domenica, 13 Giugno 2021

Piedibussero: a scuola si va con “l’autobus che cammina”

Sicurezza e divertimento saranno le parole d’ordine del “PiediBussero”, il nuovo servizio sperimentale in partenza mercoledì 16 ottobre che accompagnerà i bambini dalle fermate predisposte sul territorio all’ingresso della scuola elementare Montegrappa.

PIEDIBUSSERO: COME FUNZIONA

Il servizio, che verrà svolto solo per il percorso casa-scuola (e non all’uscita) per tre giorni alla settimana (lunedì, mercoledì e venerdì), sarà disponibile per chiunque deciderà di aderire compilando i moduli appositi, in distribuzione da lunedì. Sarà possibile offrirsi come volontari accompagnatori per tutto l’anno scolastico.

Un’iniziativa che è il risultato del grande impegno e disponibilità di genitori e volontari, che con l’Amministrazione Comunale e l’I.C.S. Montegrappa hanno predisposto il servizio con orari, fermate, regolamenti, percorsi e tutta la logistica necessaria all’avvio sperimentale del servizio.

«Un’iniziativa semplice, ecologica, concreta e dall’elevato contenuto educativo per le nuove generazioni – ha sottolineato il Consigliere Delegato Santolo Castellano, referente dell’attività – che come Amministrazione Comunale siamo orgogliosi di sostenere. Un sentito ringraziamento va soprattutto ai genitori e agli adulti volontari che in questi mesi si sono messi a disposizione per l’avvio del servizio e a quelli che vorranno contribuire al suo ulteriore sviluppo».

Lunedì 14 ottobre alle ore 17.00 presso l’atrio della scuola primaria si terrà un incontro con i genitori che hanno aderito alla proposta, per la distribuzione dei materiali in dotazione (pettorine, cappellini ecc.).

ORARI E FERMATE

Sono state previste 4 linee con 3-4 fermate ciascuna, in grado di coprire la maggior parte del paese.

Linea Rossa (via Neruda – Via Santi)

ORE 8:05 – VIA NERUDA angolo VIALE EUROPA
ORE 8:10 – PIAZZA MARIE CURIE
ORE 8:15 – VIALE EUROPA angolo VIA DI VITTORIOLinea Blu (via Bergamo – Via Santi)

Linea Blu (via Bergamo, via Santi)

ORE 8:10 – VIA BERGAMO angolo VIA MILANO
ORE 8:15 – VIA REP.MONTEFIORINO angolo CICLABILE
ORE 8:20 – VIALE EUROPA angolo SCUOLA INFANZIALinea Gialla (via Levi – via Santi)

Linea Gialla (via Levi, via Santi)

ORE 7:55 – VIA LEVI zona parchetto
ORE 8:05 – VIA L. DA VINCI angolo VIA MILANO
ORE 8:12 – VIA ALLENDE angolo L.GO P. GIOVANNI XXIII
ORE 8:15 – L.GO P. GIOVANNI XXIII angolo VIA CARDUCCI

Linea Verde (via Moro – via Santi)

ORE 7:55 – VIA A. MORO angolo VILLA RADAELLI
ORE 8:00 – VIA M.L. KING angolo VIA KENNEDY
ORE 8:05 – VIA KENNEDY angolo VIA SAN MARCO
ORE 8:10 – VIA GARIBALDI angolo VIALE EUROPA

No Banner to display

CFP Unione Artigiani: in partenza i corsi di formazione professionale per giovani e adulti

cfp unione artigiani

Una opportunità per imparare una nuova professione ed essere pronti per il mercato del lavoro: è ciò che offre CFP Unione Artigiani con la sua ampia gamma di corsi. Le proposte del CFP Unione Artigiani, accreditato presso la Regione Lombardia per i servizi Formativi e di Orientamento, sono rivolte sia ai ragazzi in obbligo scolastico che a giovani e adulti che vogliono specializzarsi per entrare, o rientrare, velocemente nel mondo del lavoro.

Un approccio, quello offerto dall’Unione Artigiani, in grado di trasmettere capacità e conoscenze immediatamente spendibili in un mercato del lavoro in rapida e continua evoluzione.

