giovedì, 24 Giugno 2021

Pioltello, una giornata dedicata alla prevenzione dei tumori della cute

Dopo le visite senologiche dello scorso ottobre, il 31 marzo in Cascina Dugnana un’altra giornata di prevenzione dei tumori, in questo caso della cute. L’iniziativa è organizzata dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) e Farcom, azienda partecipata che gestisce la farmacia comunale di piazza del Mercato, attraverso la quale i cittadini possono prenotare una visita dermatologica telefonando allo 02 92104150 da lunedì a sabato, dalle 8.00 alle 21.00.

Busetto: «Prevenzione attività fondamentale»

«La prevenzione è un’attività fondamentale che purtroppo è stata molto frenata in questo anno di pandemia, per questo come Amministrazione comunale abbiamo deciso di promuovere assieme a LILT e Far.com iniziative sul territorio che consentano ai cittadini di accedere a visite specialistiche “sotto casa”, a costi contenuti, senza lunghe attese e senza doversi recare in ospedale in questi momenti di forti timori legati al contagio – ha dichiarato Antonella Busetto, Assessore ai Servizi sociali – Lo scorso ottobre avevamo aderito alla campagna “Nastro rosa” di LILT portando in città una tappa dello screening senologico che ha ottenuto una forte partecipazione. La collaborazione così avviata prosegue ora con una giornata dedicata ai tumori della cute, una patologia insidiosa ma che può essere prevenuta con controlli dermatologici periodici».

No Banner to display

Pioltello, un corso gratuito per diventare Assistenti familiari

“Affettivamente” è il nome del corso gratuito per diventare Assistente familiare che partirà a Pioltello ad aprile. Organizzato da Enaip Lombardia, il percorso formativo rientra nell’ambito di Scuola Bottega, iniziativa finanziata dal Bando Periferie.

Figura ancora più ricercata in tempo di pandemia

«Il corso gratuito per Assistenti familiari “Affettivamente”, che segue quelli già organizzati nel progetto Scuola Bottega e dedicati al commercio al dettaglio e alla logistica è un’opportunità per gli iscritti ma anche per la ricaduta sociale che potrà avere sul territorio –ha dichiarato l’assessore ai Servizi sociali Antonella Busetto – Da una parte si tratta di un’occasione concreta per chi è in cerca di lavoro e per chi ha già esperienza nel settore dell’assistenza alla persona ma desidera ottenere un’attestazione e un miglioramento della propria professionalità –ha proseguito -, dall’altro lato consentirà alle famiglie pioltellesi di poter raggiungere sul territorio figure certificate per la cura dei propri cari». 

Una figura professionale, quella dell’Assistente familiare, che ha assunto ancora maggiore importanza con la pandemia in corso. «Il Covid ha aumentato la necessità e la richiesta di questo tipo di servizio che riguarda non soltanto il benessere fisico degli assistiti, ma anche quello psicologico e affettivo. Riceviamo spesso dai cittadini richieste di aiuto per orientarsi nella scelta delle persone cui affidare i propri cari – ha concluso l’assessore – e formare sul territorio operatori specializzati rappresenta un’opportunità in più per i nostri cittadini».

Il corso e il metodo

Il corso che si svolgerà nella sede Enaip di via alla Stazione 22 a Seggiano (Pioltello) ed è suddiviso in 180 ore di aula – suddivise in 4 unità formative – e 120 ore di tirocinio. 

Il percorso formativo segue l’approccio EFFE (Essere per Fare, Fare per Essere), premiato nel 2020 al premio Olivetti dell’Associazione italiana formatori tra le eccellenze della formazione.  Il metodo favorisce lo sviluppo di competenze trasversali e tecnico-professionali, puntando sull’attivazione dell’intelligenza emotiva, umoristica e interpersonale.

