giovedì, 24 Giugno 2021

Tentano la fuga dopo una truffa: coniugi vanno a sbattere contro una ringhiera

Due giovani coniugi (18 e 19 anni) di Noto ma domiciliati a Segrate hanno truffato un automobilista e il padre con la “tecnica dello specchietto”. Fermati dai Carabinieri della stazione di Carugate a Vimodrone sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato.

La truffa

Vittime della truffa un uomo di 54 anni e il padre 86enne. La coppia, con a bordo il figlio di 18 mesi, ha iniziato a lampeggiarli all’altezza di Cernusco sul Naviglio seguendoli fino alla loro abitazione. Lì marito e moglie hanno sostenuto di essere stati tamponati, chiedendo 100 euro per la riparazione di un presunto danno al paraurti.

La segnalazione al 112 e la fuga

Mentre l’anziano ha preferito consegnare i 30 euro che aveva, il 54enne ha avvertito il 112 raccontando l’avvenuto. Quando i Carabinieri della stazione di Carugate sono arrivati il ragazzo e la ragazza di Noto sono scappati. Fuga che si è interrotta a Vimodrone, in via Piave, contro la ringhiera esterna della pista ciclopedonale.

Dopo essersi accertati delle loro condizioni di salute i militari hanno tratto in arresto marito e moglie trovati con i soldi sottratti all’anziano, affidando il piccolo alle cure di un familiare. I Carabinieri della stazione di Carugate stanno ora svolgendo delle indagini per verificare il coinvolgimento dei fermati in truffe analoghe avvenute in Martesana nelle scorse settimane.

No Banner to display

Vimodrone, un sostegno alle microimprese

A Vimodrone sono stati riuniti 120 mila euro per fornire degli aiuti a fondo perduto alle microattività del Comune che si trovano in grave difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria; il contributo è di mille euro per ogni attività che, rispettando i requisiti richiesti, presenterà la domanda.

Chi può beneficiare degli aiuti a fondo perduto

Per poter presentare la richiesta per gli aiuti è necessario rispondere a determinati requisiti: la propria impresa deve essere iscritta al Registro delle Imprese e deve essere attiva; il provvedimento riguarda le microimprese (quelle cioè che occupano meno di 10 persone e realizzano un fatturato annuo e/o un totale di bilancio che non superino i 2 milioni di euro, in riferimento al Regolamento UE 651 del 06/2015); la sede operativa della propria impresa deve trovarsi a Vimodrone (la sede legale per i titolari di posteggio dei mercati); per i tassisti o trasporto di autobus con conducente bisogna essere titolari della licenza emessa dal Comune di Vimodrone; il fatturato della propria impresa deve aver subito un calo del fatturato almeno del 30%. Per informazioni più dettagliate si può fare riferimento al documento reso disponibile dal Comune di Vimodrone sulla sua pagina Facebook.

Come presentare la domanda per ricevere il contributo

Si può richiedere l’aiuto a fondo perduto selezionando “MISURE A SOSTEGNO DELLE MICROIMPRESE” al seguente link. La presentazione delle domande potrà essere compilata dal 12 marzo fino al 10 maggio 2021, accedendo con SPID o con la Carta Nazionale dei Servizi. A seguito della compilazione della domanda verrà generato un riepilogo, che dovrà essere firmato digitalmente, caricato sulla piattaforma e inviato all’indirizzo comune.vimodrone@pec.regione.lombardia.it insieme a una scannerizzazione della propria carta d’identità.

È possibile contattare per ulteriori informazioni il numero 02/25077289 o scrivere all’indirizzo mail: c.iulianelli@comune.vimodrone.milano.it.

No Banner to display

Vimodrone, impatto tra auto e moto sulla Padana: interviene l’elisoccorso

Uno scontro tra un’auto e una moto sulla strada Padana ha richiesto l’intervento dell’elisoccorso. E’ successo alle 11.45 della mattinata di oggi, giovedì 8 aprile, a Vimodrone, all’altezza dell’incrocio con via Roma.

La dinamica dell’incidente e i soccorsi

I veicoli percorrevano la strada da Milano verso Vimodrone. Giunti all’altezza dell’incrocio con via Roma l’auto ha svoltato a sinistra scontrandosi con la moto che nel frattempo aveva iniziato la manovra di sorpasso.

Dopo l’impatto il motociclista è caduto al suolo. Uno scontro violento che ha fatto temere il peggio, tanto che è intervenuto un elicottero proveniente dall’ospedale Niguarda. Fortunatamente i primi soccorsi, prestati dai sanitari dell’Avis di Cologno Monzese giunti sul luogo, hanno stabilizzato l’uomo che è stato trasportato in codice giallo all’ospedale San Raffaele. Intervenuti anche gli agenti della Polizia Locale di Vimodrone che, dopo aver gestito le ripercussioni sul traffico, sono ora al lavoro per ricostruire in modo più preciso la dinamica dell’incidente.

