COLOGNO
PARTITO L’ABBATTIMENTO DEI TIGLI. PARLA LA PRESIDENTE DEL COMITATO

A Cologno Monzese nella mattinata del 6 agosto è iniziato l’abbattimento del filare di 200 Tigli, da 50 anni polmone verde della città che abbellisce Viale Emilia.

No Banner to display

Vi teniamo aggiornati da parecchie settimane su questa situazione, ma il braccio di ferro tra l’amministrazione comunale e i cittadini che fanno parte del Comitato Salviamo i Tigli di Viale Emilia, è iniziato prima ancora.

Come avevamo raccontato nei precedenti articoli (leggi qui leggi qui), ci sarebbe la presenza di un secondo progetto per la riqualificazione del Viale, che, stando a quanto riportato dai militanti, sarebbe molto meno impattante. Proprio su questo progetto si batte il Comitato, la cui presidente Monica Motta, ci ha descritto gli ultimi avvenimenti, partendo dall’improvviso taglio delle prime piante.

Un’ attivista del comitato ha saputo che stavano tagliando delle piante davanti alla scuola media Marconi, e ha contato il taglio di sei alberi, sei dei nostri TigliE’ stata una cosa vergognosa -ha continuato Monica Mottaperchè non e’ stata emessa nessuna ordinanza sul sito del Comune di Cologno Monzese e cosa ancora più grave, non è stata bloccata la strada, con il rischio che qualche passante o mezzo in transito potesse essere colpito dai rami o dai tronchi.

Il Comitato a fronte di quanto stava avvenendo, ha pensato di allertare le forze dell’ordine, chiamando vigili e carabinieri, che in un secondo momento hanno messo in sicurezza la zona. “Questo è uno scempio, l’abbattimento dei Tigli finalizzato solo all’allargamento di una rotonda, che potrebbe inoltre essere pericolosa proprio davanti ad una scuola. Queste rotonde sono finanziate da fondi europei, sono soldi che incassa il Comune – spiega sempre la Presidente Mottaecco perché continuano a nascere rotatorie spesso inutili, per non parlare delle piste ciclabili, specie quella di Viale Emilia che termina nel nulla.”

Nel frattempo, il Comitato con la collaborazione del WWF, secondo quanto riferito dalla Presidente, è stato da un avvocato per raggiungere l’obiettivo di salvare quasi l’intero filare: “Siamo nuovamente convocati per il 28 agosto, sperando che intanto l’ufficio tecnico del Comune trovi una soluzione.

Vi aggiorneremo sui possibili sviluppi.

GABRIELE ROSSI