Segrate, nastri rotti e transenne spostate per entrare nei parchi

A denunciarlo è stata la Polizia Locale. «Fermiamo questo virus con i nostri comportamenti». Gli agenti di segrate hanno donato le giornate lavorative del weekend al San Raffaele

foto: polizia locale segrate

Transenne spostate e nastri rotti. Così si sono presentati gli ingressi di alcuni parchi di Segrate – chiusi con Ordinanza – agli occhi della Polizia Locale che da giorni presidia il territorio per far rispettare il Decreto della Presidenza del Consiglio per il contenimento del contagio da Covid-19. Entrare a giocare o per portare il cane. Esattamente non si possono sapere le ragioni che hanno spinto alcune persone a compiere un gesto che, oltre a violare un’ordinanza, denota sicuramente scarso senso civico.
«Desideriamo esprimere la nostra delusione nel constatare che tra i nostri concittadini ci siano alcune persone che non hanno capito l’importanza dell’emergenza COVID – 19 che stiamo vivendo. Trovare gli ingressi dei parchi con le transenne spostate, il nastro rotto ci rammarica» hanno scritto gli agenti della Locale sulla loro pagina Facebook per poi ricordare l’importanza di seguire determinati comportamenti. «Ancora non ci è vietato del tutto di uscire di casa – hanno proseguito – ma dobbiamo imparare ad auto limitarci, per il bene nostro e di chi ci sta attorno. Fermiamo questo virus con i nostri comportamenti corretti, stare nei parchi, sulle piste ciclabili, passeggiare e incontrarsi è un rischio! È il momento di fare delle scelte per limitare la diffusione del virus. Limitiamo le nostre uscite – hanno concluso – non assembriamoci, manteniamo le distanze».

La donazione

E’ notizia di oggi, Martedì 17 marzo, che la polizia locale di Segrate ha donato la giornata lavorativa dello scorso fine settimana all’ospedale San Raffaele. «Abbiamo fatto una lunga riflessione prima di pubblicare questo post – hanno scritto -ma abbiamo pensato che potesse essere di esempio e di incoraggiamento per tutti».