No Banner to display

Stagione Culturale Diffusa: Industria Scenica avvicina partecipazione civica e cultura

Stagione Culturale Diffusa è il nome dell’iniziativa della Cooperativa Sociale Industria Scenica che coinvolgerà tutta Vimodrone fino a giugno. Ogni mese verranno sviluppati temi di attualità: “la famiglia” a marzo, “il lavoro” ad aprile, “l’ambiente e il clima” a maggio, “la festa e la poesia” a giugno. La proposta culturale coinvolgerà non solo le associazioni vimodronesi; prenderanno parte al progetto anche le scuole, i commercianti, le istituzioni. Spazio chiave è la Vetrina di via Sant’Anna 2, in cui vengono e verranno allestite mostre e i risultati delle riflessioni collettive. L’obiettivo è quello di ripensare il rapporto tra cultura e partecipazione civica.

A marzo un invito a riflettere sui legami: “Famiglia è…”

Le attività di marzo si concentrano nell’ultima settimana del mese e approfondiscono il tema della famiglia. “I suoni delle famiglie” è un podcast di Radio Vetrina (la radio di Industria Scenica) che vede come ospiti: Il Comitato Genitori, il gruppo teatrale Nonsolomamme, il Gruppo di Mediazione Vimodrone, Claudio Bernardi, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, e la Compagnia ScenaMadre di Lavagna (GE); ma c’è anche “Immagini e parole”, iniziativa che invita i cittadini a completare la frase “Famiglia è…”. I contributi riempiranno la Vetrina di Via Sant’Anna, 2. Dall’esterno della vetrina è inoltre visibile il lavoro realizzato da Simone Brullo, che ha trasformato in immagine la rielaborazione del concetto di famiglia che era nata dal confronto tra le diverse realtà coinvolte. 

L’ultima attività del mese di marzo è “Autoritratti famigliari”, in cui si invitano i più giovani a realizzare dei disegni partendo dalla frase “La mia famiglia oggi”. I risultati saranno pubblicati sul sito e sui canali social di Industria Scenica.

Il programma di marzo è organizzato in collaborazione con Ass. NonSoloMamme, Comitato Genitori Vimodrone, Gruppo Mediazione Vimodrone e Istituto Comprensivo Vimodrone.

Industria Scenica, Cooperativa che fa del singolo la collettività e della collettività un individuo

Industria Scenica è una Cooperativa Sociale Onlus, nata nel 2012 e che ha sempre creato progetti di drammaturgia di comunità, realizzando spettacoli teatrali a partire da tematiche sociali, con l’obiettivo di riunire le arti performative e il sociale. La cooperativa ha sede nello storico spazio Everest.

 

No Banner to display

Vimodrone: individuati veicoli senza revisione o assicurazione

immagine di repertorio

Sanzioni per 4 conducenti e il sequestro di un autoveicolo. E’ questo il risultato dei controlli effettuati questa settimana dalla Polizia Locale di Vimodrone per individuare veicoli privi di assicurazione o revisione.

Controlli fatti con dispositivi elettronici

Gli agenti del comando di Polizia Locale, grazie ai dispositivi di controllo elettronico collegati in tempo reale con la motorizzazione civile, hanno individuato 3 veicoli per i quali non era stata fatta la revisione e uno privo di assicurazione, sottoposto a sequestro.

«Circolare con veicoli sprovvisti di revisione e assicurazione (RCA) è pericoloso per sé e per gli altri utenti della strada – ha dichiarato il Comandante della Polizia Locale di Vimodrone Giovanni Pagliarini – Infatti la revisione garantisce l’efficienzatecnica del veicolo e quindi la sicurezza, inoltre è bene sapere che in caso di incidente stradale,se il veicolo ha la revisione scaduta, la compagnia assicuratrice potrebbe far ricorso alla rivalsa. Ovvero, pur rispondendo dei danni cagionati, può richiedere all’assicurato la restituzione delle somme pagate ai soggetti coinvolti nel sinistro. La mancanza di assicurazione invece è ancora più grave, perché il caso di incidente la parte lesa non viene risarcita dalla controparte».

Le sanzioni 

Girare senza revisione o assicurazione, oltre ad essere pericoloso, può essere anche oneroso. Nel primo caso la sanzione varia da 173 a 694 euro, nel secondo da 866 a 3.464, oltre al sequestro del veicolo.

