I Sindaci del territorio al nuovo centro civico di Bussero per rilanciare CEM Ambiente

Strategie e nuove metodologie per migliorare il territorio in termini di sostenibilità da qui a cinque anni. Il piano per rilanciare Cem Ambiente al centro del tavolo di confronto tra i sindaci

Bussero c’è, così come il suo nuovissimo Auditorium in via Carabinieri Caduti, e l’azienda a partecipazione pubblica che sul territorio si occupa di ambiente e gestione di rifiuti. Lo spazio polifunzionale è infatti stato scelto come sede dell’incontro “Sullo stesso Piano“, organizzato da CEM Ambiente sabato 23 ottobre, a cui hanno partecipato oltre 40 amministratori pubblici, tra sindaci, assessori, consiglieri della zona. È stato così aperto un confronto tra realtà del territorio, con l’obiettivo di predisporre un documento strategico che verrà adottato nei prossimi cinque anni.

L’Auditorium di Bussero sede dell’evento

Il centro civico, in pochissimo tempo, è diventato a tutti gli effetti la sede culturale, sociale e sportiva della Città di Bussero ed è già punto di riferimento per la zona.

«Lo avevamo annunciato è cosi è stato– ha dichiarato soddisfatto il Sindaco di Bussero Curzio Rusnati- lo spazio che abbiamo da poco restituito alla comunità dovrà essere al servizio dei cittadini, del territorio, ma anche delle istituzioni, e aver ospitato una delle più grandi aziende partecipate del nostro territorio, in un evento che ha messo al centro lo sviluppo, la crescita, il rilancio e le prospettive future, non può che essere di buon auspicio per Bussero e per tutto l’hinterland milanese».

L’ incontro si è svolto presso il nuovo Auditorium, che ospita un teatro con 380 posti a sedere e un sottocupola di  400 mq. Durante la convention gli amministratori si sono confrontati in tavoli di lavoro e workshop mettendo al centro idee e soluzioni originali in termini di servizi, impiantistica e comunicazione.

Un incontro di idee

La riflessione portata avanti durante la convention “Sullo stesso piano” è stata declinata in tre grandi argomenti: servizi, impiantistica e comunicazione. In particolare si è discusso sulle politiche del riuso, dell’economia circolare. La parola cardine dei contributi e delle soluzioni è stata «collaborazione»: parlare di sostenibilità in modo coeso, allo stesso modo in tutto il territorio, coinvolgendo il più possibile i cittadini.

«È stato molto importante e proficuo – ha dichiarato il Presidente di CEM Ambiente Giovanni Melevedere concretizzato il lavoro di trasparenza, condivisione e partecipazione che stiamo improntando da mesi. Un lavoro non facile ma che oggi ha dato i primi frutti e che ci spinge a sostenere con forza la necessità di un dialogo sempre più profondo e chiaro, soprattutto in questa importante fase di crescita, tra la nostra società e i Sindaci dei nostri Comuni soci».

Si aspetta ora la stesura e la sottoscrizione del documento strategico che indirizzerà le azioni delle amministrazioni del territorio fino al 2026.