Pioltello: il gruppo scout festeggia i suoi primi 50 anni

Sabato 16 e domenica 17 marzo la festa di compleanno del gruppo scout Pioltello 1 con tutti coloro che ne hanno la storia

Si prepara un weekend di festa per il gruppo scout di Pioltello, che questa domenica 17 marzo spegnerà 50 candeline, a cinquant’anni esatti dalla sua fondazione. Era infatti il 17 marzo 1969 quando, per volontà di Don Ercole Politi e Gaetano Pirronello, nasceva il gruppo scout che ha trovato casa presso l’oratorio SS. Maria Regina.

«Sono tantissimi i ragazzi che in tutti questi anni hanno vissuto con noi il gioco dello Scoutismo, prima come protagonisti e in seguito come capi educatori – spiegano i responsabili del gruppo – Quante avventure vissute insieme, dai campi estivi di gruppo alle esperienze internazionali, dalla strada condivisa con altri gruppi alle collaborazioni con le realtà presenti sul nostro territorio. E quante avventure abbiamo ancora davanti!».

I FESTEGGIAMENTI

«E dopo alcuni mesi intensi di preparazione – aggiungono – è arrivato il momento centrale dell’anno: il nostro compleanno!».

La festa si svolgerà questo fine settimana, sabato 16 e domenica 17 marzo, e vedrà riuniti i bambini e i ragazzi che oggi fanno del gruppo e di tutti coloro che ne hanno fatto la storia. E l’invito a partecipare è rivolto a chiunque voglia scoprire di più sullo scoutismo.

Le attività inizieranno sabato alle 15.30 con l’alzabandiera presso l’oratorio SS. Maria Regina di Pioltello per poi proseguire al parco Genesio Fumagalli. Qui si svolgerà il gioco Schiaccia la formica organizzato nell’ambito del progetto Insieme per un nuovo satellite.

Domenica pomeriggio, a partire dalle 15, ci sarà un grande gioco a tappe per le vie della città di Pioltello, mentre in oratorio sarà allestita una piccola mostra di fotografie, oggetti e ricordi storici del gruppo.

«Ci saranno anche una cena e un pranzo in condivisione, una gara di torte e l’attesa partita in cui si sfideranno scout ed ex-scout – spiega Camilla Tambani, capo gruppo insieme ad Andrea GhiringhelliRiproporremo tutte le vecchie tradizioni del gruppo per viverle in salsa 50esimo!».

50 ANNI DI STORIA E DI PRESENZA SUL TERRITORIO

Il gruppo scout Agesci Pioltello 1 è stato uno dei primi fondati nella zona della martesana, ed è anche tra i precursori nell’apertura dei gruppi femminili. «Nel 1969, infatti, esistevano due associazioni scout: l’ASCI, maschile, e l’AGI, femminile, che si sono fuse nel ’74 dando vita all’Agesci», spiega Mario Di Siprio, che ha vissuto la storia del gruppo fin dal suo inizio, prima come ragazzo e poi come capo. «Ma noi ci siamo impegnati per accogliere le bambine alle nostre attività e siamo stati tra i primi a sostenere i gruppi misti».

Fin dalla sua nascita il gruppo ha avuto una forte presenza sul territorio e si è impegnato in attività rivolte all’ambito sociale. «Alla collaborazione con le realtà del territorio, come la parrocchia e il Comune, si è sempre affiancato lo spirito di servizio verso la città – spiega Mario – E così nel 1974 un gruppo di 22 genitori scout, tra i quali Giorgio Boniotto, ha dato vita all’attuale servizio di Pubblica Assistenza Croce Verde di Pioltello».

L’entusiasmo e l’iniziativa dei fondatori si è trasmesso alle generazioni successive, che hanno mantenuto forte il legame con il territorio di Pioltello e non solo.

«Lo spirito di servizio è uno dei punti cardine indicati da Baden Powell, il fondatore dello scoutismo, che ci invita a lasciare il mondo un po’ migliore di come l’abbiamo trovato», spiega Samuele Pirronello, figlio del fondatore Gaetano. Mascotte del gruppo fin da piccolo, oggi si occupa del progetto “Protezione civile” per la zona Milano Nord e Monza Brianza. «Come scout siamo in prima linea per la difesa del territorio. Ci prepariamo sia dal punto di vista tecnico che, soprattutto, umano per gestire le emergenze in caso di calamità, ma anche nelle normali attività con i nostri ragazzi».

Nel tempo il gruppo ha dialogato con diverse associazioni del territorio e tra le ultime collaborazioni, in ordine di tempo, c’è quella con il progetto Periferie al centro. «Ogni anno portiamo avanti i progetti già avviati e seminiamo qualcosa di nuovo – sottolinea CamillaPer noi è importante ascoltare il territorio, capire di cosa c’è bisogno e far sentire che ci siamo. E proprio da questo è nata un’idea: fondare a Pioltello un gruppo scout musulmano. E’ una bella sfida, ce ne sono ancora pochi in Italia, ma speriamo di realizzare il progetto nei prossimi 50 anni».

Se volete avere maggiori informazioni sul gruppo o partecipare al pranzo di domenica 17 marzo potete scrivere una mail all’indirizzo scoutpioltello@gmail.com.