Cassina, variazione di bilancio: i numeri dell’Amministrazione

L'Amministrazione: «Attenzione e sostegno a tutte le fasce della popolazione, disabilità compresa».

Il Consiglio Comunale di Cassina de’ Pecchi dello scorso 30 luglio ha approvato la prima variazione di bilancio dell’era Balconi. L’amministrazione si è concentrata soprattutto sul capitolo sociale, illustrando  risorse e  progettualità messe in campo per il triennio 2019-2020 per le persone con disabilità fino a 65 anni.

GLI INTERVENTI

Le voci riguardanti il capitolo sociale sono molte. Interventi di peso da un punto di vista quantitativo sono i 205mila euro previsti per l’integrazione scolastica dei minori con diagnosi funzionale e gli oltre 350mila per l’inserimento di disabili tra i 14 e i 65 anni i strutture diurne.

Altre voci prevedono 8mila euro l’anno per il “Dopo di noi”, 60.000 per il trasporto sociale assistito, 90.000 per l’educativa scolastica e 20mila come fondo di non autosufficienza per i disabili.

L’accento dell’amministrazione a trazione leghista è stato posto sull’aumento di risorse per 37mila euro (portando così il fondo a 93mila) per i ricoveri in comunità terapeutiche.

«Questa amministrazione – ha detto la Giunta – sta dimostrando attenzione e sostegno a tutte le fasce della popolazione, disabilità compresa».