Arte: arriva Ritratto, la mostra a Brugherio

Ventiquattro artisti esporranno le loro opere mettendo in mostra il rapporto tra artista e soggetto

Un ritratto dell'artista Francesco Parimbelli - immagine di repertorio

È un evento tutto dedicato agli amanti dei ritratti quello che si svolgerà a Brugherio sabato 18 gennaio alle 16.30, nella Galleria espositiva di Palazzo Ghirlanda Silva, dove verrà inaugurata la mostra “Ritratto”, aperta al pubblico fino a domenica 9 febbraio.

RITRATTO, LA MOSTRA

La mostra, che fa parte del progetto ideato da Ponte43 I temi dell’arte, è stata realizzata dal Comune di Brugherio e dall’Assessorato alle Politiche culturali in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale “Heart-Pulsazioni culturali”, con la curatela scientifica di Armando Fettolini e Simona Bartolena.

IL TEMA DEL RITRATTO

Tra tutti i generi artistici, il ritratto è quello in cui più evidente è il rapporto tra artista e committenza: un legame indispensabile e indissolubile, che racconta questioni sociali, posizioni di potere, relazioni professionali ma anche amicizie e vicinanze affettive. Nel ritratto emerge la relazione tra due individui a confronto, si mettono in luce i loro ruoli, si sottolineano i caratteri, le personalità, le intenzioni. Questa nuova tappa del progetto I temi dell’arte indaga, dunque, uno dei generi pittorici più interessanti della storia dell’arte.

L’esposizione propone una riflessione sul tema attraverso le opere di artisti, tra loro molto diversi nel linguaggio, nelle scelte tecniche e nella storia personale, che si sono dedicati al ritratto nell’età contemporanea. Artisti già storicizzati sono messi in dialogo con giovani emergenti, selezionati in virtù della loro frequentazione del genere e per la loro personalità nell’affrontarlo.

LE OPERE ESPOSTE

Sono più di una ventina gli artisti presenti che esporranno i loro ritratti, con tecniche e stili diversi,  in un viaggio che parte dalla metà del Novecento fino ad oggi, dalla Repubblica Ceca alla Lombardia: Vincenzo Balena, Piera Biffi, Gianfranco Bonetti, Felice Bossone, Roberta Coni, Rita Duchi, Paolo Facchinetti, Fausto Faini, Manuel Felisi, Marco Grassi, Jiȓí Kolář, Andrea Mariconti, Andrea Martinelli, Ettore Moschetti, Giacomo Nuzzo, Fabio Presti, Gianni Secomandi, Giovanni Sesia, Chiara Soldati, Matteo Tenardi, Giorgio Tentolini, Giovanni Testori, Nicolò Tomaini, Paolo Vallorz.

QUANDO VISITARLA

La mostra sarà visitabile dal martedì al sabato dalle 15 alle 18, la domenica dalle 15 alle 19. Resterà chiusa di lunedì.

Domenica 2 febbraio sarà possibile effettuare una visita guidata, alle 17.00, con la curatrice Simona Bartolena, previa prenotazione online sul sito di Ville Aperte.

 

Augusta Brambilla