A giovani e adulti sono rivolti i due corsi in partenza a ottobre: Tecnico Meccatronico Autoriparazioni e Installatore Impianti Termoidraulici.

CORSO PER TECNICO MECCATRONICO AUTORIPARAZIONI

Il corso di Tecnico Meccatronico Autoriparazioni prepara tecnici specializzati in grado di diagnosticare e pianificare gli interventi necessari sui veicoli e riconoscere le esigenze del cliente. Alla fine del corso i partecipanti saranno in grado di effettuare interventi di riparazione, revisione e sostituzione delle parti meccaniche, elettriche ed elettroniche delle vetture, e a svolgere le attività di manutenzione per il mantenimento dei livelli di sicurezza.

CORSO PER INSTALLATORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI

Il corso di Installatore Impianti Termoidraulici forma tecnici specializzati in grado di programmare ed eseguire l’assemblaggio e la messa a punto di un impianto termo-idraulico in tutti i suoi dettagli, curando il controllo finale e la messa in opera dei relativi componenti, secondo le normative vigenti e le specifiche tecniche definite dal progettista. I tecnici saranno inoltre in grado di gestire la manutenzione degli impianti e la riparazione di eventuali guasti.

DURATA DEI CORSI E REQUISITI PER PARTECIPARE

Entrambi i corsi hanno durata annuale, con partenza a ottobre 2019. La formazione come Tecnico Meccatronico Autoriparazioni prevede un totale di 500 ore di teoria e pratica, mentre il corso per Installatore Impianti Termoidraulici prevede 350 ore.

Le lezioni si svolgeranno da ottobre a maggio, dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 18.30 – 21.30. La frequenza è obbligatoria e alla fine dei corsi viene rilasciato un Attestato di competenza riconosciuto dalla Regione Lombardia. L’iscrizione è aperta ai cittadini italiani maggiorenni e in possesso della licenza media e ai cittadini stranieri con permesso di soggiorno e conoscenza della lingua italiana.

Le lezioni saranno tenute presso la sede CFP Unione Artigiani in via G. Antonini 26 a Milano. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il centro chiamando il numero 02-6515967 o scrivendo una mail a info@cfpunioneartigiani.it.

No Banner to display

Cernusco, le scuole si preparano al suono della prima campanella

A Cernusco l’apertura degli asili nido avvenuta negli scorsi giorni inaugura ufficialmente l’inizio del nuovo anno scolastico. Mentre studenti delle scuole elementari, medie e superiori si godono gli ultimi giorni di pausa estiva, gli istituti cernuschesi lavorano per farsi trovare pronti al suono della prima campanella del nuovo anno scolastico.

DUE NUOVI DIRIGENTI SCOLASTICI

Tra le novità di settembre troviamo innanzitutto il cambio di guardia in alcuni Istituti Comprensivi della città: all’Istituto Margherita Hack la Professoressa Stefania Strignano sarà sostituita dal nuovo dirigente Claudio Mereghetti, mentre all’Istituto Rita Levi Montalcini la Professoressa Maria Cristina Costanzo prenderà il posto del Professor Nicola Ferrara.

«Ai dirigenti che si sono impegnati nello scorso anno scolastico – hanno dichiarato il Sindaco Ermanno Zacchetti e l’assessore all’educazione Nico Acampora– rivolgiamo un grande ringraziamento per avere dedicato passione e professionalità alle nostre scuole e ai nostri studenti, aggiungendo tempo ed energia a quelli già dedicati alla direzione dei rispettivi Istituti. Diamo il benvenuto ai due nuovi Presidi, in ruolo dall’1 settembre, con i quali siamo già al lavoro, sicuri di poter collaborare insieme, ognuno per quanto di propria competenza e responsabilità, per migliorare ancor più l’offerta scolastica e l’esperienza didattica dei nostri bambini e ragazzi».

INTERVENTI DI MANUTENZIONE

Tra le novità del nuovo anno scolastico cernuschese troviamo anche alcuni interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria, che sono stati eseguiti durante il periodo estivo, approfittando della chiusura degli istituti.

