Precipita durante una scalata, scomparso alpinista di Cernusco

La morte sopraggiunta scalando una cascata ghiacciata in Svizzera

Una grande passione per le cime testimoniata da numerose foto condivise sui social, un amore per la montagna che non si placava neanche durante i mesi più freddi.
È scomparso così, praticando lo sport che amava, Lorenzo Castelli, alpinista 47enne di Cernusco.

LA TRAGEDIA

Domenica si trovava sul Poschiavo, in Svizzera, a scalare una cascata ghiacciata con un gruppo di amici, quando – ormai sulla via del ritorno – è precipitato, colpendo una lastra di ghiaccio e proseguendo poi nel vuoto, per terminare la corsa in un dirupo dopo un volo complessivo di un centinaio di metri.

Il recupero della salma è avvenuto grazie a un equipaggio della Rega, alla Guardia aerea svizzera di soccorso, a un elicottero dell’Heli Bernina e ad alcuni alpinisti del Club alpino locale. Un’inchiesta, avviata dal Ministero pubblico dei Grigioni e dalla Polizia cantonale, stabilirà le cause dell’incidente.

Gli amici sui social lo descrivono come un alpinista esperto – era istruttore di alpinismo al CAI di Milano – e le foto lo ritraggono sorridente in mezzo alle cime, o con la famiglia sempre intento a svolgere attività sportive, sua grande passione. Lorenzo lascia la moglie e due figlie.