“Vimo Partecipa”: i cittadini sceglieranno come spendere 80.000 euro

L'amministrazione ha definito gli step del Bilancio Partecipativo. Il 15 gennaio primo appuntamento in Sala Consiliare per la serata di lancio

Decidere come spendere una parte dei soldi a disposizione del proprio Comune. Questo è, in sintesi, l’obiettivo del Bilancio Partecipativo, modello che sta prendendo sempre più piede in Italia, con le amministrazioni comunali che vanno oltre l’analisi dei bisogni della propria comunità, ma si fanno dire dalla stessa quello di cui necessitano.

Anche l’amministrazione di Vimodrone crede che i cittadini possano, in autonomia, stabilire come spendere una parte – 80.000 €, nel caso specifico – dei soldi del Comune e ha organizzato una serata di lancio “Vimo Partecipa” –  che si terrà Mercoledì 15 gennaio alle 21.00 in Sala Consiliare, via XI febbraio 35. Questa sarà solo la prima fase di un percorso che si concluderà con la realizzazione dei progetti più votati.

GLI STEP DEL BILANCIO PARTECIPATIVO

Dopo la serata di lancio del 15 gennaio, dove la cittadinanza verrà informata su regole e tempi del bilancio partecipativo, fino a febbraio verranno raccolte le idee. Da marzo a maggio proponenti, politica e uffici saranno impegnati nella fase di co-progettazione e fattibilità, così da scongiurare che un progetto arrivi alla fase finale del percorso senza avere i numeri o le caratteristiche tecniche necessarie per essere realizzato. La fase clou è attesa per maggio – giugno, quando i cittadini saranno chiamati a votare i progetti che preferiscono. A settembre realizzazione delle idee più votate.