 

No Banner to display

A Vimodrone parte la sperimentazione delle lance ad acqua per la pulizia delle strade

Ridurre l’inquinamento e pulire meglio le strade di Vimodrone. Sono questi gli obiettivi che hanno spinto l’amministrazione ad avviare una sperimentazione, insieme a CEM Ambiente, per la pulizia delle strade. Dal 12 aprile fino al 11 giugno verranno infatti sostituiti, per alcuni giorni della settimana, i soffiatori elettrici con delle lance ad acqua, e verrà sospeso il divieto di sosta in tutto il territorio, fuorché le aree mercatali (per martedì e venerdì).

Una misura che «migliora la qualità dell’ambiente»

«Sono particolarmente orgoglioso che Vimodrone sia tra i primi Comuni dove opera CEM Ambiente a introdurre questa novità – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Andrea Citterio Come assessore non posso che essere favorevole ad una misura che migliora la qualità dell’ambiente, oltre a semplificare la vita dei cittadini in una fase così delicata per la mobilità visto anche l’incremento dello smart working».

Un esperimento per «per vivere in una città più salubre, pulita e decorosa»

«Un importante cambiamento che vorrei fosse vissuto dalla cittadinanza non come un semplice via libera a non spostare l’auto, ma come un’opportunità per vivere in una città ancora più salubre, pulita e decorosa – ha motivato il sindaco Dario Veneroni La selezione delle vie dove sarà effettuata la sperimentazione è stata fatta attraverso uno studio che ha coinvolto l’azienda e i tecnici sulla base di standard urbanistici indicati. Alla fine di questo percorso – ha concluso il sindaco – è nostra intenzione fare una verifica puntuale per includere eventualmente altre zone della città».

L’elenco delle vie interessate ai lavaggi, sia con soffiatore che con lancia, è stato allegato sul sito del Comune, ed è reperibile a questo link.

No Banner to display

Aperto il bando per l’assegnazione delle case popolari Est Milano

Immagine di repertorio

È aperta la presentazione delle domande per l’assegnazione delle case popolari del Distretto Sociale Est Milano: entro il 30 aprile è possibile, per i cittadini in possesso dei requisiti necessari, richiedere uno degli alloggi disponibili tra i comuni di Segrate, Vimodrone, Pioltello e Rodano.

Assegnazione case popolari Est Milano: come presentare la domanda

È necessario presentare la propria domanda entro le ore 10 del 30 aprile 2021, accedendo direttamente all’apposita sezione del sito web di Regione Lombardia. Ricordiamo che per accedere alle procedure di inoltro della richiesta è indispensabile essere in possesso o dello SPID o della Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Alloggi popolari: chi può richiederli

A presentare domanda possono essere i soggetti􏰂 in possesso dei requisiti􏰃 di ci􏰄ttadinanza, residenza, situazione economica, abita􏰃tiva e familiare specificati􏰃 nell’Avviso Pubblico pubblicato sul sito del Comune di Segrate, insieme a tutte le informazioni riguardanti modalità di presentazione, documentazione e requisiti richiesti.

Per ottenere aiuto nella presentazione

Per qualsiasi altra indicazione e per ricevere supporto tecnico durante l’inoltro della domanda è possibile chiamare il Numero Verde 800.131.151 uscita 1 per assistenza Bandi e Finanziamenti (digitare 1 per informazioni tecniche o 2 per assistenza tecnica), oppure scrivere a bandi@regione.lombardia.it.

No Banner to display

Covid: nessun lockdown a Vimodrone

Nonostante l’aumento dei casi degli ultimi giorni da oggi, lunedì 1° marzo Vimodrone è in zona arancione come il resto della Lombardia. Smentita dunque qualsiasi ipotesi su un lockdown locale dal sindaco Dario Veneroni, che ha lanciato un appello ai cittadini.

Chiuso il plesso Battisti-Matteotti 

Attività didattiche sospese però dal 27 febbraio nel plesso scolastico Battisti-Matteotti, che fa parte dell’Istituto Comprensivo di Vimodrone. Il provvedimento dell’ATS è dovuto alla positività di 20 alunni (su 220 iscritti). Lo stesso giorno l’Amministrazione ha sanificato completamente la struttura.

«Mi preme sottolineare – ha dichiarato il Sindaco Dario Veneroni- che il Comune di Vimodrone è stato uno tra i pochi comuni di Regione Lombardia a istituire a proprie spese l’introduzione di tamponi rapidi su tutte le classi dell’Istituto Comprensivo. Attualmente sono stati somministrati oltre 400 tamponi agli studenti e al personale impiegato nella scuola. Tale misura, oltre a garantire il rientro in totale sicurezza degli alunni negativi al tampone dopo la quarantena, implica uno screening approfondito della condizione di salute della popolazione scolastica e si pone come importante strumento di prevenzione dei contagi anche a livello famigliare». Il Sindaco, l’Assessore all’Istruzione Marco Albertini e gli uffici competenti restano in contatto con medici di famiglia, Direzione Scolastica e ATS.

