Pioltello, titolare del bar nasconde le pistole nella macchina del caffè e sotto il bancone

Ai domiciliari il titolare del circolo privato di via Leoncavallo al Satellite

Due pistole semi automatiche ben nascoste sotto la grata della macchina del caffè e sotto il bancone del bar, una risultata rubata a Como durante in furto in abitazione e l’altra clandestina, in quanto sprovvista del numero di matricola: sono queste le cause dell’arresto del 42enne titolare di un bar al Satellite – già con precedenti penali – a cui è appena stata notificata la sospensione della licenza di circolo privato per la durata di 10 giorni.

LA VICENDA

Le armi, trovate a settembre dai Carabinieri di Pioltello ben nascoste all’interno del bar dell’uomo, ne hanno causato l’arresto. Ora al 42enne, che si trova ai domiciliari per porto illegale d’armi, possesso d’arma clandestina e ricettazione, è stata sospesa temporaneamente anche la licenza dell’associazione culturale di via Leoncavallo.

I controlli erano partiti a causa dei precedenti penali e di polizia degli avventori del locale, che hanno poi portato alla scoperta delle armi. Il titolare avrebbe giustificato il loro possesso raccontando di problemi avuti in Albania diversi anni fa, e della necessità di garantire la propria sicurezza.