Giorgio Galli a Segrate: una serata per incontrare il grande politologo

Lo studioso presenterà due dei suoi libri

Una serata dedicata alla riscoperta dell’Italia politica contemporanea insieme al grande politologo, storico e accademico Giorgio Galli: è l’iniziativa aperta alla cittadinanza in programma per giovedì 14 novembre alle 18.30 al Centro Verdi di Segrate.

L’INCONTRO

Per l’occasione saranno presenti anche l’editore e studioso di letteratura anglo-americana Luca Gallesi e l’assessore alla Cultura e Ricerca Gianluca Poldi. Galli presenterà due suoi libri editi da Oaks edizioni: La stagnazione d’Italia. Dalla ricostruzione alla corruzione in dieci nodi della storia italiana dal 1945 al 2017 e L’anticapitalismo di destra.

«Sono profondamente grato a Giorgio Galli – ha commentato il sindaco Paolo Micheli per aver accettato l’invito a ‘incontrare’ la nostra comunità. La partecipazione nel tempo a Segrate di personaggi del suo calibro, noti nell’ambito della politica, delle scienze, dell’arte, della ricerca, unita alle tante iniziative organizzate tra concerti, mostre, incontri, ha reso particolarmente elevato, ricco e variegato il programma culturale offerto alla cittadinanza, realizzando il nostro obiettivo di mettere al centro la cultura, intesa come strumento di conoscenza e di approfondimento oltrechè di aggregazione».

«Sarà bello e importante per tutti ascoltare le preziose riflessioni di Giorgio Galli – ha aggiunto l’assessore Gianluca Poldi  con il quale ho avuto la fortuna di condividere alcune intense serate dialogando di democrazia e di scienza, venti anni fa. È parimenti importante far conoscere il piccolo editore Oaks e la sua anima, il professor Luca Gallesi, uno dei maggiori esperti italiani del grande poeta Ezra Pound, del cui nome si sono purtroppo appropriate formazioni di estrema destra».

GIORGIO GALLI, CHI È

La produzione di storico di Galli è orientata prevalentemente alla storia contemporanea italiana, in particolare al secondo dopoguerra. In molteplici scritti ha esplorato con acutezza e rigore scientifico temi di carattere sociologico, inclusi storia e ruolo dei partiti politici.
I suoi lavori si caratterizzano anche per l’attenzione verso aspetti reconditi della storia delle idee politiche, quali, ad esempio, le radici “magiche” o irrazionali che concorrono ad alimentare l’adesione di massa verso particolari ideologie politiche: soprattutto quelle di natura totalitaria.

Tra i suoi libri: “Storia del Partito comunista italiano” (1958); “I partiti politici”(1974); “Dal bipartitismo imperfetto alla possibile alternativa” (1975); “Storia della DC” (1978); “Storia del socialismo italiano” (1980); “Manuale di storia delle dottrine politiche” (1985); “Storia del partito armato” (1986); “Storia dei partiti politici europei” (1990); “I partiti politici italiani” (1991), “Mezzo secolo di DC” (1993); “La politica e i maghi. Da Richelieu a Clinton” (1995); “L’impero americano e la crisi della democrazia” (2002); “Piombo rosso. La storia completa della lotta armata in Italia dal 1970 a oggi” (2004); “Non credo. Lettura critica del nuovo catechismo della Chiesa cattolica” (2006); “Le coincidenze significative. Da Lovecraft a Jung, da Mussolini a Moro, la sincronicità e la politica” (2009).
Ha pubblicato libri dedicati al ruolo dell’esoterismo in alcune esperienze politiche, come i best-seller “Hitler e il nazismo magico” (1993) e “La magia e il potere” (2004).

L’ingresso è libero.