Comuni “in streaming”, è la volta di Melzo

Il consiglio comunale sarà trasmesso per la prima volta via web a settembre

Anche la città di Melzo – così come altri comuni dell’area della Martesana -, ha approvato durante il consiglio comunale dello scorso 25 marzo la richiesta di ripresa audio-video e diffusione in streaming delle sedute del consiglio comunale.

ANCORA POCHI MESI

Entro il mese di settembre il sindaco e la giunta comunale si impegneranno a garantire la pubblica diffusione in diretta streaming, anche attraverso i canali social, delle sedute del consiglio comunale, delle Commissioni e altri incontri di rilevanza pubblica e a provvedere la loro archiviazione, podcasting e pubblicazione sul sito comunale, per la visione e consultazione in differita (on demand) da parte dei cittadini.

LA LEGGE

Tutto ciò è sancito dal Regolamento Comunale, dalla legge 241 che sancisce i principi di pubblicità e trasparenza dell’azione amministrativa, dal Garante della Privacy, dal Codice dell’amministrazione Digitale  e si pone come obiettivo quello di rendere attiva la partecipazione alla vita  politica e sociale della propria comunità, dei cittadini, di favorire forme di democrazia partecipata e partecipativa e  un continuo rapporto costruttivo tra Istituzione e Cittadino.

I COSTI

Inoltre le sedute del Consiglio Comunale sono pubbliche e rappresentano la massima espressione del lavoro istituzionale dell’Amministrazione Comunale, tutti i Consiglieri sono pubblicamente eletti e svolgono una funzione durante il Consiglio Comunale e il costo per il comune è molto ridotto sfruttando open source e l’attuale connessione a Internet.

 

Augusta Brambilla