BUSNAGO – Rapina in posta: presi i tre rapinatori, pregiudicati e non ancora 30enni

Presi gli autori della rapina all’ufficio postale di Busnago. Grazie alle indagini condotte dai militari del Nucleo Investigativo del Gruppo dei Carabinieri di Monza, i rapinatori, tre uomini di Sinopoli (Foggia), sono stati assicurati alla giustizia.
La rapina era avvenuta alle 9 del 2 febbraio scorso. Tre uomini con volto coperto da passamontagna, armati di pistola e coltelli, avevano fatto irruzione nel tranquillo Ufficio Postale brianzolo, costringendo gli impiegati a
consegnare i 7 mila euro custoditi nelle casse, colpendo lievemente anche un dipendente.
Erano poi fuggiti, inizialmente a bordo di una Fiat Panda, rubata il giorno prima a Vimercate (MB) e ritrovata, abbandonata a Cornate d’Adda da una pattuglia della Stazione di Trezzo sull’Adda.
I tre si erano poi allontanati a bordo di un’altra vettura, una BMW 320, la cui targa aveva permesso ai carabinieri di risalire a una giovane donna di Sinopoli, con piccoli precedenti di polizia.
Da allora, le indagini non si sono mai fermate e hanno portato i carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni (Reggio Calabria) a notificare all’alba del 20 ottobre tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse
dalla Procura della Repubblica del tribunale di Monza, a carico dei tre, risultati anche pregiudicati, rispettivamente di 23, 24 e 27 anni. A un quarto complice di 43 anni, invece, è stato notificato il “divieto di allontanamento” dal comune foggiano.
Uno dei provvedimenti restrittivi, tra l’altro,é stato notificato nel carcere di Palmi perché il rapinatore era già stato assicurato alla Giustizia, per altra causa.