VIMODRONE
VANDALI TAGLIANO LE GOMME AD UN’AMBULANZA IN VIA SANT’ANNA

Le bravate e gli atti vandalici non sono purtroppo cose nuove nella cronaca locale, ma quando uno di questi colpisce un servizio fondamentale per l’assistenza a fasce deboli e in difficoltà della popolazione, la rabbia aumenta esponenzialmente.

E’ quello che è accaduto alla Pubblica Assistenza di Vimodrone, che la mattina del 9 luglio ha ritrovato un suo automezzo adibito al servizio di dialisi, con le gomme tagliate: “al momento non abbiamo assolutamente pensato a un sabotaggio , purtroppo in un secondo momento portando il mezzo n°8 per la sostituzione delle gomme, e’ stato appurato il gesto volontario, rinvenendo evidenti tagli su i copertoniha spiegato Claudio Mela, Presidente della P.A. Vimodrone.

La sede della Pubblica Assistenza è centralissima in città, in quella Via Sant’Anna che non consente però di disporre di un parcheggio interno. Per questo, Comune e Comando dei Vigili, hanno fatto in modo che gli automezzi per i servizi potessero parcheggiare in spazi appositi e riservati nel posteggio davanti alla sede, dove è accaduto il fattaccio.

Un gesto insensato e stupido dunque, che oltre ai danni che in generale provocherebbe a qualsiasi proprietario di auto, ha in questo caso rischiato di compromettere un servizio cittadino di estrema importanza, che comunque si è svolto regolarmente con altri mezzi ma con accumulo di ritardo: “Tutto questo lascia sgomento me, ma anche i volontari e i dipendenti che con passione e volontà si adoperano per la comunità vimodronese, e lascia amaro in bocca anche a quanti hanno bisogno -ha concluso Mela  Il danno economico è senza dubbio da non sottovalutare, ma mi auguro che episodi del genere non accadano più in futuro, e sopratutto che la comunità comprenda a pieno il ruolo determinante che rivestiamo nell’ambito in cui operiamo”.

Nel frattempo è giunta subito la piena solidarietà da parte del Sindaco Antonio Brescianini, con il quale la Pubblica Assistenza avrà un incontro a breve per ragionare su eventuali soluzioni, e contemporaneamente è stata fatta denuncia presso la locale stazione deiCarabinieri.

11733431_10205845002197396_212962385_n