Paolo Grimoldi “saluta” il consiglio comunale di Carugate, al suo posto Piero Marotta

Dopo 15 anni Grimoldi lascia i banchi del Consiglio. Lavorerà al servizio della squadra

E’ stato per anni sulla scena politica di Carugate, prima come assessore, poi come vicesindaco, e poi ancora sui banchi dell’opposizione in consiglio comunale, dopo la sconfitta nelle ultime elezioni con il 25,54% come candidato sindaco del PD. Paolo Grimoldi, lascia il consiglio comunale, al suo posto il primo dei non eletti Piero Marotta, che andrà a sedersi al fianco di Rosaria Amato, tra le fila dell’opposizione.

L’annuncio è arrivato all’inizio della settimana ed è stato ufficializzato oggi dal blog ufficiale dei democratici di Carugate. «Ho lavorato al servizio del bene pubblico per 15 anni -avrebbe detto ai compagni di viaggio che lo hanno sostenuto come candidato sindaco prima e come capogruppo poi- ora è giusto dare spazio ad altri».

NON E’ UN ADDIO MA NEMMENO UN ARRIVEDERCI

La notizia era già trapelata all’indomani della batosta elettorale. «Mi metterò al servizio della squadra per far crescere i giovani». E i giovani all’interno della lista erano davvero parecchi, come dimostra anche la giovane età del segretario PD Francesco Galli. Paolo Grimoldi lascia il consiglio comunale ma non la politica dunque. «La sua grande esperienza in materia di bilancio pubblico, delle leggi, la sua sensibilità per il sociale, la capacità di progettare e immaginare il futuro della propria città -assicurano i democratici, sono sono alcune delle qualità che Paolo ha messo al servizio di Carugate, con passione e impegno», e la sua esperienza ora continuerà all’interno del PD locale.

Inizia dunque una fase nuova per la politica carugatese, con il saluto e il ringraziamento per l’importante lavoro svolto da parte dei suoi compagni di squadra e quasi certamente anche da parte degli avversari, che già in passato avevano riconosciuto a Grimoldi capacità ed una grande esperienza politica e amministrativa.