Estate e bambini: i giochi consigliati quando la famiglia è in montagna

Tree idee per divertirsi con i piccoli dagli 0 ai 3 anni

Trascorrere del tempo all’aria aperta nei boschi o nei grandi prati verdi, vedere da vicino la natura e poter accarezzare gli animali che vivono in montagna, sentire i profumi e i sapori dei frutti di bosco: sono queste le emozioni che è possibile vivere insieme ai bambini trascorrendo le vacanze in montagna. Passeggiando potrete insegnare ai bambini il rispetto per la natura e per gli animali che la popolano.

Ma che giochi è possibile inventare perché si divertano? Lo abbiamo chiesto alle educatrici del Centro Prima Infanzia de La Filanda di Cernusco, che ci hanno consigliato tre attività ludiche da svolgere con i piccoli dagli 0 ai 3 anni.

GIOCHI DA SVOLGERE IN VACANZA IN MONTAGNA

PICCOLI COSTRUTTORI

Occorrente: legni di varie grandezze, un telo e l’aiuto di mamma e papà.

Qual è la cosa che ogni bambino desidera di più? Un fortino nascosto in cui solo lui può entrare, dove i grandi non sono ammessi, in cui può riporre tutti i suoi tesori, dove può nascondere e dove può creare, con la sola forza dell’immaginazione, mondi nuovi e storie sempre diverse. Aiutando il tuo bambino a raccogliere dei legni puoi creare insieme a lui un fortino in cui permettergli di entrare e creare con la fantasia. In questo modo lo aiuterai a stimolare lo sviluppo del gioco simbolico, quella particolare capacità che solo i bambini hanno di riuscire a creare mondi nuovi e storie sempre diverse immaginando i personaggi, le trame e le avventure da fargli vivere.

SCOPRIAMO LA NATURA

Occorrente: scarpe da camminata e uno zainetto in cui riporre tutto quello che il vostro bimbo raccoglierà.

Quando si va in montagna le camminate nei boschi sono obbligatorie e con un bambino diventeranno ancora più belle; la curiosità nei loro occhi farà vedere anche a voi le cose sotto un nuovo punto di vista. Fermatevi spesso a fargli vedere i fiori con i vari colori e le forme diverse delle foglie e permettetegli di raccogliere qualche cosa dai boschi rispettando sempre l’ambiente.

Oltre che osservare e raccogliere nei boschi si possono annusare vari profumi e – perché no – anche assaggiare more, fragoline e lamponi. I bambini rimarranno affascinati nello scoprire dove e come crescono i frutti.

CREIAMO CON LA NATURA

Occorrente: legnetti, foglie, fiori e tutto quello che avete raccolto nel bosco, colla vinilica, fogli, stoffe, cartoncini, pannelli.

L’inconveniente della montagna? A volte piove. In queste giornate è veramente difficile inventarsi dei giochi, perché ormai i bambini sono abituati a stare tutto il giorno in giro a giocare e tenerli chiusi in casa potrebbe risultare difficile. Ma voi avete sempre una soluzione: vi ricordate tutte quelle belle cose che avete raccolto nel bosco? È arrivato il momento di tirarle fuori. A questo punto sbizzarritevi: potete incollarle su un foglio o su un cartoncino ricreando magari l’albero da cui le avete raccolte oppure fare degli omini o degli animali, se avete un pezzo di stoffa potete attaccarli e creare un pannello sensoriale su cui camminare a piedi nudi o da toccare con le mani, magari bendati.