BRUGHERIO
IL COLOSSO TV QVC APRE LE PORTE AI BRUGHERESI PER COMPRARE, VISITARE GLI STUDI E… PORTARE UN C.V.

Una mano al portafoglio e l’altra al curriculum.
E’ così che i giovani brugheresi, ambiziosi e interessati alla comunicazione, potrebbero approfittare del grande evento dedicato da QVC ai soli residenti in Brugherio.

L’EVENTO ECCEZIONALE DEL 28 GIUGNO
Sabato 28 giugno dalle 14.30 alle 19.00, i residenti potranno fare acquisti al Temporary Store interno all’azienda, comprando i prodotti pubblicizzati dall’emittente a prezzi ridotti. In seguito ci sarà la possibilità di visitare gli studios dove vengono trasmesse, con una diretta di 17 ore filate, sette giorni su sette e 364 giorni l’anno (unico esempio in Italia), le trasmissione di shopping televisivo, di cui QVC è leader mondiale.

E’ proprio in questo contesto che i ragazzi e le ragazze brugheresi con un interesse per il mondo della comunicazione, se vorranno potranno lasciare il proprio curriculum presso la sede del canale. Come ricordato dal Direttore Paolo Penati: “Siamo continuamente alla ricerca di giovani talenti. Questo non significa che portare un curriculum sia garanzia di assunzioni, ma a noi fa molto piacere riceverli, e vuol certo dire che prenderemo in esame le qualifiche, proprio perché guardiamo al nuovo e al futuro“.

Gioielli, Moda & Accessori, Bellezza, Cucina, Casa ed Elettronica, sono le aeree di vendita coperte dalle trasmissioni QVC, e sono anche i tipi di prodotti che i brugheresi potranno trovare nello store temporaneo eccezionalmente aperto nel prossimo sabato. Marchi nazionali e internazionali proposti dai presenter durante le vendite televisive, saranno messi in vendita a prezzi ribassati, per un pomeriggio di grandi affari.

I RAPPORTI AZIENDA – AMMINISTRAZIONE E VICEVERSA
Il colosso multinazionale americano leader mondiale nello shopping, ha deciso in questo modo di aprirsi alla comunità che dal 2010 lo ospita in un continuo processo di interazione e scambio.  “QVC non ha certo bisogno dell’amministrazione brugherese per farsi pubblicità -ha dichiarato il Sindaco Marco Troiano durante la conferenza stampa- ma la nostra presenza qui indica la sinergia importante che il paese ha con questa impresa, che non è indifferente né per numeri né per l’innovazione che porta in città. Noi abbiamo cercato di agevolare burocraticamente il loro lavoro, ma è pur vero che QVC ritorna molto ai cittadini per l’attività produttiva che svolge, ma anche per gli incontri sociali e formativi cui si è prestata, come quelli con i ragazzi delle scuole medie e i progetti in cooperazione con AVIS“.

A questo intervento fa eco quello del Direttore Finanziario e Operativo di QVC Italia Paolo Penati: “I rapporti con l’amministrazione sono molto buoni, e noi per primi vogliamo essere bravi cittadini. Sappiamo di essere una presenza vistosa anche esteriormente a Brugherio, ma forse siamo un po’ chiusi, nessun residente ha mai visto cosa c’è dietro e dentro questa realtà. Così abbiamo deciso di aprirci alla gente“. Dopo l’esperienza del prossimo sabato infatti, non è da escludersi che da settembre l’azienda decida di partire con una serie di giorni dedicati ad aperture dello store.

UN COLOSSO TV CHE NON SENTE LA CRISI E INVESTE SUI GIOVANI
E da questo punto di vista infatti, QVC non ha mai smesso, sin dagli inizi, di avere un occhio di riguardo per i brugheresi, nonostante la platea del canale americano giunto in Italia dal 2010, sia ben più ampia e diffusa su tutto il territorio nazionale, europeo e mondiale. Degli attuali 623 dipendenti dell’unica sede operativa italiana ubicata in Via Guzzina, 80 sono proprio di Brugherio, e molti altri dei paesi limitrofi. Inoltre, vi è una forte propensione dell’azienda ad aprirsi ai giovani, attestata dall’età media dei dipendenti che non arriva a 40 anni, e confermata sulle pagine web del canale, dove è possibile consultare le posizioni aperte per eventuali posti di lavoro (clicca qui). “Siete l’esempio di come reinventandosi e restando aperti e attivi, si possa far fronte alla crisi –ha dichiarato l’ Assessore allo Sviluppo del Territorio Marco Magni– con un’attenzione ad investimenti ambientali per la riduzione dei consumi e in un’ottica di collaborazione continua tra azienda e comune“.

I NUMERI DELL’AZIENDA MONDIALE E IL VALORE DELLA REALTA’ “QVC ITALIA”
Ma ciò che consente a QVC di non rifiutare a priori l’invio di curriculum, è un’attività fiorente, un momento di crescita costante che dagli esordi italiani ha visto un incremento di assunzioni e di volume di affari che permette ora ai dirigenti di attraversare la crisi senza uscirne particolarmente rovinati o destabilizzati: “La casa madre americana, che ha un fatturato di oltre 8 miliardi di dollari e raggiunge circa 200 milioni di famiglie nel mondo –ha spiegato il Direttore Penati ha investito 65 milioni di euro nella sede italiana, e questo testimonia la fiducia dell’ Amministratore Delegato QVC Gregg Bertoni, ma anche le potenzialità che questa sede possiede e che dimostra di poter continuare ad avere. Abbiamo offerto quasi 20.000 prodotti in questi primi anni di vita, e ogni mese offriamo circa 610 prodotti nuovi e 12 marchi diversi. la scelta che proponiamo ai nostri clienti è altissima e per il 47% è made in Italy, il che significa importanti opportunità per le piccole medie imprese, e garanzia per i clienti“.

E proprio il cilente è al centro del progetto della grande multinazionale americana, che fa dunque della Quality (qualità), del Value (valore) e della Convenience (convenienza) i suoi punti cardini su cui si erge il nome del marchio e la fortuna dell’impresa.

Dunque segnatevi data e luogo, 28 giugno, via Guzzina 18, Brugherio : potrebbe essere un affare… in tutti i sensi !