CARUGATE – Al via la quarta edizione di “Liberi di Scrivere”, concorso letterario nazionale per aspiranti scrittori

scrivere-LETTERA“Liberi” e “Scrivere” sono due termini che da soli evocano un mondo di possibilità.

Insieme però, costituiscono uno dei punti di forza della Biblioteca Civica di Carugate.

Il concorso letterario biennale “Liberi di Scrivere” è, infatti, giunto alla sua quarta edizione con una breve e gloriosa storia alle spalle che ha portato nomi importanti del panorama letterario e non solo, a presiederne la giuria.

L’ edizione attuale proporrà ai partecipanti una sfida attuale e complicata come quella sul tema della violenza di genere, argomento sostenuto dall’ assessore carugatese  alla Cultura e alle Pari Opportunità, Wally Francheschin, e poi messo a punto dalla Commissione Biblioteca Civica e Attività Culturali.

Nemica, Amica, Amante. Storie di violenza sulle donne: paura, silenzio, rinascita”.

E’ questo il titolo del quarto capitolo del fortunato concorso letterario nazionale, aperto a tutti i maggiorenni che consegneranno a mano o con raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non oltre le ore 18.00 di mercoledì 30 ottobre 2013, le loro 15.000 battute spazi inclusi (questo il limite fissato per la lunghezza delle opere), sino ad ora rimaste chiuse in un cassetto.

La commissione giudicante di quest’anno è davvero ricca di nomi importanti a partire da Elisabetta Bucciarelli, nota scrittrice di romanzi Noir, che presiederà la giuria avvalendosi dell’ apporto di un’ esperta in criminologia come Cinzia Mammoliti, di scrittori come Cristina Obber, Mauro Raimondi e Mirfet Piccolo, di giornalisti ed esperti di cinema come Alberto Figliolia e Giorgio Bacchiega, oltre al supporto di esponenti del settore Cultura della Provincia di Milano come Cristina Borgonovo e Paola di Andrea.

Nel dettaglio, le opere dovranno pervenire in duplice copia cartacea in busta sigillata priva di riferimenti e dati personali, che saranno invece contenuti in una seconda busta sigillata (inserita nella prima) insieme al file di testo su supporto cd-rom.

I primi tre romanzi considerati meritevoli, si aggiudicheranno un premio in denaro rispettivamente di 500, 300 e 200 euro e le premiazioni ufficiali avverranno già nelle prime settimane del 2014 in una cerimonia pubblica. Verrà inoltre consegnato un premio popolare assegnato dai cittadini e i racconti , sia premiati che fuori classifica, verranno pubblicati e distribuiti nei luoghi di ritrovo del territorio.

La violenza sulle donne è un tema delicato che spesso fugge dalle discussioni plateali proprio per la fragilità dell’ argomento, ma proprio questo fattore di shock ha svegliato molte coscienze e molte sensibilità, perché non provare dunque a mettere per iscritto queste storie e iniziare a scriverne, se a parlarne si fa ancora fatica ? Il 4° concorso letterario “Liberi di scrivere” ne fornisce l’occasione, peccato sprecarla !