No Banner to display

Call for Ideas: opportunità imprenditoriali per i giovani cittadini stranieri di Satellite

Colleagues discussing business activity

Incentivare le attività imprenditoriali di giovani stranieri di età compresa tra i 18 e i 35 anni. E’ questo l’obiettivo di Call for Ideas, bando gestito da CS&L Consorzio Sociale, in collaborazione con Università degli Studi di Milano e Libera Compagna di Arti e Mestieri Sociali, che rientra nel più ampio progetto “Abitare insieme”, che punta a potenziare il sistema dei servizi rivolti ai cittadini stranieri.

Dalla presentazione della domanda al supporto per la pianificazione

Entro il 31 marzo dovrà essere presentata la domanda, singola o di gruppo, descrivendo il proprio progetto imprenditoriale che può riguardare diversi settori: dalle manutenzioni alla gestione del verde, dai servizi alla persona fino al settore food. Ma c’è spazio anche per imprese che operano nell’ambito musicale, della comunicazione, dell’arte e della fotografia.

I risultasti della selezione saranno comunicati ai partecipanti entro il 30 aprile e sarà avviato un percorso per approfondire le ipotesi iniziali. Le idee migliori saranno dunque selezionate e verranno attivati servizi specifici – orientamento nella ricerca di soci e luoghi fisici adatti, supporto nell’elaborazione di un business plan, orientamento nella ricerca di finanziamenti e microcredito – per la creazione dell’impresa.

Qui ulteriori approfondimenti

No Banner to display

Priorità vaccinale ai sindaci: Micheli contrario, Cosciotti apre una riflessione

vaccini gessate
Ha aperto un’ampia discussione l’ordine del giorno presentato da alcuni parlamentari PD e approvato giovedì 11 marzo dalla Camera dei Deputati che prevede di inserire i sindaci, nella loro funzione di autorità sanitarie locali, tra le categorie ammesse prioritariamente alla vaccinazione Covid-19. «I sindaci – si legge nell’ordine del giorno – che peraltro hanno già pagato un prezzo altissimo sul fronte dell’emergenza Covid» e che «per il tipo di attività e funzione sono sono sicuramente da considerare tra le categorie maggiormente esposte al rischio di contrare il Covid».
A stretto giro è arrivatala risposta del sindaco di Bari e presidente ANCI Antonio Decaro, che ha declinato l’invito. «Alcuni parlamentari, con un ordine del giorno approvato alla Camera, chiedono di inserire i sindaci tra le categorie ammesse prioritariamente alla vaccinazione in qualità di autorità sanitarie locali – ha scritto – Li ringraziamo, ma ci sono tante categorie di lavoratori esposte e persone fragili che dovrebbero essere vaccinati prima di noi».

Due posizioni diverse

Una proposta che ha diviso e anche tra i sindaci non tutti sembrano pensarla allo stesso modo. In Martesana Paolo Micheli (sindaco di Segrate) e Ivonne Cosciotti (sindaco di Pioltello), sull’argomento hanno una diversa sfumatura di pensiero, concordando entrambi però sulla necessità di concludere il prima possibile la vaccinazione per le persone fragili.
Il Sindaco Paolo Micheli durante il giuramento

«La proposta della Camera di vaccinare i sindaci in qualità di autorità sanitaria locale non mi piace – ha scritto Paolo Micheli – Perlomeno se i sindaci in questione non sono anziani o non fanno parte di categorie a rischio. Fossimo su una nave il comandante sarebbe l’ultimo a vaccinarsi. Sarà così anche a Segrate. Ho 46 anni e sono in salute. Aspetterò il mio turno come tutti. Così come ha fatto il nostro integerrimo Presidente della Repubblica. La fotografia di Sergio Mattarella in coda per la vaccinazione mi ha rincuorato: questa è l’Italia che ci deve rappresentare. Parlare oggi di vaccinare noi sindaci quando ogni giorno ricevo decine di telefonate di anziani over 80 ma anche over 90, o di persone malate, che non hanno ancora chiamato è illogico e pericoloso».

