BRUGHERIO
MISSIONE COMPIUTA: I 250 BIGLIETTI POSTALI SONO RITORNANTI DALLA FRANCIA CON DOPPIO ANNULLO

Il lungo viaggio dei biglietti postali firmati Brugherio/Le Puy En Velay si è finalmente concluso. A settembre di biglietto postale Circolo Filatelico ritorno-1quest’anno il Comune, in collaborazione con il Circolo Filatelico Numismatico Mario Bella, aveva annunciato la vendita di 250 biglietti postali pronti per vivere un viaggio che li avrebbe riportati nelle mani degli acquirenti carichi di significato.

I biglietti, dalla bordatura che sfuma da i colori della bandiera italiana fino a quelli del drappo francese, hanno superato i confini nazionali per approdare a Le Puy en Velay (cittadina francese gemellata con Brugherio) vivendo persino un viaggio in mongolfiera sopra la cittadina organizzato dalla Compagnia della Mongolfiera di Brugherio.

“In tutto 250 biglietti postali, numerati da 001 a 250, utilizzabili per spedire una missiva, anche al di fuori dei confini italiani, e ricevere la risposta sempre col medesimo documento -spiegano dal Comune- L’impegno era che a fine viaggio di andata e ritorno Brugherio-Le Puy, sulle due facciate ci sarebbero due francobolli, uno italiano e uno francese, annullati rispettivamente con i timbri postali di Brugherio e  di Le Puy con annesso trasporto in mongolfiera”.

 

Lo scopo di questa curiosa impresa era di riportare i biglietti in Italia, pronti per essere conservati o spediti dai proprietari, provvisti di “prove” del loro percorso:  “I biglietti postali presentati “nudi” alla prenotazione –ha spiegato Sergio Peraboni, responsabile delle relazioni esterne del Circolo– recano ora francobollo italiano e annullo comprovante l’inizio viaggio alla data del 31 ottobre 2016, timbro dell’associazione filatelica di Le Puy comprovante l’effettivo arrivo a destinazione, francobollo e annullo francese a testimonianza dell’inizio del viaggio di ritorno, timbro del Circolo di Brugherio quale controprova del ritorno al mittente e dichiarazione di posta aerea trasportata a mezzo mongolfiera”.

Non è un caso che questa iniziativa sia sorta proprio quest’anno: il desiderio di rafforzare il senso di appartenenza alla città nasce dai lunghi festeggiamenti per il 150esimo di fondazione del Comune, che ha visto impegnati anche associazioni e cittadini per tutta la durata del 2016. Dopo tre mesi di attesa, i biglietti sono ritirabili (da coloro che li avevano prenotati) il martedì dalle 20.30 alle 22.00 presso la sede del Circolo di via San Giovanni Bosco 29 a Brugherio, ed è possibile ricevere informazioni ai numeri 320.9056004 e 335.5460648.

Un viaggio appositamente lento – ha concluso Peraboni – per far assorbire a queste lettere un autentico sapore di “storia postale”, voluta e realizzata con la collaborazione di associazioni culturali italiane e francesi, servizi postali italiani e francesi, mezzi di trasporto terrestri e aerei”. Un viaggio incredibile che riporta nelle mani dei cittadini un pezzo di storia destinato a durare.

ELEONORA RIVA