Alla scuola primaria di via Bianchi sono stati effettuati lavori di ritinteggiatura delle pareti, mentre nella scuola dell’infanzia di via Buonarroti sono stati realizzati gli spazi da dedicare agli archivi.

L’amministrazione, inoltre, fa sapere che a breve si procederà all’installazione delle veneziane oscuranti nell’asilo nido di via Don Milani e che ad ottobre termineranno i lavori di riqualificazione dell’Auditorium Maggioni.

Al contrario di quanto previsto, invece, i lavori per la riqualificazione dei bagni della scuola di via Manzoni non sono partiti a causa di una grave inadempienza dell’azienda, con cui ora l’Amministrazione Comunale ha un procedimento aperto. Gli uffici tecnici del comune sono al lavoro proprio in queste ore per riassegnare i lavori e sperare di poter realizzare l’intervento approfittando del periodo di pausa natalizia.

Prima dell’avvio delle attività, infine, in tutti gli istituti si è provveduto al taglio dell’erba e al sopralluogo e monitoraggio degli spazi interni.

No Banner to display

Nidi gratis, Segrate aderisce alla convenzione di Regione Lombardia

Immagine di

Come già negli anni scorsi, il comune di Segrate ha scelto di aderire a Nidi gratis, la facilitazione all’accesso ai servizi della prima infanzia promossa da Regione Lombardia.

LA MISURA

Per l’anno educativo 2019-2020, quindi, le famiglie ammesse alla frequenza nei nidi comunali e convenzionati del territorio potranno presentare domanda sul portale della Regione, per richiedere di usufruire del contributo, secondo le indicazioni che verranno trasmesse dall’Ufficio Nidi. Le domande potranno essere presentate a partire da settembre.

GLI OBIETTIVI

L’obiettivo è quello di favorire l’accesso dei nuclei familiari alla rete dei servizi socioeducativi, sostenendo le famiglie in condizione di vulnerabilità economica e sociale, rispondendo ai bisogni di conciliazione vita-lavoro e favorendo la permanenza, l’inserimento e il re-inserimento nel mercato del lavoro, in particolare delle madri.
Altro intento è quello di azzerare la retta dovuta dai genitori per la frequenza dei figli presso nidi e micro-nidi pubblici o nidi e micro-nidi privati, con posti acquistati in convenzione dai Comuni ammessi alla Misura.

No Banner to display

Cernusco, Istituto Margherita Hack: la guerra delle date

Niente da fare. Il Consiglio d’Istituto per decidere il calendario per l’inizio del prossimo anno scolastico proprio non si riesce a tenere. Anche ieri, Martedì 2 luglio, infatti, è saltata la seduta. La mancanza del numero legale sembrava scontata, ma in questo caso non è stato neanche necessario verificarlo, visto che la comunicazione dell’annullamento del Consiglio sarebbe arrivata il giorno prima, Lunedì 1 luglio, tramite registro elettronico. Al centro del dibattito ci sarebbe sempre la sfiducia nei confronti del presidente del Consiglio Gerardo Giacomazzi, con l’aggiunta di uno scontro sulla data giusta per svolgere il Consiglio.

I consiglieri dissidenti, per intenderci quelli che hanno annunciato l’impossibilità a partecipare al Consiglio del 2 luglio, gli stessi che vogliono sfiduciare Giacomazzi, si sono fatti sentire, diramando un comunicato firmato (Alessandra Mondi, Barbara Gallo, Valentina Poggi, Paola Foschi, Antonio Topo, Giuseppina Rosaria Finardi, Maria Grazia De Santis, Manuela Torso, Maura Clerici, Pamela D’orazio e Maria Grazia Sclafani) con il quale sostengono di aver proposto al presidente una data alternativa per lo svolgimento del Consiglio, ma di essere stati ignorati.

Ieri, fuori dalla scuola, Giacomazzi ha annunciato a consiglieri e genitori presenti di aver fatto partire una nuova convocazione per la prossima settimana. Sarà la volta buona? Riusciranno tutti i consiglieri a trovare una mediazione nell’interesse degli studenti?