«Leggo di una polemica sui social per il fatto che si sia chiesto di mettere i Sindaci tra le categorie a rischio – ha scritto Ivonne Cosciotti – Non entro nel merito e rispetterò quanto decideranno a livello centrale. Certamente so che (a differenza della maggioranza) noi abbiamo sempre dovuto essere in prima fila per gestire l’emergenza e certamente siamo costretti a stare in situazioni di grave pericolo sanitario. Riconoscere che questo ruolo ha dei pericoli aggiuntivi e anche il fatto che il Sindaco , poiché guida una intera città, dovrebbe essere sempre ‘in prima linea’ mi sembra comunque un riconoscimento per un ruolo e una figura che non deve assentarsi nel momento del bisogno. Dopo di che, poiché non sono certo una persona che supera la fila o si erge al di sopra degli altri, avendo un padre Over 80 che ancora non è stato chiamato ( e al quale cederei volentieri la mia dose) , aspetterò il mio turno, senza polemiche continuando a lavorare».

No Banner to display

Pioltello, “Speriamo sia femmin…ista!”:un dialogo con Irene Facheris sulla parità di genere

L’amministrazione di Pioltello e la biblioteca comunale, in collaborazione con la Cooperativa Alboran, ha organizzato l’evento online “Speriamo sia femmin…ista! Quattro chiacchiere sull’essere donna, ma anche sull’essere uomini” con l’esperta in gender studies, attivista e youtuber Irene Facheris, che discuterà tematiche legate alla parità di genere, alla discriminazione e all’inclusione. Al dialogo parteciperà anche l’assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità Jessica D’Adamo.

Una chiacchierata che sia «occasione di riflessione»

«Il termine “femminista” –  ha commentato il sindaco Ivonne Cosciotti – è visto a volte con un’accezione negativa, ed è bene fare chiarezza: è grazie al femminismo che si sono affermati negli anni importanti diritti delle donne e bisogna ridare il giusto valore a questo impegno. Speriamo che questa “chiacchierata” possa essere occasione di riflessione per i nostri cittadini, specialmente i più giovani che abbiamo invitato a partecipare attraverso le scuole».

Il Sindaco ha anche sottolineato l’importanza di un tale approfondimento, parte della scalata per la conquista di una piena e vera parità di genere. «La strada per la piena affermazione della parità di genere, l’inclusione e la lotta a grandi e piccole discriminazioni quotidiane è ancora lunga e sempre in salita – ha proseguito – , l’auspicio è che non solo le donne ma anche e soprattutto gli uomini colgano questa occasione di approfondimento e conoscenza, perché è un tema riguarda tutti».

Per prenotarsi

L’evento si terrà sulla piattaforma Zoom, con iscrizione obbligatoria. Per partecipare all’evento si può scrivere una mail a biblioteca.pioltello@cubinrete.it o telefonando allo 02/92366340.

Giada Felline

 

No Banner to display

A Pioltello l’evento “A tu per tu con il virus”

Il Dott. Andrea Mangiagalli

L’Amministrazione comunale di Pioltello ha organizzato l’incontro “A tu per tu con il virus”, che si terrà il 18 Marzo alle 21, in diretta, sulla pagina Facebook “Città di Pioltello”. L’obiettivo del progetto, in concomitanza con la Giornata Nazionale in memoria di tutte le vittime di Covid-19, è quello di informare, approfondire e raccontare le testimonianze di chi ha lottato e continua a lottare in ospedale e sul territorio. 

Dialogo a più voci

Il Dott. Giovanni Albano

Una serata che è rappresentativa di un dialogo a più voci. Dal medico ospedaliero che è stato in prima linea nella provincia più colpita durante la prima ondata della pandemia al medico di famiglia che assieme ai colleghi forma la prima “barriera” al virus sul territorio fino ad arrivare alla Sindaca di Pioltello, Ivonne Cosciotti, che, alla guida del Centro operativo comunale costituito per fronteggiare la crisi, coordina gli interventi a tutela e supporto della cittadinanza.

I partecipanti sono la Sindaca Ivonne Cosciotti, l’Assessore alla Salute Antonella Busetto, il dottor Andrea Mangiagalli, Medico di Medicina Generale a Pioltello e fondatore del Gruppo “Medici in prima linea” e il dottor Giovanni Albano, Direttore dell’Unità Operativa Anestesia e Terapia Intensiva Humanitas Gavazzeni di Bergamo.

L’evento sarà anche l’occasione per la presentazione del romanzo “I giorni più bui – Covid-19: i mesi della pandemia raccontati da un rianimatore e da un malato” (ed. Piemme), scritto da Giovanni Albano, che ha deciso di devolvere i proventi del libro al sostegno di alcune famiglie bergamasche colpite dal virus. La narrazione si esprime attraverso due figure simbolo: il medico rianimatore Gianni, alter ego del dott. Albano, e il paziente Giorgio, 44enne, uno dei primi malati di Coronavirus. 

Il vissuto dei protagonisti si intreccia con il vissuto nazionale che alterna ai momenti di angoscia e disperazione la grande rete di solidarietà che ha coinvolto un paese intero.

Augusta Brambilla

No Banner to display

Pioltello, un questionario per il progetto “Abitare Insieme”

Il progetto “Abitare Insieme”, dedicato al quartiere Satellite, che tratta i temi dell’abitare, del lavoro e della cittadinanza attiva, si sta sviluppando, con l’aiuto della Prefettura di Milano, di tre Università milanesi e di importanti realtà del Terzo settore. Per migliorare i servizi e le iniziative dedicate ai cittadini è stato proposto, nei termini del progetto, un questionario che indaghi le esigenze più sentite dai cittadini e il rapporto con il proprio quartiere.

Il questionario

Dal 9 marzo al 9 aprile sarà possibile compilare il questionario , in forma volontaria e anonima, in italiano o inglese. Una volta compilato è possibile lasciare il proprio indirizzo e-mail, con il quale si parteciperà all’estrazione di buoni spesa da 25 euro che si potranno spendere presso alcuni esercizi commerciali di Pioltello. Il questionario si trova a questo link: https://bit.ly/30llygf

«Chiedere ai giovani e ai cittadini quali siano i servizi da potenziare in una città rispecchia una forte volontà di ascolto e partecipazione – ha dichiarato la Sindaca Ivonne Cosciotti – Pioltello da tempo offre una serie importante di servizi rivolti a tutte le fasce d’età, in una città molto variegata dal punto di vista sociale, culturale e pedagogico, ma vogliamo chiedere ai cittadini quali sono le esigenze e il questionario impostato da tre grandi Università italiane è senz’altro uno strumento per capire in quale direzione andare e quali sono le necessità prioritarie».

I negozi in cui si potranno usare i buoni spesa

I negozi sono sei:

  • OLTA Sartoria su misura, via Leoncavallo, 34
  • ALIMENTARI DI FEDE, via Mozart, 15
  • FARMACIA CIPOLLA, via Leoncavallo, 22
  • CARTOLERIA SELENE, via G. D’Annunzio, 61
  • CURCIO ABBIGLIAMENTO, via Milano 91/93

Giada Felline

No Banner to display

Attacco in Congo: in Martesana bandiere a mezz’asta in segno di lutto

Villa Casati - Cologno Monzese

L’ambasciatore dell’Italia in Congo, Luca Attanasio, e il Carabiniere Vittorio Iacovacci sono stati uccisi la mattina del 22 febbraio, a seguito di un attacco a un convoglio dell’Onu. Prima è stato ucciso Mustapha Milambo, autista operatore del WFP (World Food Programme) e in seguito i due italiani, dopo essere stati condotti in una foresta. Il convoglio si stava recandosi a Rutshuru da Goma. Il presidente ANCI Antonio Decaro ha invitato tutti i colleghi sindaci a lasciare le bandiere degli edifici pubblici a mezz’asta in segno di lutto. Appello ascoltato in Martesana, dove alcuni primi cittadini anche voluto anche scrivere un pensiero per i due connazionali uccisi e per l’autista congolese.

«Oggi perdiamo due uomini dello Stato – ha scritto la sindaca si Pioltello Ivonne Cosciotti -, che hanno perso la vita nell’adempimento dei loro doveri,​ impegnati nella difesa dei diritti umani, al servizio della pace e della cooperazione internazionale».

