Gorgonzola, mobilità: rinnovamento all’insegna della sostenibilità

Incentivare il trasporto pubblico per tutelare l'ambiente. Gianni Sbrescia: «Favorire l’autonomia negli spostamenti dei più giovani e degli anziani»

L’Amministrazione Comunale ha scelto di rilanciare il Trasporto Pubblico Locale, gestendo a livello comunale il trasporto scolastico degli studenti delle scuole secondarie di primo grado, perché crede che il contenimento dell’uso delle auto sia molto utile all’ambiente, e si pone l’obiettivo che diventi una buona pratica per tutti i cittadini.
Adulti e bambini si spostano sul territorio per usufruire dei servizi quali la metropolitana, l’ospedale, la scuola, le attività commerciali e sportive, e la loro mobilità ha una grossa influenza sul traffico e sulla qualità dell’aria che respiriamo.

COSTI ABBONAMENTI

Fautore di questa linea programmatica, l’Assessore al bilancio Gianni Sbrescia che, a fronte delle richieste pervenute, è riuscito a diminuire il costo dell’abbonamento scolastico annuale che passerà dai 270 euro del 2018-2019 ai 220 euro per il 2019-2020.
Tale costo verrà applicato indistintamente a tutti i cittadini, siano essi studenti, lavoratori, pensionati, adulti e disabili dagli 11 ai 64 anni, perché per gli over 65 si continuerà a offrire un abbonamento annuo a 40 euro. Invariati anche il costo del carnet da 10 corse, con periodo di validità illimitato, a 7 euro, e il biglietto per la corsa singola a 1 euro. Sull’unica linea attiva sono state implementate le corse a favore delle nuove zone residenziali e l’orario del servizio che, dalle 6.15 di mattina, verrà esteso nella fascia pomeridiana fino alle 17.00, garantendo le fermate in prossimità di metropolitana di Gorgonzola, ASL, casa di riposo “Vergani e Bassi”, Centro Intergenerazionale, Centro Sportivo e dei principali supermercati cittadini.

FAVORIRE L’AUTONOMIA NEGLI SPOSTAMENTI

«Si vuole un servizio che favorisca l’autonomia negli spostamenti dei più giovani e degli anziani che hanno così la possibilità di muoversi senza farsi portare– ha dichiarato Gianni Sbrescia -. Nonostante una gestione e un efficientamento complesso e oneroso – ha proseguito – il trasporto locale è un servizio pubblico e come tale crediamo vada garantito e incentivato perché i mezzi pubblici usati nella quotidianità ci permettono di tutelare l’ambiente e i bisogni della comunità».

Augusta Brambilla