CASSINA DE’ PECCHI
LA CITTA’ SI STRINGE INTORNO ALLE DUE RAGAZZE RIMASTE SOLE DOPO LA TRAGEDIA DI VIA NAPOLI DELL’ANNO SCORSO

Progettualità e solidarietà  hanno trovato la strada giusta per integrarsi  a Cassina de Pecchi, e l’iniziativa prevista per martedì 30 maggio alle 19.30 “Giocando in compagnia e solidarietà” è un esempio concreto. Esattamente un anno fa una terribile tragedia ha coinvolto i genitori di  Martina e Roberta, rispettivamente  di 14 e  8 anni, che si sono trovati nel giro di poche ore sole e vittime finali della tregedia stessa (QUI il triste episodio di cronaca).

L’amministrazione comunale in collaborazione con Volley Cassina e  ASDAE  ha così organizzato per “ricordare e non dimenticare”,  un torneo di pallavolo, nella  palestra di piazza unità d’Italia per raccogliere fondi per il progetto di welfare comunitario “Adotta Martina, Roberta e la comunità”, perché la “polis” si deve prendere cura  dei membri più deboli.  E’ quello che si chiama welfare di comunità dove, con la collaborazione  del Tavolo del Terzo settore, presenti le realtà sociali del territorio,  mettono  in rete conoscenze, eccellenze, iniziative, per dare risposte concrete e comuni ai bisogni di tutti i giorni praticare azioni coordinate per far fronte  alle criticità e alle difficoltà, sempre più presenti e che colpiscono le persone fragili.

C’è voluta una grande e profonda elaborazione perché  pensieri, parole emozioni   trovassero una risposta con un senso  compiuto, si elaborasse  il dolore  per  trovare le giuste opportunità per il futuro delle due ragazzine, rimaste sole un’anno fa. Da qui un progetto di “care”, di cura, di vicinanza, non solo per Martina e Roberta ma anche per tutti coloro che, in qualche modo in Cassina, vivono delle fragilità.

Da subito l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno sostenere Martina, Roberta e la sua comunità, intesa come luogo di relazione,  con un segno concreto e tangibile, aprendo un fondo il cui ricavato verrà devoluto per il 90% alle due minori, permettendo in tal modo alla comunità stessa, di prendersi cura a distanza di Martina e Roberta. Il restante 10% favorirà forme di solidarietà attive e per promuovere la corresponsabilità dei cittadini nel prevenire le fragilità dei più deboli. Non a caso  in via sperimentale è stato declinato  anche  uno screening preventivo a favore della popolazione anziana, in collaborazione con le realtà sociali locali e con un cittadino responsabile attivo che metterà a disposizione gratuitamente le sue competenze mediche.

L’appello dell’amministrazione andrà una doppia direzione. Una  donazione attraverso il Bollettino di C/C postale n° 24050221 oppure C/C presso Banca Popolare di Milano IBAN IT95O0558432810000000000800 intestato a Comune di Cassina de’ Pecchi, causale Welfare comunitario: adotta Martina, Roberta e la comunità. Sarà possibile inoltre mettersi a disposizione della comunità diventando quindi corresponsabile e attivarsi per sostenere il progetto nelle forme e nei modi più adatti: scrivendo  a p.sociali@cassinadepecchi.gov.it

FRANCA ANDREONI