Cassina: giovane uomo aggredisce la compagna

Mette le mani al collo alla compagna. Ferita anche la figlia di appena due anni tenuta in braccio dalla madre al momento dell'aggressione.

“Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali”. Questo è il reato contestato ad un ecuadoriano ventiduenne che nella serata di ieri, sabato 3 maggio, ha aggredito la compagna coetanea a Cassina de’ Pecchi.

I FATTI

Un vicino di casa, allarmato dalle forti grida, ha chiamato i carabinieri che sono arrivati presso l’abitazione della coppia e hanno accertato che l’uomo, alterato dall’assunzione di stupefacenti, aveva aggredito la compagna stringendole le mani intorno al collo fino a trascinarla  a terra. Durante la caduta anche la figlia di appena due anni, tenuta in braccio dalla madre, è rimasta ferita, riportando un taglio al labbro. Madre e figlia, portate in ospedale per accertamenti medici, sono state dimesse con una prognosi di sette e tre giorni.

SAN VITTORE

L’aggressore in questo momento si trova a San Vittore a disposizione dell’autorità giudiziaria. Una segnalazione a suo carico è inoltre stata inviata in Prefettura per 5 grammi di hashis trovati durante la perquisizione dell’abitazione.