CERNUSCO
I BIMBI SAHARAWI, PICCOLI AMBASCIATORI DI PACE IN CITTA’ QUEST’ ESTATE

I bambini Saharawi che vengono in Lombardia, quest’anno saranno ospiti anche della città di Cernusco, oltre che di Sesto e Cologno, come era stato lo scorso anno (qui).  I piccoli sono figli di un popolo che da quarant’anni vive accampato nel deserto algerino perché cacciato dalla sua terra (qui).

Saranno circa una decina i bimbi opsiti– ci ha spiegato l’Assessore all’Educazione Rita Zecchinie trascorreranno un periodo di vacanza da noi, tra giugno e luglio, grazie al Coordinamento degli Enti e delle Associazioni Lombarde per la solidarietà al popolo Saharawi, di cui Sesto è capofila”.

Cernusco ha aderito lo scorso anno (qui) al progetto “Piccoli ambasciatori di pace”, che si colloca all’interno di un programma nazionale di accoglienza promosso dall’Associazione Nazionale di Solidarietà con il popolo Saharawi, in collaborazione col Comitato Minori Stranieri del Ministero del Lavoro.

Dopo essere stati contatti dal comune di Sesto, viste le finalità abbiamo dato l’adesione al progetto e da subito abbiamo ospitato per una giornata i bambini. Quest’anno -ha continuato l’assessore Zecchiniil nostro impegno va oltre, stiamo lavorando con le diverse scuole per capire chi può offrire la disponibilità ad ospitarli per il periodo durante il quale risiederanno nel nostro comune. Per la notte si potrà allestire una palestra per dormire e durante il giorno via libera ad una serie di iniziative nel centro sportivo, piuttosto che in altre strutture  che permettano momenti di socializzazione oltre che di gioco e svago“.

Oltre all’opportunità di allontanarsi dal deserto nel periodo più caldo, di beneficiare di un’alimentazione sana e completa e di fare controlli sanitari altrimenti impossibili, il progetto si pone anche obiettivi educativi di integrazione e di condivisione.

Il Coordinamento Regionale ha ideato le finalità come un unico percorso che si snoda tra le diverse realtà che collaborano insieme, portando i bambini accolti ad avere un’ esperienza di continuità e di senso durante la loro permanenza. I piccoli che ogni anno vengono ospitati nelle diverse realtà, si trovano così di fronte a un contesto in cui chi li ospita crede nella loro causa e nella possibilità di raggiungerla attraverso metodi non violenti, dando valore quindi ai concetti di pace, di libertà e di convivenza nella diversità.

Per spiegare tutto questo, sabato 9 maggio dalle 9.30 alle 16.30, nel comune di Sesto si terrà un incontro dal titolo quanto mai significativo “Saharawi:  non tutti i muri sono crollati”, alla presenza degli assessori dei comuni di Cernusco  Rita Zecchini, di Sesto Elena Iannnizzi,  di Milano Francesco Cappelli, di Monza Cherubina Bertola e di Cinisello Andrea Catania. 

All’incontro parteciperanno inoltre la Vicepresidente del Consiglio Regionale Lombardo, Sara Valmaggi, Khandoud Hamdi  rappresentante del Fronte del Polisario e Luciano Ardesi presidente dell’ Associazione Nazionale di Solidarietà con il Popolo Saharawi.

FRANCA ANDREONI