CERNUSCO
CONTINUA L’IMPEGNO DEL LIONS CLUB VERSO I “DIVERSAMENTE LETTORI”

Il binomio Lions Club di Cernusco e Amministrazione comunale, ha reso possibile introdurre all’interno della biblioteca comunale il servizio “Libro parlato Lions” per coloro che hanno problemi di lettura di svariata origine, fisica, psicologica, psichiatrica, o semplicemente problemi legati all’età.

In questo progetto si inserisce l’iniziativa di sabato 31 gennaio alle ore 10.00 nella sala Roberto Camerani della biblioteca comunale: “Dislessia, ipovisione, lettura facilitata per tutti”, evento sempre a cura del Lions Club cittadino, nato grazie a testimonial d’eccezione quali lo storico, e direttore del Corriere della Sera, Paolo Mieli, che ha dimostrato una grande disponibilità e attenzione a questo aspetto. Interverranno inoltre esperti di tutte quelle problematiche visive che, come è noto, limitano fortemente la possibilità di lettura e di apprendimento .

La telematica ha rivoluzionato i modi di comunicare, pensare e lavorare di milioni di individui, mettendo per la prima volta a disposizione di tutti strumenti di informazione e opportunità che possono contribuire a ridurre i fattori di discriminazioni nel campo dell’handicap, fattori inevitabilmente valorizzano nei processi educativi e d’integrazione sociale, le soluzioni in grado di eliminare quelle barriere che impediscono la piena realizzazione dell’individuo.

Proprio “Il Libro Parlato Lions”, costituisce importante passo avanti in questa direzione.
Può oggi essere utilizzato non solo da ciechi e ipovedenti gravi, ma anche da tutti coloro che non possono leggere autonomamente, come persone anziane con difficoltà di lettura, disabili fisici e psichici, persone ospedalizzate, ma anche ragazzi e adulti che affrontano la dislessia.

Non a caso l’assessore alla Cultura Rita Zecchini ha sottolineato:  “Incontri come questo sono molto utili perché sappiamo come il tema della dislessia sia presente in molte famiglie e spesso crei ansia e preoccupazione. Le persone competenti invitate daranno certamente degli strumenti di conoscenza utili a gestire con consapevolezza il problema che può causare difficoltà e disagio nel percorso scolastico.

E  Gianluigi Frigerio Vicepresidente del Consiglio Comunale, ha spiegato: “Abbiamo deciso di partecipare all’incontro pubblico su dislessia e ipovisione perché le scuole e le famiglie non possono essere lasciate sole. Ma soprattutto riteniamo che gli studenti affetti da disabilità visive, con un servizio di supporto allo studio possono apprendere molto del loro programma scolastico, rendendo così la lettura meno faticosa ed impegnativa”.

Per dare concretezza alle parole, la mattinata si concluderà con un momento proprio di letture.
Stefania Biondi avrà infatti il compito di ritagliare un angolo poetico per leggere e interpretare poesie per bambini. 

FRANCA ANDREONI