Un “Bosco Urbano” a Pessano: al via il nuovo progetto di forestazione

Il primo quartiere coinvolto sarà quello di via Falcone e Borsellino, dove saranno messe a dimora quasi 200 piante

Un vasto piano di riforestazione, che nei prossimi anni porterà in paese diverse centinaia di piante: si tratta di Bosco Urbano, il progetto portato avanti dall’Amministrazione Comunale di Pessano con Bornago e che proprio in questi giorni si appresta a partire.

«Dopo due anni di lavoro – ha spiegato il Sindaco Alberto Villa – finalmente affronteremo in modo complessivo e organico tutta la tematica della manutenzione straordinaria del verde».

«Gli alberi – ha sottolineato – avranno una funzione non solo decorativo-ornamentale, ma anche ambientale, perché ci permetteranno di abbattere la percentuale di inquinanti nell’aria e ridurre il più possibile la quantità di CO2».

IL PRIMO INTERVENTO

La prima area interessata dal progetto sarà il quartiere di via Falcone e Borsellino, dove i forti temporali degli scorsi anni hanno causato la perdita di una parte del patrimonio arboreo, composto prevalentemente da Pioppi Cipressini.

«La relazione dell’agronomo – ha spiegato l’assessore all’ecologia Appio Berneri durante l’ultimo consiglio comunale – ha certificato che quasi tutti gli alberi di quella via hanno radici malate».

La situazione di criticità degli alberi ha portato l’Amministrazione Comunale alla decisione di rimuovere i 72 pioppi rimasti e di sostituirli con 192 nuove piante, che saranno messe a dimora nei prossimi anni dando ufficialmente il via al progetto Bosco Urbano.

«Si tratta di un investimento complessivo di 118.000 € – ha spiegato l’assessore Berneri – che comprende sia l’abbattimento delle piante malate sia la messa a dimora delle nuove specie».