CERNUSCO
IL MINISTRO DELRIO PREMIA I GIOVANI DEL CAG LABIRINTO

Per la prima volta in città, si è tentato di organizzare una rassegna culturale di alto livello, con ospiti di grande profilo e rilevanza. Così, “Sulla via della seta”, kermesse letteraria e artistica organizzata da “La Filanda”, ha portato nella cornice del Parco Trabattoni, il Ministro alle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio.

Il noto politico si è intrattenuto con il pubblico lo scorso 3 luglio alle 18.00, discutendo del futuro del nostro paese, e inevitabilmente lo ha fatto parlando di nuove generazioni, di giovani, e del ruolo chiave che avranno e già ricoprono per la vita a venire dell’ Italia. 

Con queste premesse, il passo verso un riconoscimento al lavoro svolto dalle nuove leve cernuschesi è arrivato presto, con il Ministro Delrio pronto a riconoscere ai ragazzi del CAG Labirinto, un riconoscimento ufficiale per l’impegno che profondono a titolo gratuito durante l’anno, come esperienza, come volontariato, come parte attiva e viva della città. Ricordiamo ad esempio l’ultima partecipazione, in ordine cronologico, come camerieri d’eccezione nelle serate del Cernusco Blues Festival all’interno della struttura per disabili La Parolina.

“Molto spesso le istituzioni parlano di giovani senza poi far seguire atti concreti nei loro confronti. Per questo le politiche giovanili vengono sventolate da molti come priorità, cui difficilmente fanno seguito le azioni  a testimoniare investimenti reali in questa direzione sia in termini di pensiero sia in termini di risorse -ha scritto Nico Acampora, Coordinatore di Spazio Giovani Martesana – Cernusco ha dimostrato ancora una volta di essere diversa e di mettere le politiche giovanili al Centro”.

Un riconoscimento importante dunque, non solo perché arrivato dalle mani di un’alta carica dello Stato, ma per ciò che questo significa, ovvero il riempire di concretezza la retorica spesso legata alla frase “i giovani sono il futuro”, che resta sospesa tra quello che le educative giornalmente svolgono con i ragazzi, e ciò che l’istituzione consente di fare.

“Voglio ringraziare il Ministro Delrio, il nostro Sindaco Comincini, i sindaci che lo hanno preceduto e quanti in Spazio Giovani Martesana si prodigano con caparbietà in questa direzione nonostante la crisi, consapevoli che i giovani sono il presente oltreché il futuro -ha concluso Acampora- E ringrazio anche gli educatori che lavorano al CAG, le famiglie dei ragazzi ma soprattutto i ragazzi e le ragazze che tutti giorni ci regalano le loro paure, le incertezze, ma anche la loro passione infinita, la forza, le energie, la competenza e la speranza di un futuro più giusto”.

E dopo l’encomio, continua il percorso quotidiano dei giovani del Centro di Aggregazione Giovanile, che presto saranno calciatori con i detenuti del Carcere di Monza, per un triangolare interno alla struttura.