Gessate, stop ai mezzi pesanti nel centro abitato

Un'azione volta a migliorare la sicurezza dei cittadini

Novità per tutti i possessori di mezzi pesanti interessati a muoversi a Gessate: la direttrice percorsa dagli autocarri da nord a sud del paese e viceversa, che si trova nelle immediate vicinanze dei plessi scolastici, non sarà più percorsa dai veicoli pesanti.

L’ORDINANZA

È questo il succo dell’ordinanza n.13 del 2 aprile 2019 a firma del comandante della Polizia Locale Walter Frigerio, che spiega le indicazioni prese dall’Amministrazione Comunale  di dare seguito al riassetto viabilistico del paese, soprattutto per quanto riguarda la questione relativa al transito dei veicoli pesanti con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, in conseguenza dell’apertura di nuovi tratti di strada provinciale e di tangenziale in ambito extra urbano.

«È un’azione tesa a migliorare la sicurezza del centro abitato del nostro paese» ha dichiarato il primo cittadino Giulio Sancini.

LE ZONE INTERESSATE

Le vie interessate – o tratti di esse – sono via XXV Aprile, via Della Brughiera, via Brianza nel tratto compreso tra l’incrocio con Viale Europa fino al termine del centro abitato, viale Europa, via Sondrio, via Como, via M.San Michele nel tratto compreso tra l’incrocio con viale Europa fino all’incrocio con via Brianza, via Adamello, via Papa Giovanni XXIII, via Redipuglia, via G.di Vittorio, viale De Gasperi, via Repubblica nel tratto compreso tra l’incrocio con il viale Europa fino al termine della via stessa, via F.lli Rosselli, via Torino nel tratto compreso tra l’incrocio con il viale De Gasperi fino al termine della via stessa, via Glassiate, via San Pancrazio, via Salvo d’Acquisto, via Aldo Moro, via Angelo Motta, via G.Matteottti, via A. Gramsci, via Monza nel tratto compreso tra l’incrocio con viale Europa fino al centro abitato, via Manzoni dall’incrocio con la SP ex SS11 fino all’incrocio con le vie XXV Aprile – San Pancrazio e Garibaldi, via San Camillo, via San Giuseppe.

In ottemperanza è già stata apposta la necessaria segnaletica stradale verticale con la dicitura “transito vietato ai veicoli con massa a pieno carico superiore 3,5 tonnellate eccetto autorizzati”.

 

Augusta Brambilla