25 aprile 2020, vista la piena emergenza pandemica che impediva le classiche celebrazioni, il primo cittadino di Vimodrone ha contattato telefonicamente Angelo Bonetti, che ha voluto condividere alcuni suoi ricordi personali sui giorni immediatamente precedenti la liberazione dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista.