lunedì, 21 Giugno 2021

CERNUSCO SUL NAVIGLIO – Addio alla Sporting Cernusco: la società cambia nome e guarda al futuro

Sporting Cernusco addio. Dal primo luglio la società cernuschese cambierà infatti nome diventando Asd Città di Cernusco. Una svolta che coincide con la voglia di ricreare un settore giovanile che negli ultimi anni per vari problemi è venuto a mancare  costringendo così molte giovani promesse della vecchia società sportiva ad emigrare verso altre squadre.

La conferma arriva direttamente dal presidente del sodalizio biancorossoblù, Raffaele Addeo. “A causa dei lavori nel centro sportivo di via Buonarroti a Cernusco negli ultimi anni non siamo riusciti a svolgere l’attività giovanile come pensavamo, limitandoci così alla sola squadra Juniores, con la nascita della nuova società ci auguriamo di ripartire al meglio iscrivendo cinque sei squadre ai vari campionati giovanili di categoria”.

Per farlo il presidente si è mosso in prima persona presentando una campagna pubblicitaria rivolta a tutti i più giovani fuori dai centri scolastici cittadini e a un investimento nelle persone che andranno a guidare le squadre. Dopo sei anni torneranno a collaborare con la società sia Ruggero Rinelli che Silvano Ambrosoni, ex giocatori dell’Olimpic che nell’ultima stagione hanno guidato gli Allievi del Bussero alla vittoria del proprio campionato senza subire sconfitte.

Sempre per quanto riguarda il settore giovanile si intensificherà inoltre la collaborazione tra il Città di Cernusco ed il Brugherio Calcio, che dura ormai da un paio d’anni.

Novità in vista anche per quanto riguarda la prima squadra. Al termine di una lunga stagione la squadra ha mancato i playoff di un soffio classificandosi alla fine al settimo posto. Un risultato positivo ma che ha lasciato un pizzico di amarezza per il mancato traguardo dei playoff visto che la squadraè rimasta costantemente tra il terzo ed il quinto posto fino a due giornate dal termine. A cambiare le sorti del campionato in questo senso è stata la sconfitta contro l’Andice Pioltello di inizio maggio che, complici i risultati sugli altri campi ha negato la possibilità degli spareggi.

Per la prossima stagione si prospettano così nuovi scenari: cambierà la guida tecnica con Mandelli che lascia la squadra dopo due stagioni comunque positive. Verrà formato un nuovo assetto direttivo, che sarà reso ufficiale ad inizio luglio, e ci sarà inoltre un ridimensionamento dell’organico con la rosa che passerà dagli attuali 28 a 22 elementi più l’innesto di alcuni giovani. Molto, a cominciare dalla scelta del tecnico è ancora da decidere, la speranza del presidente è quella di poter confermare la maggior parte del gruppo inserendo alcuni ex giocatori del settore giovanile che quest’anno hanno militato tra le fila degli Allievi del Bussero collezionando però anche alcune presenze con la prima squadra.

Luca Cordini

No Banner to display

PIOLTELLO – Presentata la nuova Giunta guidata da Antonello Concas, più digitale e meno rosa

Nuova Giunta, nuova vita. E’ stata presentata questa mattina, in una conferenza stampa, la squadra che affiancherà il rieletto sindaco Antonello Concas nell’Amministrazione del Comune di Pioltello per i prossimi 5 anni.

I nomi, in realtà, sono quasi tutti noti, personalità che già hanno amministrato il Comune (nella scorsa o nella precedente tornata elettorale) o già conosciuti per il loro impegno politico. La vera novità è rappresentata da assessorati e deleghe e dalla loro distribuzione.

Il vicesindaco Rosario Berardi

Il ruolo di vicesindaco, prima di Fiorenza Pistocchi, passa nelle mani di Rosario Berardi (Socialisti e Democratici per Pioltello), che avrà anche le deleghe al Bilancio, Programmazione economica, Patrimonio, Società partecipate, Gestione entrate, Commercio e Catasto. Berardi, già presente nella scorsa Giunta, si riconferma alle società partecipate, e prende in mano le deleghe dell’ex assessore Raffaele Villani, che, per motivi personali, ha scelto di non partecipare alla vita amministrativa della città.

Fiorenza Pistocchi

Fiorenza Pistocchi (PD), unica donna rimasta in Giunta, si riconferma assessore alle Culture, Associazioni, Pari opportunità e Partecipazione, e prende in carico anche le deleghe dell’ex collega Rosalia Novelli, ovvero le Politiche Educative (prima suddivise in Educazione e Programmazione scolastica).

Giorgio Fallini

Anche Giorgio Fallini (Lista per Pioltello) si riconferma assessore a Trasporti, Viabilità e Traffico, e prende anche le deleghe a Urbanistica, Pianificazione Territoriale e Attività Produttive (un tempo dell’assessore Francesco Mazzeo, dimessosi durante la scorsa legislatura e mai rimpiazzato per l’avvicinarsi delle elezioni).

Simon Gaiotto

Riconfermato anche Simon Gaiotto (PD), assessore a Servizi Sociali, Politiche abitative, Politiche Giovanili, Famiglia, Sport e Tempo libero, Sanità, Immigrazione, Volontariato e Relazioni esterne.

Entrano in Giunta Walter Finazzi (assessore ad Ambiente, Parchi e Cave, Qualità Urbana, Lavori pubblici, Edilizia scolastica e Sportiva), già assessore con Mario De

Gasperi, e Giuseppe Bottasini, già consigliere comunale, neofita della vita amministrativa pioltellese. Quest’ultimo rappresenta la grossa novità, anche in relazione alle deleghe: Bottasini, infatti, è stato nominato assessore a Innovazione, Informatizzazione, Pioltello Digitale, Organizzazione, Servizi Civici, Attuazione di programma.

Walter Finazzi

Pioltello, quindi, sarà sempre più digitale, con un occhio di riguardo alla diffusione del mezzo informatico nella macchina comunale, ma anche verso la spinta alla diffusione del mezzo tra i cittadini, in modo da diffondere una maggiore partecipazione alla vita politica e amministrativa.

Sempre più digitale, ma sempre meno rosa: le donne in Giunta, infatti, passano da due a una. “Non è facile trovare donne che abbiano voglia di dedicarsi alla vita amministrativa della città” ha spiegato il sindaco.

Luigi Bottasini

Spariscono, infine, deleghe su cui la prima Giunta Concas aveva puntano, come quella relativa alla Sostenibilità, che aveva creato il motto “Pioltello città sostenibile” su cui era stata basata la redazione e promozione del Pgt.

Scelte dovute anche alla Legge che ha imposto  la riduzione del numero di consiglieri e assessori, che a Pioltello passano da otto a sei.

Restano, per ultimo, in capo al Sindaco le deleghe a Sicurezza, Personale, Comunicazione, Protezione Civile e Cimiteri.

E.D.

 

No Banner to display

MARTESANA – Referendum, i risultati definitivi Comune per Comune

Ecco i risultati definitivi dei Referendum nei Comuni della Martesana.

COMUNEREF. 1REF. 2REF. 3REF. 4
SINOSINOSINOSINO
BUSSERO94,53%5,47%95,14%4,86%93,22%6,78%94,71%5,29%
BELLINZAGO94,68%5,31%95,14%4,86%93,74%6,25%95,52%4,37%
CAMBIAGO94,58%5,42%95,18%4,82%92,34%7,66%94,18%5,88%
CARUGATE94,87%5,13%95,46%4,54%93,20%6,80%94,04%5,96%
CASSANO94,41%5,59%95,11%4,89%92,84%7,16%94,09%5,91%
CASSINA95,51%6,49%94,30%5,70%91,01%8,99%93,84%6,16%
CERNUSCO94,61%5,39%95,16%4,84%92,89%7,11%94,43%5,57%
COLOGNO95,09%5,91%95,68%4,32%93,79%6,30%94,55%5,45%
GESSATE*93,81%6,18%94,89%5,10%92,69%7,30%94,04%5,95%
GORGONZOLA94,84%5,16%95,50%4,50%92,97%7,03%94,92%5,08%
INZAGO94,69%5,31%95,47%4,53%93,97%6,03%94,99%5,01%
LISCATE93,54%6,46%93,87%6,13%91,85%8,15%93,59%6,41%
MELZO*93,42%6,58%93,94%6,06%91,09%8,91%93,27%6,63%
BRUGHERIO92,47%6,11%93,56%5,48%92,17%7,83%92,81%5,97%
PIOLTELLO95,18%4,82%95,87%4,13%93,85%6,15%94,85%5,15%
PESSANO94,29%6,46%94,49%5,51%90,85%9,15%93,05%6,95%
RODANO92,84%7,13%93,74%6,26%9,12%8,88%91,80%8,20%
SEGRATE92,49%7,51%93,33%6,67%90,93%9,07%92,72%7,18%
SETTALA94,05%5,95%94,38%5,62%92,66%7,34%94,31%5,79%
VIGNATE94,51%5,49%95,42%4,58%93,43%6,57%94,02%5,98%
VIMODRONE*94,07%5,93%94,86%5,14%92,95%7,05%94,30%5,70%
VAPRIO93,27%6,73%94,65%5,35%92,24%7,76%93,65%6,35%

 

Per conoscere i risultati in tutti i Comuni della Lombardia e d’Italia, è possibile consultare il Sito Internet del Ministero dell’Interno.

(Con l’asterisco sono indicati i Comuni i cui dati sono tratti dal siti ufficiali dei Comuni, mentre gli altri dati sono stati forniti dal Ministero dell’Interno).

No Banner to display

MARTESANA – Referendum, prosegue l’ufficializzazione dei risultati nei singoli Comuni

 

Prosegue l’ufficializzazione degli esiti dei Referendum nei singoli Comuni della Martesana. Nuovi dati arrivano dai Comuni di Bellinzago Lombardo, Cernusco sul Naviglio, Gessate, Inzago, Melzo, Segrate e Vimodrone.

Di seguito, i risultati dei 4 quesiti nei Comuni della Martesana in cui i dati sono raccolti sono definitivi.

COMUNEREF. 1REF. 2REF. 3REF. 4
SINOSINOSINOSINO
BUSSERO94,53%5,47%95,14%4,86%93,22%6,78%94,71%5,29%
BELLINZAGO 94,68%5,31%95,14%4,86%93,74%6,25%95,52%4,37%
CAMBIAGO94,58%5,42%95,18%4,82%92,34%7,66%94,18%5,88%
CARUGATE94,87%5,13%95,46%4,54%93,20%6,80%94,04%5,96%
CASSANO 94,41%5,59%95,11%4,89%92,84%7,16%94,09%5,91%
CASSINA
CERNUSCO94,61%5,39%95,16%4,84%92,89%7,11%94,43%5,57%
COLOGNO MONZESE95,09%5,91%95,68%4,32%93,79%6,30%94,55%5,45%
GESSATE*93,81%6,18%94,89%5,10%92,69%7,30%94,04%5,95%
GORGONZOLA
INZAGO*95%5%95%5%94%96%95%5%
LISCATE
MELZO*93,42%6,58%93,94%6,06%91,09%8,91%93,27%6,63%
PESSANO 94,29%5,71%95,19%4,81%93,05%6,95%94,56%5,44%
PIOLTELLO
PESSANO94,29%6,46%94,49%5,51%90,85%9,15%93,05%6,95%
RODANO
SEGRATE92,49%7,51%93,33%6,67%90,93%9,07%92,72%7,18%
SETTALA94,05%5,95%94,38%5,62%92,66%7,34%94,31%5,79%
VIGNATE
VIMODRONE*94,07%5,93%94,86%5,14%92,95%7,05%94,30%5,70%
VAPRIO

(Con l’asterisco sono indicati i Comuni i cui dati sono tratti dal siti ufficiali dei Comuni, mentre gli altri dati sono stati forniti dal Ministero dell’Interno).

 

No Banner to display

MARTESANA – Referendum, i primi risultati nei Comuni della Martesana

Prosegue lo scrutinio delle schede dei quattro quesiti referendari. A livello nazionale i sì per i diversi quesiti, senza significative variazioni per i quattro temi affrontati, sono compresi tra il  95 e il 97%.

I dati sono confermati anche in Martesana, dove il range si abbassa di qualche punto: i sì, infatti, sono compresi tra il 92 e il 95%. I dati definitivi sono quelli dei Comuni di Cambiago, Carugate, Cassano, Cologno, Pessano, Pozzuolo e Settala.

Eccoli, suddivisi Referendum per Referendum, dove:

  • Referendum 1: Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica – Abrogazione
  • Referendum2: Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito – Abrogazione parziale di norma
  • Referendum 3: Abrogazione delle nuove norme che consentono la produzione nel territorio nazionale di energia elettrica nucleare
  • Referendum 4: Abrogazione di norme della Legge del 7 aprile 2010, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale

 

COMUNEREF. 1REF. 2REF. 3REF. 4
SINOSINOSINOSINO
BUSSERO
BELLINZAGO
CAMBIAGO94,58%5,42%95,18%4,82%92,34%7,66%94,18%5,88%
CARUGATE94,87%5,13%95,46%4,54%93,20%6,80%94,04%5,96%
CASSANO 94,41%5,59%95,11%4,89%92,84%7,16%94,09%5,91%
CASSINA
CERNUSCO
COLOGNO95,09%5,91%95,68%4,32%93,79%6,30%94,55%5,45%
GESSATE
GORGONZOLA
INZAGO
LISCATE
MELZO
PESSANO 94,29%5,71%95,19%4,81%93,05%6,95%94,56%5,44%
PIOLTELLO
POZZUOLO 93,54%6,46%94,49%5,51%90,85%9,15%93,05%6,95%
RODANO
SEGRATE
SETTALA94,05%5,95%94,38%5,62%92,66%7,34%94,31%5,79%
VIGNATE
VIMODRONE
VAPRIO

 

No Banner to display

PIOLTELLO – La Nazionale Calcio Tv e il Gabibbo scendono in campo per la Croce Verde

Una serata di sport e solidarietà si terrà mercoledì 15 giugno a Pioltello. La Nazionale Calcio Tv scende in campo per una Partita del Cuore, il cui ricavato verrà devoluto alla Croce Verde. A sfidare le grandi glorie del calcio ci sarà una formazione locale, il Grande cuore Team, in una serata dal titolo “Solidarietà Airone”.

L’iniziativa è stata promossa e organizzata dalla Presidente del GS Airone, Isabella Angius, che ha presentato l’evento martedì scorso presso la scuola di via Togliatti, alla presenza dei bambini e del Gabibbo, che sarà  ospite anche durante la serata del 15 giugno.

L’appuntamento è alle 20.30 allo stadio di via Piemonte.

No Banner to display

MARTESANA – Meglio in Bici: inaugurate le stazioni del primo bike-sharing della Martesana

Carugate, il ritrovo in via XX Settembre

Ha preso il via questa mattina, giovedì 2 giugno, la prima tappa verso la realizzazione del primo bike sharing della Martesana, potremmo dire sovraccomunale, che permetterà una maggiore possibilità di spostamento tra Comuni utilizzando le biciclette messe a disposizione dal servizio, a cui è stato dato proprio il nome di “Meglio in bici”.

Le stazioni, per ora presenti nei Comuni di Carugate, Cernusco sul Naviglio (ente capofila) e Pioltello in tre punti, saranno in totale otto: tre a Cernusco (presso le stazioni M2 di viale Assunta e Villa Fiorita e in zona industriale, in prossimità del Centro Direzionale “Summit”, tra via Brescia e via Torino); tre a Carugate (presso il Municipio, al centro Commerciale Carosello e all’IKEA); due a Pioltello, (stazione del Passante Ferroviario e Municipio).

Cernusco sul Naviglio, la stazione di Meglio in Bici di viale Assunta

Questa mattina sono state inaugurate le stazioni di viale Assunta a Cernusco e di via XX Settembre a Carugate.

A Carugate, l’occasione è stata buona per la consueta biciclettata di primavera, quest’anno giunta alla tredicesima edizione, organizzata dalla Società Ciclistica Carugatese Carosello e da Due ruote Forever.

Dopo un giro tra Carugate, Pessano con Bornago e Bussero, l’ultima tappa è stata proprio la piazza antistante il Comune per l’inaugurazione della prima stazione di Meglio in Bici carugatese.

Per utilizzare il servizio è necessario fare una tessera di abbonamento annuale (del costo di 15 euro). Le tariffe orarie variano da 1 a 5 euro (gratis la prima ora). E’ possibile prendere in prestito una bici, utilizzarla per il tempo necessario e riconsegnarla in una delle 8 stazioni della Martesana pagando solo le ore di utilizzo.

Per abbonarsi, è necessario recarsi presso il municipio di uno dei Comuni aderenti al progetto.

No Banner to display

CERNUSCO SUL NAVIGLIO – Il 2 giugno inaugura “Meglio in bici”, primo bike sharing della Martesana

Tre Comuni per la mobilità sostenibile. Parte tra qualche giorno “Meglio in bici” il servizio di bike sharing che Cernusco, Pioltello e Carugate hanno realizzato, con il contributo di Fondazione Cariplo, per incentivare la mobilità alternativa all’auto privata negli spostamenti casa-lavoro.

A Cernusco, ente capofila, giovedì 2 giugno alle 11.30 alla metropolitana di viale Assunta si inaugurerà una delle tre “stazioni di servizio”. Alla stessa ora inaugurerà anche la stazione di Carugate, davanti al palazzo comunale, in via XX Settembre.

Sono complessivamente otto le “stazioni” dove sarà possibile, dal 6 giugno, prendere e restituire la bicicletta: tre sono a Cernusco sul Naviglio (presso le stazioni M2 di viale Assunta e Villa Fiorita e in zona industriale, in prossimità del Centro Direzionale “Summit”, tra via Brescia e via Torino); tre sono a Carugate (presso il Municipio, al centro Commerciale Carosello e all’IKEA); due a Pioltello, (stazione del Passante Ferroviario e Municipio).

Il bike sharing della Martesana non si ferma qui: l’installazione di altre stazioni è prevista da un altro progetto attualmente in corso di realizzazione, “Martesana, terra d’acque e di delizie”, che vede lavorare 7 Comuni alla promozione turistica e culturale del territorio attorno al Naviglio. In particolare sono interessati dall’allargamento del servizio i Comuni di Vimodrone, Gorgonzola, Bussero, Inzago e Cassina de’Pecchi.

Come funziona il servizio Meglio In Bici. Con una tessera di abbonamento annuale (del costo di 15 euro) e tariffe orarie a fasce che variano da 1 a 5 euro (gratis la prima ora) è possibile prendere in prestito una bici, utilizzarla per il tempo necessario e riconsegnarla in una delle 8 stazioni della Martesana pagando solo le ore di utilizzo.

Chi desidera abbonarsi a MeglioInBici a Cernusco sul Naviglio deve andare, carta d’identità alla mano, all’Ufficio Relazioni con il Pubblico di piazza Unità d’Italia, compilare il modulo di adesione e versare 15 euro. L’abbonamento sarà valido 12 mesi dalla sottoscrizione e attivo entro 2 giorni lavorativi dalla sottoscrizione.

 

No Banner to display

PIOLTELLO – Elezioni, Antonello Concas si riconferma sindaco della città con il 61,11% dei voti

Il sindaco di Pioltello Antonello Concas

Il sindaco di Pioltello Antonello Concas

Antonello Concas si riconferma sindaco di Pioltello. Con il 61,11% le forze di centrosinistra vincono al ballottaggio contro la coalizione di centrodestra guidata da Matteo Monga, che porta a casa il 38,88% dei voti.

Da notare che la città si attesta come uno dei Comuni in cui l’affluenza alle urne è stata tra le più basse: solo il 54,4% degli elettori ha votato, in calo rispetto al primo turno, quando ha votato il 66,6% degli aventi diritto.

Al primo turno, aveva votato per Concas il 47,82% degli elettori, per Monga il 28,64%. A seguire, si erano classificati Ronnie Basile (12,28%), Roberto Biolchini (6,91%), Stefano De Caro (2,84%) e Gregorio Procopio (1,51%).

Per entrare nel dettaglio dei dati, è possibile visitare il Sito Internet del Ministero dell’interno.

 

 

No Banner to display

PIOLTELLO – Comunicato stampa di Roberto Biolchini: “Siamo e saremo coerenti con gli impegni presi con gli elettori”

Riceviamo e pubblichiamo.

Tanti concittadini che ho incontrato in questi giorni nelle vie e nelle piazze della città, mi chiedono un parere sull’esito delle elezioni e in particolare sul mio personale risultato e quello delle liste che mi hanno sostenuto.

Ormai da giorni continuo a ripetere, in linea con quanto dichiarato dalla segreteria provinciale di Italia dei Valori, che non abbiamo fatto accordi o apparentamenti in cambio di qualche poltrona.

La nostra collocazione all’interno dello schieramento nazionale di centrosinistra ci rende alternativi alla coalizione di centrodestra che ha ormai i giorni contati al Governo del Paese.

A livello locale, tuttavia, è il caso di ribadire che non condividiamo la infelice decisione degli altri partiti del centrosinistra di riconfermare la candidatura del Sindaco uscente: nei confronti del suo operato abbiamo avuto un atteggiamento di critica e di dissenso che ci ha portato all’opposizione in Consiglio Comunale e intendiamo ribadire, anche in fase di ballottaggio, il giudizio negativo su quanto ha fatto nel corso del suo precedente mandato.

Chiarito questo punto, nel ringraziare per l’affetto dimostratomi tutti coloro che hanno espresso fiducia nei miei confronti consentendomi di essere eletto in Consiglio comunale, desidero in primo luogo assumermi la responsabilità per il risultato non brillante che la coalizione Italia dei Valori e Insieme per Pioltello hanno ottenuto.

Con onestà intellettuale, non faccio mistero che l’aspettativa era quella di raggiungere almeno il 10-12% e  aver sfiorato il 7% è un risultato ben distante da ciò che io, e credo anche i referenti locali e provinciali di Italia dei Valori, ci attendevamo da questa tornata elettorale.

Potrei consolarmi e autoassolvermi evidenziando come la mia candidatura sia stata, di fatto, un traino rispetto alle liste di sostegno, dal momento che i voti raccolti come candidato Sindaco sono ben superiori a quelli della somma delle due liste; oppure potrei vantarmi per il fatto che molti cittadini pioltellesi hanno fatto ricorso al voto disgiunto premiando la mia persona e riconoscendo le mie qualità.

Anche il risultato delle liste potrebbe considerarsi soddisfacente se consideriamo che Insieme per Pioltello è nata solamente a due mesi dalle elezioni e Italia dei Valori ha quasi raddoppiato i consensi rispetto alla tornata del 2006. Ma, come detto, tale atteggiamento sarebbe auto assolutorio,  negherebbe l’evidenza di un risultato al di sotto delle aspettative e rischierebbe di suonare come una presa in giro nei confronti degli elettori.

IdV ha perso voti sia a livello nazionale sia a livello locale. Il primo passo è riconoscerlo per poi provare a ripartire con slancio senza rabboccamenti matematici di consolazione. Il vento che sta sradicando il berlusconismo dal Paese chiede onestà intellettuale. Un’analisi seria e approfondita dei flussi e delle aspettative è necessaria per capire dove abbiamo commesso degli errori e quali siano i margini di miglioramento.

Infine, da articoli apparsi sulla stampa, ho appreso della volontà del candidato e Sindaco uscente Concas di operare, dopo il ballottaggio, un’apertura nei nostri confronti. Voglio ribadire ufficialmente che noi siamo stati e saremo disponibili a un dialogo fondato sugli atti amministrativi. A partire dal programma elettorale – alternativo a quello di Concas e del centrosinistra – con cui ci siamo presentati agli elettori, siamo pronti a confrontarci e a verificare eventuali convergenze con tutti coloro che vorranno confrontarsi nell’ormai prossimo Consiglio comunale.

In particolare, già a partire dalla prima seduta utile presenterò alcuni punti programmatici che riteniamo fondamentali per il futuro e lo sviluppo della Città di Pioltello. Se le nostre proposte saranno accolte dal Sindaco che sarà eletto al ballottaggio, garantiamo che troverà in me e nelle liste che mi sostengono una forza di opposizione non pregiudizialmente ostile: critica, leale, propositiva e costruttiva. Ringraziando ancora una volta tutti coloro che hanno avuto fiducia nella mia candidatura, e coerentemente con gli impegni presi in campagna elettorale, invito i miei sostenitori a non votare per la continuità con l’Amministrazione uscente.

Comunicato stampa di Roberto Biolchini (Idv Pioltello)

No Banner to display