Bussero, arte e legalità sui muri del campo sportivo

Quindici ragazzi hanno realizzato un murales sui muri del campo sportivo Dalla Chiesa. A guidare il progetto seguito dalla consigliera Aurora Serra è stato Willow, noto artista busserese.

È pronto il murales fatto al centro sportivo Carlo Alberto della Chiesa. A realizzarlo sono stati 15 ragazze e ragazzi, di età compresa dai 14 e i 25 anni, che dallo scorso febbraio si sono cimentati con i colori sotto la guida di Filippo Bruno, in arte Willow, noto artista neo pop e titolare della Bottega d’Arte di Bussero, ringraziato dalla consigliera comunale Aurora Serra (che ha seguito il progetto) per «L’infinita passione e allegria che emana in ogni sua collaborazione».

LEGALITA’, SPORT E CULTURA

È la legalità il tema su cui i ragazzi e le ragazze hanno lavorato. Non certo una scelta casuale visto che il murales si trova sui muri di un campo sportivo che porta il nome del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

Su due delle quattro facciate capeggia il volto di Peppino Impastato, giornalista e attivista siciliano che dalle frequenze di Radio Aut denunciava la mafia, dalla quale fu poi ucciso. Le altre facciate sono dedicate allo sport e alla cultura, intesi come strumenti di conoscenza, lotta ai soprusi e speranza per un mondo fatto di nuovi diritti.

UN MAESTRO D’ECCEZIONE

Il murales è stato realizzato sotto l’esperta guida di Willow, che ha voluto ringraziare Aurora Serra «Per essere stata sempre presente e aver fatto da collante tra la direzione artistica e il Comune di Bussero» e l’azienda che «Ha fornito i colori acrilici adatti per questo lavoro in esterna».