A Gorgonzola si torna a parlare del progetto di riqualificazione del Molino Vecchio

Patrimonio culturale e storico della città

L’Amministrazione comunale di Gorgonzola, nel 2020, ha ripreso le fila del progetto di riqualificazione del Molino Vecchio, luogo caro ai cittadini per la sua valenza storica, culturale e ambientale. L’obiettivo è quello di comprendere quali possano essere le modalità di intervento atte a garantire la conservazione e l’attuazione di un piano di recupero del bene.

Storia locale e tradizione contadina

Il Molino Vecchio è un esempio di quella diffusa rete di attività molitoria che aveva nella fascia irrigua a sud del naviglio della Martesana il suo punto di forza e, ancora oggi, è uno dei più antichi mulini ancora esistenti.

Nel 2005 l’Amministrazione comunale ha acquistato il complesso di edifici a sinistra della roggia, dove è posizionata la grande ruota in ferro, con l’intento di procedere al restauro conservativo del bene vincolato nel 2009 dalla Soprintendenza per il suo pregio storico ed ambientale, destinandolo a un uso pubblico con finalità educative, didattiche, sociali e di promozione culturale e turistica.

Molino Vecchio è un simbolo della storia locale legata alla vita rurale e artigianale della tradizione contadina unito alla operosità degli abitanti di un tempo per lo sfruttamento  delle acque per finalità produttive.

«L’Amministrazione comunale nel 2020 ha deciso di comprendere quale fosse il punto di partenza per rivalutare una modalità di intervento che possa garantire la conservazione del bene prima di tutto e poi la possibilità di un intervento di recupero diviso in fasi e per il quale sia possibile reperire dei fondi progressivamente – ha dichiarato l’assessore al Territorio Nadia Castelli -Gli uffici tecnici comunali hanno svolto un’attività preliminare per capire come sia possibile la messa in sicurezza dell’edificio tutelato e mettere in atto delle operazioni di consolidamento e di conservazione al fine di evitare il completo degrado e restituirlo, con nuove destinazioni, in condivisione con la cittadinanza».

L’intervento riguarderebbe tutto il Molino Vecchio, compreso l’immobile confinante, non soltanto la parte vincolata e attualmente non sono ancora stati stanziati a bilancio i fondi per la sua realizzazione. 

«Il nuovo progetto deve tenere conto dello stato attuale di forte degrado, peggiorato a partire dal 2012 che non rende attuabile il progetto approvato in questi anni. Per una prima fase dei lavori è stata fatta una stima di 270 mila euro che non è una cifra esatta ma un quadro di riferimento – ha concluso l’assessore Nadia Castelli – Riteniamo comunque importante e fondamentale valorizzare il patrimonio storico esistente del Comune di Gorgonzola in una prospettiva anche di attenzione complessiva al patrimonio per creare dei veri e propri percorsi di attenzione legati alle ciclabili lungo il naviglio Martesana che possano collegare tra loro i diversi ambiti storici di interesse che esistono sul territorio e necessitano di migliore valorizzazione».

La 10° edizione del censimento “Luoghi del cuore Fai 2020”, che si è conclusa il 15 Dicembre 2020, ha visto il Molino Vecchio occupare l’85ma posizione con 3277 voti totali. I risultati finali verranno annunciati tra il mese di Febbraio e di Marzo 2021.  

Augusta Brambilla