La questione Trump-Iran è ormai sulla bocca di tutti – e non potrebbe essere altrimenti nell’epoca di un web che tende vertiginosamente al 3.0 – e oltre a economisti, politici e scrittori anche i fumettisti vogliono dire la loro. Se il bello della satira è la legittimità di scomodare piccoli e grandi poteri con gli strumenti pacifici dell’ironia e della comicità – e molto spesso anche del più tagliente sarcasmo – oggi è a Cernusco che è stato conferito l’onore, grazie a una citazione di Mario Natangelo, fumettista, giornalista e storico vignettista de il Fatto Quotidiano.

No Banner to display

LA VIGNETTA DI NATANGELO

La vignetta – pubblicata oggi sulla pagina Facebook di Natangelo – vede un villoso ministro degli Esteri Di Maio intento a domandarsi come prendere spunto dalle politiche repubblicane USA per «sviare l’attenzione dai casini del M5S» bombardando qualcuno: la scelta ricade proprio su Cernusco sul Naviglio, con buona pace – e tante risate – di chi ci abita o lavora.
Nel bene e nel male purché se ne parli, si diceva: noi intanto, alla sede della redazione, prepariamo il bunker.