 

«Tutta la comunità segratese – ha scritto il primo cittadino Paolo Micheli – è vicina a questi servitori dello Stato e si stringe al dolore dei loro cari».

 

 

 

«Con questo gesto – ha dichiarato il Sindaco Angelo Rocchi – vogliamo esprimere tutta la vicinanza della Comunità di Cologno Monzese verso le famiglie di questi giovani servitori dello Stato».

 

 

Giada Felline

No Banner to display

Pioltello: un banchetto di Forza Nuova al mercato

Ph: osservatoriocontroilfascismo.it

«La tua firma contro la tirannia, la tua firma contro Draghi, la tua firma per la libertà!». Con questo slogan Forza Nuova ha lanciato la raccolta firme per l’uscita dall’Europa che si terrà sabato 27 febbraio al mercato di Pioltello dalle 8.00 alle 13.00. «Chiamiamo alla mobilitazione – hanno scritto in un comunicato – tutti gli italiani che non vogliono morire con il cappio di Bruxelles al collo».

Un attacco frontale al Governo Draghi

«L’era Draghi inizia con un piano di nuove chiusure e politiche economiche dettate dalla Troika – prosegue il comunicato – Il nuovo tiranno della finanza, l’uomo delle banche e del Britannia, l’burocratico per eccellenza sta già gettando la maschera. Draghi e i vampiri sono pronti a sbranarsi la ‘carcassa’ di un’Italia morente e forse arresa».

Il precedente

Non è la prima volta che l’estrema destra sceglie il mercato di Pioltello per le proprie iniziative. Nel gennaio 2018 ad arrivare in Comune era stata Casa Pound che aveva organizzato un banchetto per la campagna elettorale in vista delle elezioni politiche di quell’anno. 

No Banner to display

Un pioltellese alla guida della Federazione Ciclistica Italiana

Cordiano Dagnoni, pioltellese, è il nuovo presidente della Federazione Ciclistica Italiana eletto il 21 Febbraio nell’Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva a Roma.  Il dirigente lombardo, 56 anni, è stato tecnico di pista, consigliere e negli ultimi quattro anni, 2017-2020, presidente del Comitato regionale della Lombardia. 128 sono i voti ottenuti con il 56,28% contro Silvio Martinello che ha ottenuto 96 voti con il 41,92%.

Dagnoni: «Importante ricompattare tutto il movimento»

Cordiano Dagnoni è figlio di Mario Dagnoni, imprenditore meccanico che nel ciclismo era noto come pilota nelle gare di derny. Cordiano Dagnoni ha un passato da pistard e una lunga dirigenza in ambito sportivo, ha conquistato dieci titoli italiani e tre europei come pilota di derny, una gara di endurance che si disputa su distanze tra 25 e 40 km che deriva dalla particolare motocicletta a pedali, il derny, utilizzata dall’allenatore pilota di ciascun partecipante con l’obiettivo di sfruttare la scia. 

Cordiano Dagnoni, attualmente, ricopre il ruolo di amministratore delegato della Dagnoni Group.

«Sono veramente emozionato, adesso inizia il bello – ha commentato Cordiano Dagnoni – Sono convinto di poter fare un bel lavoro, ripeto che è importante ricompattare tutto il movimento. Adesso togliamo la cravatta e giù…il 13». 

Sono stati eletti in qualità di vicepresidenti Carmine Acquasanta, vicario, Ruggero Cazzaniga, Norma Gimondi e in qualità di consiglieri Fabrizio Cazzola, Giovanni Vietri, Gianantonio Crisafulli, Fabio Forzini, Chiara Teocchi, Giancarlo Masini e Serena Danesi.

«Orgoglio pioltellese! – ha commentato Ivonne Cosciotti sindaca di Pioltello – Un ruolo importante ed eccellente per chi lo sport non solo lo ha praticato ma ha anche saputo valorizzarlo ad ogni livello. Di padre in figlio da Mario a Cordiano, avanti ogni giorno! Complimenti».

Augusta Brambilla

No Banner to display