LA QUESTIONE DELLE DIMISSIONI

Nei giorni scorsi Nadia Pezzoni, presidente del Comitato Genitori, aveva invitato i consiglieri che avevano annunciato la non partecipazione al consiglio di ieri a dimettersi. La risposta dei firmatari del comunicato non si è fatta attendere: «La presidente Nadia Pezzoni è la presidente del Comitato Genitori o la presidente del comitato del presidente Giacomazzi? – hanno domandato -. Si è mai chiesta se in maniera democratica, il presidente Giacomazzi non si sarebbe dovuto presentare a un Consiglio d’Istituto con all’ordine del giorno il voto sulla sua fiducia?».

LA GUERRA DELLE DATE

I consiglieri firmatari del comunicato hanno scritto di aver proposto una data alternativa per lo svolgimento della seduta, ma di essere stati ignorati: «Non appena capito che al Consiglio d’Istituto per motivi personali la maggior parte dei consiglieri non avrebbe potuto partecipare, per il grande senso di responsabilità, si è proceduto a invitare, con comunicazione scritta e firmata, il presidente a convocare il Consiglio d’Istituto in una data  – qualsiasi giorno della settimana 24/28 giugno – in cui certamente tutti sarebbero stati presenti. Senza alcuna motivazione lo stesso presidente ha rifiutato la proposta».

La motivazione del rifiuto Giacomazzi l’ha esplicitata subito dopo, rivolgendosi direttamente ai firmatari dell’appello: «Avete avanzato una proposta di data che sapevate già irricevibile per forma, per senso, per tempistica, per assenza di motivazione plausibile, con un Consiglio ordinario già convocato regolarmente». Lo stesso Giacomazzi, con un comunicato, ha invitato i consiglieri a compiere una scelta: «Presentatevi e cercate di rappresentare le esigenze della comunità scolastica e non interessi ad personam della vostra burattinaia, oppure dimettetevi e lasciate lavorare nell’interesse della scuola i cinque consiglieri che mantengono dignità, pensiero autonomo e soprattutto rappresentanza dell’elettorato».

L’AFFAIRE MARGHERITA HACK ARRIVA IN CONSIGLIO

Prima o poi doveva succedere. È vero che la scuola e i suoi organi godono di ampia autonomia, ma vista la situazione eccezionale, per usare un eufemismo, ci si poteva attendere che qualche forza politica interpellasse direttamente il sindaco e l’Amministrazione. A farlo è stata La città in comune – Sinistra per Cernusco, che ha depositato un’interpellanza, che verrà discussa nel prossimo Consiglio Comunale, con la quale chiede «quali azioni ha intrapreso l’Amministrazione comunale per favorire la ripresa di un sereno dialogo tra le parti» e «come intende strutturare e consolidare una relazione interistituzionale funzionale ed efficace».

No Banner to display

AAA cercasi: il piedibus di Gorgonzola cerca volontari

Il servizio di Piedibus che accompagna a piedi i bambini a scuola, al fine di implementare i giorni di servizio sulla linea 5, ricerca nuovi accompagnatori volontari per l’anno scolastico 2019-2020.
Il tragitto, per il prossimo anno scolastico, verrà prolungato il martedì e il giovedì mattina dalle 8.00, a partire dall’incrocio di via Mattei con via Buozzi.

IL PIEDIBUS: COME FUNZIONA

Sono 13 i bambini che hanno usufruito della sperimentazione del prolungamento della linea 5 del Piedibus, che dalla casetta dell’acqua di via Mattei conduce alla Primaria Grazia Deledda in via Mazzini, prima della fine dell’anno scolastico.

I VOLONTARI

È ferma volontà dell’Amministrazione comunale quella di aumentare il servizio di mobilità sostenibile legato al tragitto casa-scuola delle primarie della città, del quartiere ovest, con l’ausilio di cittadini adulti che vogliono impegnarsi, in modo semplice, per garantire la sicurezza degli alunni e di essere un servizio di alto valore educativo quotidiano.

