CERNUSCO
COLORESPERANZA SELEZIONATA PER IL PREMIO COMPASSO D’ORO

ColorEsperanza parteciperà alle selezioni per il XXIII Premio Compasso d’Oro ADI.
ADI Design Index ha, infatti, selezionato l’associazione cernuschese per il progetto per Haiti “Hispaniola – Design per solidarietà”. 
“La Mostra Hispaniola-Design per solidarietà vede coinvolti dieci designer italiani e internazionali nella progettazione di arredi, in particolare banchi, per le strutture scolastiche, le così dette escuelitas, sostenute dall’associazione italiana ColorEsperanza e gestite dalla ONG dominicana OnéRespé in aree di forte degrado della Repubblica Dominicana, che ospitano ogni anno centinaia di bambini dominicani e haitiani esclusi dalla pubblica istruzione –si legge sul sito ufficiale di Hispanioladesign– Il fine è duplice: da un lato riportare l’attenzione, ormai sopitia, sulla situazione di Haiti; dall’altro contribuire concretamente all’economia locale, attraverso un impulso creativo e produttivo capace di innescare processi di sviluppo innovativi, che coniugano design e artigianalità locale e promuovono la cooperazione “a tre” tra Italia, Haiti e la vicina Repubblica Dominicana”.
La selezione si terrà a Milano e per l’occasione, durante il periodo del Salone del Mobile, sarà realizzata una Mostra apposita, presso l’Ansaldo (Zona Tortona). Durante questo periodo limitato, sarà allestita una grande esposizione, accessibile al più ampio pubblico e alla Giuria Internazionale, che premierà i meritevoli con l’ambito riconoscimento Premio Compasso d’Oro, o con la Menzione d’Onore.

La Mostra sarà inaugurata il 2 aprile, ColorEsperanza sarà presente con il banco Paco y Paco dell’architetto e designer Claudio Larcher, in rappresentanza dell’intera collezione “Hispaniola”. 

Proprio questo banco, grazie alla nostra Campagna di solidarietà, è in fase di produzione in Repubblica Dominicana presso il laboratorio di falegnameria del carcere di Salcedoha ricordato il Presidente di ColorEsperanzaHelga Sirchia e presto arrederà la scuola de Los amiguitos de Cristo a Monte Llano“.