“Lento Fluire”: il film che racconta la Martesana con gli occhi di chi la vive

Il regista Massimo Greco ci racconta i “dietro le quinte” del film realizzato con i duecento video ricevuti per il progetto “Girala come vuoi”

lento fluire settembre 2019

Un progetto di cinema partecipato, un’emozione da condividere, una telecamera: da qui è nato “Lento Fluire”, il film che racconta la martesana attraverso gli occhi di chi la vive tutti i giorni. Cinquantotto minuti di storie e racconti filmati dai cittadini che hanno partecipato all’iniziativa Girala come vuoi, lanciata lo scorso marzo da Emisfero Destro Teatro con la collaborazione di Ecomuseo Martesana e il sostegno di tanti comuni ed enti che ci hanno creduto fin da subito.

E anche ai cittadini della martesana l’idea è piaciuta: sul portale di Girala come vuoi sono stati caricati quasi duecento video, per un totale di 600 minuti di girato. Video fatti con macchine professionali, ma anche smartphone e Go-Pro, che riprendono luoghi, persone, momenti di vita quotidiana, locali ed edifici storici, costruzioni iniziate e mai finite, parchi e passeggiate lungo il Naviglio. Ogni utente ha interpretato l’invito a modo suo, offrendo un punto di vista personale sul luogo in cui vive.

LA SFIDA PIU’ DIFFICILE: IL MONTAGGIO

Massimo Greco, regista di Lento Fluire

«Al lancio del progetto non sapevamo quante persone avrebbero accolto l’invito a mandare dei video…ma poi ne sono arrivati tanti, e questo ci ha riempito di entusiasmo», ci ha raccontato Massimo Greco, direttore artistico di Emisfero Destro Teatro e regista di Lento Fluire. «Mano a mano che arrivavano venivano caricati sul portale dove erano, e sono tuttora, visibili a tutti: è per questo che molte persone ci hanno creduto, perché hanno capito che il progetto non aveva nessuno scopo commerciale, ma solo la voglia di raccontare il territorio attraverso lo sguardo di chi lo vive».

Come creare un film partendo da contributi così numerosi e diversi tra loro? «La fase del montaggio è stata la più difficile, perché dovevamo trovare un filo conduttore per unire tutti i video – ha confermato Massimo Greco – Poi ci siamo resi conto che il filo conduttore c’era già: sono tutti video che raccontano di una comunità e del luogo in cui vive. E quindi abbiamo trovato il vero protagonista del film, quello che unisce tutti e parla a nome di tutti i cittadini».

Per non rovinare la sorpresa a chi non ha ancora visto “Lento Fluire” non sveliamo l’identità del protagonista, ma il titolo del film lascia intuire qualcosa…

Massimo Greco è stato affiancato da David Stark, che ha partecipato al montaggio ed è anche voce narrante e attore (non protagonista) di Lento Fluire. Massimo e David hanno creato un “collage” dei 160 video degli utenti, creando una storia del territorio che ci regala anche emozionanti riprese aeree realizzate dal pilota professionista di droni Paolo Aralla.

UN PROGETTO NATO DA UN’ESPERIENZA TRENTENNALE

Lento Fluire non è il primo progetto di cinema partecipato di Emisfero Destro Teatro. L’associazione ha una consolidata presenza sul territorio e, proprio nel 2019, festeggia i suoi primi 30 anni di attività.

Tra i progetti realizzati ci sono “Visit Martesana”, le rassegne teatrali “Aspettando il teatro” a Cassina de’ Pecchi e “Cascinando” a Pessano con Bornago, e il documentario “L’acqua continua a scorrere”, che racconta la memoria storica di Cascina Casale a Cassina de’ Pecchi.

Attualmente, oltre ai corsi di teatro, espressione corporea e creatività che sono in partenza, è impegnata nella realizzazione di un nuovo documentario sull’ex-area Nokia-Siemens. «Vogliamo raccontare la storia di quel luogo, che è bellissima e tragica allo stesso tempo. E’ un simbolo di deindustrializzazione italiana, e stiamo scoprendo cose interessanti e poco note. Per esempio, il primo stabilimento fu inaugurato da Aldo Moro», ci ha anticipato Massimo Greco.

DOVE VEDERE “LENTO FLUIRE”

Il film “Lento Fluire” è stato presentato in anteprima al Piccolo Teatro Martesana lo scorso 29 settembre. Adesso è disponibile a scuole, comuni e associazioni che possono richiederlo a Emisfero Destro Teatro.

«Oltre alla proiezione del film, siamo disponibili a partecipare alla presentazione, per raccontare e condividere i ‘dietro le quinte’ del montaggio», ha concluso con entusiasmo Massimo Greco.

Quindi, se volete vedere il film, chiedete al vostro comune di organizzare una proiezione, o, se siete un ente o un’associazione, contattate direttamente Emisfero Destro Teatro.

Qui sotto una piccola anticipazione.