MENO TRAFFICO PER UNA CITTÀ PIÙ VIVIBILE

L’intento resta quello di rendere più vivibile Gorgonzola e, nello stesso tempo, affrontare in modo alternativo il problema del traffico attorno ai plessi scolastici. Inoltre, per grandi e piccini è uno spazio di socialità, di implementazione dell’autonomia e conoscenza del territorio.

Chi fosse interessato, conoscesse qualcuno disponibile o desiderasse avere maggiori informazioni, può contattare Silvia Crippa dell’Assessorato all’Ambiente al numero di 392.8765651 oppure inviare una e-mail all’indirizzo ambiente@comune.gorgonzola.mi.it.

 

Augusta Brambilla

No Banner to display

Maturità 2019: ecco come la vivono i ragazzi dell’Itsos di Cernusco

 

Esami di maturità, ecco cosa dicono gli studenti

Tracce, ansie e preoccupazioni: ecco come è andata la prima prova degli esami di maturitàGli studenti dell' ITSOS Marie Curie si raccontano alle telecamere di fuoridalcomune.it

Pubblicato da Fuori dal Comune su Giovedì 20 giugno 2019

 

Sono partiti in tutta Italia gli esami di maturità, e la redazione di fuoridalcomune.it è stata all’uscita dell’Itsos di Cernusco a parlare con gli studenti.
Ungaretti, Sciascia, Bartali e Dalla Chiesa, preoccupazioni e momenti di svago in vista della seconda prova: ecco come i ragazzi hanno vissuto il loro primo giorno di esami.

No Banner to display

Acli: la formazione professionale al centro del dibattito a Limito

Dispersione scolastica e formazione professionale i temi trattati lunedì 20 maggio al circolo Acli di Limito (Pioltello). A fare gli onori di casa Stefano Corbani, presidente del circolo, e Gianni Di Vito, vice-presidente. Ospiti della serata la senatrice Simona Malpezzi del Partito Democratico, don Luigi Consonni, animatore della scuola popolare e Alessandro Arbitrio, coordinatore dell’ENAIP pioltellese.

GIANNI DI VITO CITA DON MILANI

«La scuola ha un problema: sono i ragazzi che perde». Questa la citazione di don Lorenzo Milani usata da Gianni di Vito per introdurre la serata, prima di ricordare l’articolo 3 della Costituzione che, ha sottolineato, «parla di sviluppo e non di istruzione: “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione dei lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”».

DISPERSIONE SCOLASTICA: PIOLTELLO SOTTO LA MEDIA NAZIONALE

La media nazionale della dispersione scolastica tra i più giovani in Italia è al 24%. A ricordarlo è stata la senatrice Malpezzi. Pioltello si attesta intorno a un 18%, risultato migliorabile attraverso la sinergia tra istituzioni e volontariato. A proposito di volontari, don Luigi Consonni, che con la scuola popolare ha svolto un lavoro di ricerca sugli istituti secondari superiori di Pioltello e dei comuni limitrofi, ha spiegato come un maggior insuccesso si riscontra ancora tra i ragazzi stranieri.

ENAIP HA POCHI ISCRITTI

Sulla formazione professionale si sono analizzate due prospettive: una macro e una micro. Simona Malpezzi, numeri alla mano, ha ricordato la necessità che le scuole professionali rispondano alle nuove esigenze di mercato, così da favorire una maggiore e più immediata occupazione degli alunni. Alessandro Arbitrio ha sottolineato come una realtà di quel tipo sia fondamentale, visto che accoglie ragazzi dai trascorsi non sempre facili. Non è una situazione facile però quella raccontata dal coordinatore ENAIP. Il corso di acconciatura, infatti, da settembre 2019, si sposterà a Melzo per mancanza di iscritti sul territorio.

 

No Banner to display

Gli studenti di Bussero in tenda con “In campo per una notte”

Immagine di repertorio

Un’esperienza unica nel suo genere quella che vivranno i 96 partecipanti – tra bambini, docenti e genitori – che nei giorni di venerdì 17 e sabato 18 maggio trascorreranno una notte in tenda per la manifestazione In Campo per Una Notte, campo scuola aperto agli alunni delle classi quinte della primaria Montegrappa, con il contributo dell’Associazione “Le Ali”- progetto L’Albero del Sabato nell’ambito del progetto Crescere Sicuri, voluto dal Dipartimento della Protezione Civile e da Città Metropolitana.