Vimodrone in zona arancione

Il Comune di Vimodrone ha visto un aumento dei casi positivi al Covid-19. Il numero ha superato la soglia (250 positivi su 100 mila abitanti) del rapporto positivi/abitanti stabilita dall’ATS, proprio com’è successo a Gessate, che è uno dei parametri attraverso cui viene valutata l’ipotesi di zona rossa.

L’appello del sindaco a informarsi attraverso i canali ufficiali 

Sabato 27 febbraio il Sindaco ha contattato Walter Bergamaschi, Direttore Generale dell’ATS, che ha smentito l’idea che stava circolando di introdurre Vimodrone tra le zone rosse della regione. Il Sindaco ha anche invitato la cittadinanza ad informarsi solo attraverso i canali ufficiali. «Alimentare notizie false e spesso tendenziose – ha detto – non porta alcun valore alla nostra comunità e anzi contribuiscono a creare un clima di paura ed incertezza che in questo particolare momento non fanno bene a nessuno».

In Martesana 6 Comuni in fascia arancione rafforzata

In serata il governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana ha firmato un’ordinanza che inserisce 49 comuni lombardi, oltre alle province di Brescia e Como, in fascia arancione scuro da mercoledì 3 marzo, fino al 10 dello stesso mese. Tra questi anche sei della Martesana: Rodano, Trucazzano, Pozzuolo Martesana, Vignate, Liscate e Melzo.

Nei territori inseriti in questa fascia tutte le scuole, ad eccezione degli asili nido, resteranno chiuse.

Giada Felline

 

 

No Banner to display

La “Stanza degli Abbracci” all’Istituto geriatrico Piero Redaelli di Vimodrone


Si è svolta oggi, venerdì 26 febbraio, l’inaugurazione della “Stanza degli abbracci” Presso l’Istituto geriatrico “Piero Redaelli” a Vimodrone. La stanza degli abbracci, struttura gonfiabile dentro cui, seppur separati da una parete di PVC, ospiti e familiari possono tornare ad abbracciarsi, è una delle 17 donate in diversi comprensori territoriali della Lombardia dal Sindacato dei pensionati SPI CGIL Lombardia. All’inaugurazione hanno presenziato anche il Sindaco di Vimodrone Dario Veneroni e l’assessore Marianna Vannucchi.

La signora Chiara Cerola è stata la prima a poter riabbracciare sua mamma, di 82 anni, condividendo un momento commuovente con i partecipanti dell’inaugurazione.

Giada Felline

No Banner to display

Polizia Locale di Vimodrone: un riconoscimento da parte della Regione Lombardia

Il Presidente di Regione Attilio Fontana ha premiato con un attestato di riconoscenza tutto il personale della Polizia Locale di Vimodrone, per la «concreta collaborazione e il senso del dovere dimostrati a favore della comunità lombarda, pur consapevole dei rischi di contagio per sé e per i propri cari, nella fase di prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19». Gli agenti hanno ricevuto anche una spilletta, simbolo della costanza e dell’impegno dimostrati quest’anno. Alla cerimonia di consegna hanno partecipato il Sindaco Dario Veneroni e il Comandante Giovanni Pagliarini.

«Impegno straordinario della nostra Polizia Locale» che è andato aldilà delle funzioni ordinarie degli agenti

«Un importante e non scontato attestato di stima, quello da parte del Presidente Fontana, – ha dichiarato il Sindaco – che sottolinea l’impegno straordinario della nostra Polizia Locale che in un periodo così delicato come quello che stiamo vivendo ha supportato la popolazione vimodronese con grande senso del dovere e responsabilità. Un sentito e doveroso ringraziamento al Comandante Giovanni Pagliarini e a tutti i suoi uomini – ha proseguito – che hanno svolto un ruolo fondamentale anche per quel che riguarda il monitoraggio della curva epidemiologica sul nostro territorio».

L’impegno della Polizia Locale è stato orientato anche e soprattutto verso azioni di assistenza alla popolazione.

«Cerchiamo con massimo impegno e serenità di tutelare la comunità, con un comando di Polizia Locale che si è speso in attività che vanno aldilà delle sue classiche funzioni, per dedicarsi maggiormente al sostegno ai cittadini – ha aggiunto il Comandante Giovanni Pagliarini – Un ringraziamento particolare al Presidente Fontana per il riconoscimento e al Sindaco per averci messo in condizione di espletare al meglio le nostre funzioni e per le parole che ci ha dedicato, che senza banalizzare, dimostrano quali sono le reali difficoltà che anche noi abbiamo incontrato in questo periodo».

 

No Banner to display