Lombardia, al via la distribuzione di 3,3 milioni di mascherine

La distribuzione è già partita. Alla provincia di Milano ne spettano 900.000. Regione Lombardia assicura ruolo dei comuni nella distribuzione

Foto di Regione Lombardia

Regione Lombardia distribuirà gratuitamente 3.300.000 mascherine per dare seguito all’ Ordinanza valida da ieri, Domenica 5 aprile, che obbliga tutti i cittadini lombardi all’ utilizzo (o in alternativa a coprirsi naso e bocca con qualsiasi strumento di protezione, come foulard e sciarpe). Alla provincia di Milano sono destinate 900.000 mascherine che saranno reperibili in tabaccai, edicole, negozi di vicinato, supermercati e uffici postali.

Una misura voluta dal Presidente della Regione Attilio Fontana e che anche altri suoi colleghi governatori – come Enrico Rossi in Toscana – potrebbero adottare «L’ordinanza sul coronavirus emessa Sabato 4 aprile obbliga a coprirsi bocca e naso per contribuire a impedire il contagio – ha detto Attilio Fontana -. Domenica 5 la Protezione civile regionale ha iniziato la distribuzione, gratuitamente, di mascherine per il coronavirus a tutti i soggetti fornitori di servizi essenziali, una prima parte delle mascherine che serviranno per poter rispettare al meglio l’ordinanza regionale».

La distribuzione 

A spiegare come avverrà – in realtà sta avvenendo – la distribuzione è stato Pietro Foroni, assessore regionale con delega alla Protezione Civile «Abbiamo provveduto a una iniziale fornitura dei dispositivi, ma il piano proseguirà con l’arrivo di altro materiale, anche grazie al contributo di alcune imprese lombarde che le produrranno – ha detto -. Il piano prevede la distribuzione di 3,3 milioni di mascherine. E 300.000 di queste, grazie a un accordo con Federfarma che, da Lunedì 6 aprile, comincerà a rifornire le farmacie – ha sottolineato – saranno gratuitamente disponibili a partire da metà settimana per chi ne avesse bisogno o per una sostituzione di un prodotto non adeguato. Sarà poi la stessa farmacia a individuare le persone in condizioni fragili perchè vengano loro consegnate. Di questi 3 milioni, circa 440.000 – ha spiegato – sono già state distribuite tra Mercoledì 1 aprile e Giovedì 2. Già oggi 2,5 milioni di pezzi sono nei capoluoghi di provincia e nei territori e, da Lunedì 6, inizierà la distribuzione, coinvolgendo sindaci e territori, nei vari negozi, supermarket, tabaccherie, poste e in banca».