LA MANIFESTAZIONE

Sarà la sesta edizione della manifestazione (noi infatti ne avevamo già parlato qui), per la quale è prevista la partecipazione di 96 tra bambini, docenti e genitori, che saranno accolti in 10 tende da campo fornite e allestite dai gruppi di Protezione Civile di Milano e della martesana (precisamente Segrate, Pioltello, Melzo, Gorgonzola e Pessano con Bornago) e supportati dal team della cucina da campo di Pozzo d’Adda.

L’IMPEGNO DI PROTEZIONE CIVILE NELLE SCUOLE

È da tanti anni che la Protezione Civile tiene interventi mensili all’interno delle scuole: all’inizio erano rivolti solo alle classi della primaria, ma da due anni il Gruppo Scuola interviene anche presso i bimbi dell’ultimo anno di materna e in alcune sezioni della scuola secondaria.
Dopo l’intervento, ci si aspetta che l’alunno sappia riconoscere un pericolo e attivare corretti comportamenti di autoprotezione in emergenza, ma anche comportarsi con autonomia e sicurezza di fronte ad una situazione straordinaria, eseguendo in modo preciso e pronto le indicazioni operative tipiche di quella situazione.
In questo senso, il campo scuola è il momento finale e riepilogativo degli argomenti trattati in ciascun anno.

IL CAMPO SCUOLA

Durante le due giornate il bagaglio di conoscenze acquisito negli incontri in classe sarà arricchito con prove e dimostrazioni pratiche, con lo scopo di far magari germogliare – in un bel ricordo che i bambini si porteranno dietro negli anni futuri – il desiderio di realizzare quanto appreso diventando volontari di Protezione Civile, in uno qualsiasi dei suoi ambiti.
I partecipanti avranno l’opportunità di visitare una decina di mezzi dei diversi corpi della Protezione Civile (VV.FF, AREU, Carabinieri, Polizia Locale, mezzi AIB, radio mobili, CAP…) con spiegazioni da parte delle squadre dei mezzi stessi.
Carabinieri e Polizia, se le circostanze lo permetteranno, proporranno ai bambini esempi di esercitazioni con cani o con robot artificieri.

 

No Banner to display

Bussero: i ragazzi del Montegrappa corrono a Milano

“Insegui il tuo sogno, non fermarti mai”. Questo il messaggio protagonista della Bridgestone School Marathon, corsa non competitiva di 3 km che si svolge all’interno del parco di City Life a Milano e alla quale hanno preso parte anche gli alunni della scuola Montegrappa di Bussero. Dalla stazione della metropolitana sono partiti in 100, compresi 27 insegnanti della primaria, alla volta della città. Parte del ricavato di ogni partecipante sarà utilizzato per acquistare del materiale sportivo necessario alla scuola.

L’INIZIATIVA

La maratona, dedicata ai ragazzi delle primarie e delle secondarie di primo grado di Milano e provincia, è stata aperta dalla maratoneta Valeria Straneo, medaglia d’argento ai mondiali del 2013. Tagliato il nastro finale i ragazzi hanno partecipato al battesimo del salto in alto con il primatista italiano della disciplina, Gianmarco Tamberi.

FRANCESCA ROSSI: «LO SPORT PER PROMUOVERE IL BENESSERE»

L’assessore allo sport Francesca Rossi considera la partecipazione dei ragazzi ad iniziative sportive come la maratona non competitiva una grande opportunità. «Sono fortemente convinta-ha detto-che lo sport sia uno strumento che, oltre a garantire la salute, promuove il benessere e la socializzazione. Per la nostra amministrazione- ha proseguito– è stato il modo migliore di stimolare i piccoli e grandi busseresi a passare una mattinata insieme e conoscere un’area di Milano come City Life all’insegna del divertimento e dell’allegria».

 

No Banner to display