Il voto sulle sponde del Naviglio. Le cinque sorprese delle elezioni nei comuni della zona

Percentuali, analisi e curiosità sull'andamento del voto in Martesana

Nonostante il quadro politico a livello nazionale sia ancora incerto e fumoso, i primi dati che arrivano dallo spoglio delle schede ci forniscono informazioni importanti per quanto riguarda la Martesana.

In linea con il resto del nord Italia, anche la Martesana ha visto la netta affermazione del centrodestra sia alla Camera che al Senato. In particolare, all’interno della coalizione, la Lega prevale su Forza Italia andando ben oltre il 20%. Abbiamo deciso dunque di analizzare i dati relativi alla Camera, confrontandoli con quelli delle Politiche del 2013, e di riportare le 5 sorprese più significative in Martesana.

  1. A Pioltello il Movimento 5 Stelle diventa il primo partito sfiorando il 30% dei consensi. Non era mai successo in precedenza poiché, nonostante il 23% raggiunto alle elezioni politiche del 2013, alle comunali i grillini erano stati fortemente ridimensionati. Il PD perde all’incirca 2000 voti (da 5148 a 3186) e la Lega fa incetta di voti a discapito di Forza Italia.
  2. A Segrate la Lega triplica la sua percentuale passando dal 6,7% del 2013 al 19,1% di quest’anno. Il PD si mantiene il primo partito perdendo poco meno di 500 voti che, visti i risultati locali e nazionali, è quasi un lusso. L’affluenza registra un calo del 4%.
  3. A Cernusco forse il dato più curioso che abbiamo analizzato finora. La coalizione di centrosinistra alla camera si aggiudica 6653 voti che sono esattamente lo stesso numero di voti che prese la coalizione di centrosinistra, allora guidata da Bersani, nel 2013. Quando si dice “elettorato fedele”. Il PD, così come a Segrate, rimane il primo partito confermando quella tendenza, emersa anche in occasione del referendum costituzionale, che classifica le due città come roccaforti “rosse” in una marea blu.
  4. A Bussero è boom di Liberi e Uguali che, nonostante risultati deludenti e molto sotto le aspettative a livello nazionale, sul territorio busserese riesce a raggiungere il 6,8% doppiando la percentuale del collegio. A Carugate Lega, 5 Stelle e PD raggiungono quasi una parità perfetta intorno al 25% anche se per poco la spunta il PD.
  5. A Cassina la coalizione di centrodestra, che nel 2013 aveva primeggiato per meno di un punto percentuale su quella del centrosinistra, rifila quasi 12 punti percentuali di differenza agli avversari. Il Movimento 5 stelle, anche in questo caso, si attesta invece come primo partito.

Scopri qui tutti i risultati elettorali dei Comuni della Martesana.