SEGRATE
PER SALVARE IL GOLFO AGRICOLO, COMITATO E G.A.S. INSIEME A SUON DI TORTE

Torte e film.
Questi i due semplici ingredienti utilizzati dal GAS di Segrate e dal Comitato Golfo Agricolo, per raccogliere fondi da destinare alle spese legali per il ricorso al TAR, ricorso fatto dal Comitato stesso insieme a Legaambiente Lombardia e WWF contro l’edificazione dell’area verde segratese del Golfo Agricolo (leggi qui, e qui).

Risultato: sabato 14 giugno in Via Pacinotti, sede del Gruppo di Acquisto Solidale, sono state vendute 50 torte, con la solita vittoria schiacciante di quelle al cioccolato: “La raccolta fondi è stata fantastica -ha detto Roberta Menegatti, membro del Comitato Golfo Agricoloè stato un successo in termini di adesione e anche il ricavato è stato ottimo. All’appello hanno risposto i soci del GAS di Segrate ed è venuta un sacco di gente a donare e comprare le torte“.

Il comitato nasce nel 2003 per chiedere all’amministrazione comunale di salvaguardare le aree agricole segratesi e di non trasformarle in aree edificabili. A sostegno della tesi del Comitato Golfo Agricolo, è stato proiettato il film documentario “l’ultimo pastore“, biografia di Renato Zucchelli ultimo pastore nomade rimasto a Milano, di preciso a Settala, che con il suo gregge di 700 pecore più volte si è fermato proprio nel Golfo Agricolo di Segrate, dove tempo fa si coltivava mais e poi fieno per alimentare i bovini.

Il docufilm fu proiettato per la prima volta nelle nostre zone a Segrate l’anno scorso, dopo le anteprime mondiali al Tokyo International Film Festival e al Torino Film Festival, e confine un messaggio duplice per il Comitato: quello a sostegno dell’importanza dell’area verde in discussione, e quello che invece da al gruppo la forza di perseverare nella propria lotta alla conservazione del Golfo, e cioè che la libertà e i sogni saranno sempre possibili finché ci sarà spazio per credere in un ultimo pastore che conquistò la città con il suo gregge e con la sola forza della sua fantasia.

Ringrazio moltissimo – ha concluso Robertagli amici del GAS di Segrate, gentilissimi e disponibili. E’ proprio vero che insieme si raggiungono obiettivi migliori e più soddisfacenti“.

GABRIELE ROSSI